Reina – Napoli, Benitez cala il sipario: “Ingaggio da Premier, la Serie A non può permetterselo …”

E alla fine arriva Rafa: «Non possiamo permetterci l’ingaggio di Pepe: deve tornare al Liverpool e al Liverpool resterà». Good morning Napoli. Buongiorno da TalkSPORT, la più grande emittente mondiale di sport ai cui microfoni, ieri, Rafa Benitez ha raccontato un altro capitolo della saga di Pepe Reina. Da far invidia alla migliore telenovela sudamericana stile anni Ottanta.

COLPI DI SCENA. E allora, ultime notizie: neanche il tempo di registrare le parole del portiere spagnolo, che mercoledì dal Brasile aveva ammesso la possibilità di continuare l’avventura con il Napoli, che subito arrivano quelle del suo allenatore. Frenesia totale, colpi di scena a go-go e un’impressione: la vicenda è destinata a regalare ancora qualche sorpresa, ma nel frattempo è meglio attenersi alla realtà spiegata con dovizia da chi, del club azzurro, è il manager e non il semplice tecnico.

RETTE PARALLELE . Con ordine: «Restare in azzurro? Credo che ci sia questa possibilità, non lo escludo para nada» . Sì, due giorni fa, e precisamente dal ritiro della Spagna a Curitiba, Pepe non lo escludeva per niente (para nada, appunto). Poi, ieri, il dietrofront di Rafa: «Il futuro di Reina? E’ in Premier Legue: ha ancora due anni di contratto con il Liverpool ed è lì che tornerà, resterà e dovrà lottare per un posto» . Ma come? Benitez spiega e taglia corto: «Non possiamo permetterci il suo ingaggio» . Quattro milioni e mezzo di euro. «La Premier è una lega molto grande: in Serie A non paghiamo ingaggi imponenti come in Inghilterra» . Due rette parallele, il maestro e l’allievo.

LA CHIAREZZA. Insomma, sembra proprio che Benitez abbia scritto la parola fine in calce alla vicenda. O meglio: sembra proprio che il manager azzurro abbia spiegato a chiare lettere un po’ a tutte le parti in causa chi è che detta i parametri. Una cosa del tipo: i Reds possono chiedere ciò che vogliono per il portierone, anche 6 milioni di euro, e Reina può legittimamente aspirare a qualsiasi ingaggio: il Napoli, però, fa le sue valutazioni e le sue scelte. Soprattutto dopo aver puntato su Rafael appena un anno fa. E tutti vissero felici e contenti. Almeno per ora: arrivederci alla prossima puntata.

FUTURO INGLESE. Rafa, comunque, non si limita a parlare soltanto del futuro del suo giocatore: «La mia idea è tornare in Inghilterra, un giorno. A Napoli sono molto felice con i tifosi, il club, la città, il presidente e i giocatori. Sono supportato al massimo e tutto va alla grande, però la mia famiglia vive in Inghilterra. Ed è lì che le mie figlie vogliono andare all’Università».

ATTENTI RAGAZZI! . E come un padre orgoglioso, attraverso il proprio sito web ufficiale, abbraccia anche tutti i suoi ragazzi impegnati in Brasile: «Ho notato che al Mondiale c’è una nutrita schiera di giocatori con cui ho avuto la fortuna di lavorare: in bocca al lupo a tutti! Un augurio particolare, però, voglio farlo ai giocatori del Napoli: da un lato desidero che arrivino più lontano possibile, ma dall’altro vorrei averli qui con me per rituffarci nel nostro progetto appena terminato il Mondiale». Rafa entusiasta e un po’ in ansia. Rafa che cita fiero tutti i giocatori azzurri: «In bocca al lupo, buon Mondiale e tornate integri: Albiol, Higuain, Mertens, Insigne, Reina?» . Ma Pepe non torna. Almeno non dovrebbe.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.