Primavera. Per gli azzurrini l’ostacolo Reggina. Dentro Uvini

Primavera. Per gli azzurrini l’ostacolo Reggina. Dentro Uvini

Sei vittorie in sette partite e la leadership della classifica con una partita ancora da recuperare. La Primavera del Napoli è protagonista indiscussa di questo scorcio iniziale di stagione e oggi sarà chiamata a consolidare il primato contro la Reggina. La compagine amaranto è un cliente sempre difficile che però, lontano dalle mura amiche, ha sempre perso nell’ordine contro Roma, Palermo ed Ascoli.

RULLO COMPRESSORE – Il Napoli, invece, è un rullo compressore sia in casa che in trasferta, sia in campionato che in Coppa Italia, dove martedì scorso ha liquidato per 2-0 il Catania nella gara di andata del secondo turno eliminatorio. Il return-match è in programma mercoledì prossimo. La sensazione è che Saurini, in vista della trasferta infrasettimanale a Torre del Grifo, non adotterà alcun turn over. Si punta senza indugi a mantenere il comando della graduatoria ed eventualmente ad allungare il passo sulla Lazio. I biancocelesti, che inseguono il Napoli ad una incollatura, se la vedranno in terra marchigiana contro l’Ascoli. Incerto l’esito del confronto. Incerta anche la formazione anti-Reggina che adotterà l’allenatore azzurro. Non ci sono squalificati nel gruppo a disposizione di Saurini che dunque avrà un ampio ventaglio di scelte nei diversi reparti a cominciare dal pacchetto arretrato.

FORMAZIONE – Davanti al portiere Crispino, nella difesa a quattro sarà chiamato ad operare Lasicki in posizione centrale, presumibilmente in tandem con Celiento. A destra dovrebbe essere riconfermato Allegra con Nicolao sganciato sul settore opposto. Una variante potrebbe essere costituita dall’innesto di Savarise nel ruolo di terzino sinistro. In questo caso Nicolao sarebbe dirottato al centro al posto di Celiento, cui toccherebbe la panchina. C’è, però, un’altra alternativa che ha preso corpo nella giornata di ieri. Perché nello scacchiere partenopeo potrebbe trovare posto il brasiliano Bruno Uvini, classe 1991, che il Napoli prelevò a fine agosto dal San Paolo. Aggregato stabilmente alla prima squadra di Mazzarri, il giocatore ha vestito la maglia della nazionale verde oro alle scorse Olimpiadi di Londra, come riserva di Thiago Silva e Juan. Potrebbe esordire dal primo minuto. A centrocampo sono numerose le ipotesi. La più accreditata è quella di un reparto a tre con La Torre, Palma e Fornito, ma scalpitano per una maglia da titolare anche Romano (espulso nel match contro il Catania e dunque non utilizzabile nella partita di ritorno di Coppa Italia) e Palmiero. In attacco spazio a Roberto Insigne, Novothny e Tutino, il tridente delle meraviglie che tante soddisfazioni sta regalando. In caso di necessità Saurini potrebbe anche pescare Scielzo dalla panchina. Eccezionale la media gol dei partenopei che in otto gare hanno messo a segno venti reti. Si giocherà ad Aversa, allo stadio Bisceglia, con inizio alle ore 14.

QUI REGGIO CALABRIA  – Partita ostica per la Primavera della Reggina. Cevoli si avvia verso il 3-4-1-2. Confermato Cianci centrale, il dubbio in difesa riguarda gli esterni. A destra troverà spazio uno tra Akuku e Cordova, mentre sul fronte opposto si attende la conferma di Misale. I due esterni Varricchio e Porcino, avranno il compito di spingere sulle fasce. Sulla mediana rientra Condemi. In alternativa è pronto Maimone. In attacco la coppia Louzada-Campagnacci.

NAPOLI (4-3-3): Crispino; Allegra, Uvini, Lasicki, Nicolao; La Torre, Palma, Fornito; Insigne, Novothny, Tutino. All.: Saurini.
REGGINA (3-4-1-2): Licastro; Akuku O., Cianci, Misale; Varricchio, Condemi, Salandria, Porcino; Perrone; Louzada, Campagnacci. All.:Cevoli.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.

 


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google