Psv Eindhoven – Tutto sulla trasferta: aereoporto, stadio e città

Alla scoperta della città di Eindhoven: stadio, città, aereoporto e vita notturna

Il 4 ottobre alle ore 21:00 andrà in scena la prima trasferta in europa league del Napoli, la redazione di imnaples.it, come ogni anno, dedica un focus su tutte le informazioni e i consigli piu utili ai supporters partenopei per affrontare al meglio la trasferta.

In quest’articolo tratteremo del Psv Eindhoven non dal punto di vista tattico (già trattato nell’articolo Psv, i “contadini” a contendere la leadership al Napoli)  ma dal punto di vista extra-calcistico.

Città

Situata nel cuore della regione del Noord-Brabant, la più industrializzata d’Olanda, poco distante dal capoluogo Den Bosch, si trova la città di Eindhoven, città che deve la sua attuale espansione alla presenza dell’azienda Philips, che qui iniziarono la loro attività verso la fine del XIX sec. e trasformarono questo piccolo borgo in una delle città più industrializzate d’Olanda, infatti suoi circa 200.000 abitanti lavorano quasi tutti nel settore.

La città gode di un clima atlantico temperato, e a causa della sua “recente” formazione non ha un grande centro storico e non è meta turistica di primo interesse. La moneta è l’Euro e si parla l’olandese, ovunque è diffusa la conoscenza dell’inglese.

Lo stemma di Eindhoven è composto da due parti. In quella di sinistra viene raffigurato un leone rosso su campo argentato, mentre nella parte di destra vi sono tre corni argentati su sfondo rosso. Lo stemma unisce il leone del duca di Brabante e i corni del signore di Cranendonk.

La vita notturna di Eindhoven è sempre molto vivace. Ci sono numerosi caffè sulla Piazza Markt, ossia “piazza del mercato”, come pure nelle altre vie centrali quali Stratumseind,Dommelstraat e Wilhelminaplein.

Ci sono tanti locali dove bere, dai tradizionali pub olandesi ai bar alla moda e di tendenza, fino ai pub irlandesi con eventi sportivi trasmessi dal vivo sugli schermi televisivi, rimangono aperti fino alle 2 dal giovedì alla domenica e fino alle 4 il venerdì e il sabato. Stratumseind è la via disseminata di pub più lunga e più vivace del Paese.

Il giovedì sera è la serata soprattutto degli studenti. Stratumseind inizia a sud di Stadskerk St. Cathrien e si sviluppa verso sud. La strada ha persino un sito Web dedicato all’edonismo all’indirizzo www.stratumseind.nl

Stratumseind è anche la strada principale dove ci sono vari coffeeshop molto famosi ,tra cui il De Bakkeri è uno dei piu in voga.

Al pari delle altre città del Brabante, Eindhoven festeggia un carnevale molto colorato e si trasforma così in Lampegat, in onore appunto della sua rinomata e sopracitata fabbrica di lampadine.

Stadio

Il Philips Stadion di Eindhoven è lo stadio di calcistico sede degli incontri interni del PSV.

La sua capienza attuale è di 35 119 posti, tutti a sedere, e fu inaugurato il 31 agosto 1913.

Lo stadio è situato nel Philipsdorp nel quartiere Strijp, poco distante dal centro di Eindhoven.è valutato dall’UEFA con quattro stelle, il che significa che può essere atto ad ospitare finali di Europa League.

Lo stadio ha qualcosa di molto particolora infatti un seggiolino – sezione D, fila 22, posto 43 – è tenuto costantemente vuoto.

Il posto era occupato dall’industriale Frits Philips, responsabile dell’omomina ditta elettrica che ha sede proprio a Eindhoven, che negli ultimi anni della vita scelse di stare a guardarsi le partite del PSV tra la folla anziché sfruttare quelle che oggi verrebbero definite le “tribune vip” che lo stadio metteva a disposizione.

Frits Philips è famoso non solo per l’azienda omonima e per il seggiolino particola ma ha il merito di aver  salvato 382 ebrei durante l’occupazione nazista, convincendo i luogotenenti tedeschi che fossero necessari per la produzione della fabbrica. Anni dopo fu riconosciuto da Israele come “Giusto tra le Nazioni”, il riconoscimento conferito alle persone non ebree che hanno eroicamente rischiato la vita per salvare anche un solo ebreo dall’Olocausto, e un albero in suo onore è piantato nel Giardino dei Giusti di Gerusalemme.

È morto il 5 dicembre 2005, all’età di 100 anni, e il club decise di dedicargli questo tributo in segno di ammirazione e riconoscenza.

Come arrivare

Sotto i mattoni dell’aeroporto di Eindhoven c’è il famosissimo marchio della Ryanair infatti tanti sono i voli che partono da Roma per l’olanda ma da Napoli invece sono un po’ meno e piu cari.
Da Napoli è possibile volare con Transavia con il volo Napoli-Amsterdam , diretto e piu economico.

Eindhoven si trova a poco piu’ di 120 kilometri da Amsterdam ci sono varie possibilita’ per coprire i 120 km che separano Amsterdam da  Eindhoven.

La prima e’ spostarsi dall’aereoporto di Eindhoven alla sua stazione ferroviaria e poi prendere un treno. All’esterno dell’aeroporto di Eindhoven potete prendere il Bus numero 401 (Airporto Bus Service), il costo del biglietto e’ quello di un normale biglietto per i mezzi pubblici in Olanda, 2,60 euro, il tempo di percorrenza e’ all’incirca di 20 minuti (dipende dal traffico).

Per quello che riguarda gli orari del Bus 401, durante la settimana (lunedí – venerdí) le corse partono, piu’ o meno, ogni 15 minuti dalle 06.03 di matina fino alle 23.58. Sabato la prima corsa e’ alle 7.31 e l’ultima alle 23.58, Domenica e festivi invece la prima corsa e’ alle 8.31 e l’ultima sempre alle 23.58.
Una volta arrivati alla stazione di Eindhoven ci sono moltissimi treni che collegano Eindhoven alla Stazione di Amsterdam, gli orari e i prezzi potete trovarli sul sito ufficiale delle ferrovie olandesi www.ns.nl. Il viaggio in treno dura, all’incirca, 1 ora e 20, dipende dal tipo di treno che si prende, se un intercity o un treno normale, il costo del biglietto e’ 17,70 euro sola andata, 32,00 euro andata e ritorno.

Un’altra possibilita’ e’ quella di prendere l’AirExpressBus che parte dall’aeroporto di Eindhoven e arriva direttamente ad Amsterdam nello spiazzale della stazione centrale. Il costo del biglietto e’ di 27,00 euro, 24,00 se invece si prenota e su acquista il biglietto via internet sul sito www.airexpressbus.com dove e’ anche possibile consultare gli orari di partenza e di arrivo, tempo di percorrenza: 2 ore e 15 minuti.

Il centro, la stazione, lo stadio, i locali: è tutto là, si fa a piedi in 15 minuti, piccola ed a misura d’uomo.

Il punto principale è come detto De Markt, la piazzetta elegante che ci si aspetta di trovare in una città nordica. Per il resto,è appunto una cittadina dove godersi una vita notturna inaspettatamente vivace ma non precisamente ricca di storia e cultura.

 Francesco Cortese
Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.