Pino Taglialatela: “Fateci vivere un altro sogno”

Era l’agosto del 1994 quando in una sera d’estate battemmo una squadra inglese che a quel tempo in  pochi conoscevano. Era il Chelsea. Agostini e Rincon andarono a rete e conquistammo la finale della Makita Cup che alla fine, però, entrò a far parte della bacheca dell’Arsenal. In quegli anni il blasone e la storia del Napoli erano di gran lunga superiori ai Blues e il campo, seppur in  amichevole, lo confermò. Venivamo dagli anni magici di Maradona, quelli dei due scudetti e della  coppa Uefa, e tutta l’Europa ci rispettava per questo. Da quel giorno di anni ne sono passati quasi   venti e tutto è cambiato. C’è stata in primis una rivoluzione nel calcio, nel modo di giocarlo e nello stesso tempo anche di gestirlo.  Poi il destino personale dei due club ha stravolto le gerarchie. Il  Napoli ha iniziato un tracollo inesorabile che lo ha portato a ricominciare una nuova vita dalla Serie  C. Sul cielo di Londra, invece, sono piovuti i milioni di Abramovich che hanno portato i Blues a  calcare in modo costante i campi più importanti della Champions League. Finalmente le distanze si sono assottigliate e domani, al San Paolo, va in scena una delle partite più importanti per il club  azzurro. Un ottavo di finale che rende onore alla storia e al pubblico di questa città che merita un  palcoscenico internazionale di questa portata. Merito anche di un presidente determinato e oculato  che in pochi anni ha restituito a Napoli il lustro calcistico che sembrava ormai dimenticato.  Ovviamente il paragone non regge con i soldi spesi dal magnate russo per allestire quel Chelsea che  conosciamo oggi, ma in campo scendono i calciatori ed in questo momento ho molta fiducia nel  gruppo azzurro. Il cammino del Napoli nella fase a gironi è stata a dir poco entusiasmante. La  squadra di Mazzarri è riuscita a superare a testa alta un girone da tutti reputato proibitivo a   dimostrazione che il gruppo costruito dalla società gira e funziona bene. La strategia di mantenere i  campioni e di rinforzare la squadra con un innesto di qualità all’anno sta producendo i suoi frutti. Certo non si può ottenere tutto e subito e la partita che va in scena al San Paolo già deve essere considerata un grande risultato. Se a questo ci si aggiunge che il Chelsea non sta esprimendo da  tempo il suo miglior calcio ecco che diventa tutto più interessante. Il Napoli, infatti, se gioca come  ci ha fatto vedere nelle grandi occasioni ha buone possibilità di far bene, anche se i Blues sono  imbottiti di campioni e non sottovaluteranno mai un match di Champions League. A tutto questo  bisogna aggiungere anche il campionato e la Coppa Italia, dove il Napoli è ancora in corsa. Una  stagione al momento positiva che ha messo in luce anche i pregi di un allenatore che ha saputo  dosare le forze dei calciatori per arrivare a febbraio ancora con tre strade da percorrere. Da portiere  a portiere poi desidero fare i complimenti a Morgan De Sanctis che negli anni ha saputo acquisire  quell’autorevolezza giusta per guidare tutta la difesa partenopea. È davvero un leader di questo  Napoli ed è giusto che riceva dall’ambiente  le dovute attestazioni di stima. Come non  complimentarmi anche con Rosati. Un ragazzo d’oro che nonostante i pochi minuti da titolare ha  saputo farsi trovare pronto. Contro la Fiorentina, ad esempio, ha fatto un paio di parate decisive che  hanno salvato il risultato. Prestazioni così, una tantum, non sono facili da realizzare e questo è un  segnale che si respira un clima positivo anche in panchina laddove non esistono invidie e rivalità.  Gli ingredienti ci sono tutti, ora non ci resta che aspettare domani sera per vedere finalmente il  Napoli riconquistare, con una prestazione da incorniciare, quel ruolo in Europa che la storia gli  riserva.

Fonte: Il Roma

La Redazione

M.V.

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.