Scopriamo il tallone d’achille del Bari

Studiamo il prossimo avversario del Napoli

 

Di solito il Bari crea molti problemi agli avversari sulle fasce, grazie ad una “rivelazione”dello scorso campionato come Alvarez ( che è comunque un giocatore esperto, classe ‘80), calciatore veloce capace di inserimenti e cross molto precisi sotto porta. Il pericolo maggiore dovrebbe però venire dall’attaccante Barreto, reduce da un’ottima stagione niente male e desideroso di compiere ulteriori progressi. Stando alle ultime indiscrezioni però,i  biancorossi si presenteranno al San Paolo con un 4-4-2 che avrà degli esterni adattati, a causa della condizione non ancora soddisfacente di Romero, degli acciacchi del già citato Alvarez e di Rivas, e del giovane D’Alessandro ritenuto dall’allenatore non ancora pronto per una sfida così importante. Quindi se l’honduregno non dovesse recuperare, il suo ruolo verrà ricoperto da Nico Pulzetti,  il che creerebbe dei problemi nella zona centrale del campo, in quanto l’ulteriore assenza di Gazzi determinerebbe il trio Pulzetti -Almiron-Donati a centrocampo, togliendo il sostituto di ruolo dalla panchina.

Il tallone d’Achille di questa squadra comunque promettente potrebbe essere un centrocampo rimaneggiato e un reparto difensivo indebolito dalle partenze di Ranocchia e Bonucci, autentiche promesse del calcio italiano, che la società non è riuscita a sostituire con giovani dello stesso spessore.

Le statistiche confermano che lo stadio San Paolo è un campo abbastanza difficile per il Bari; basta solo ricordare il 3-2 della stagione passata, definito al minuto 89′ da una rete di Quagliarella, dopo che gli azzurri erano andati in svantaggio per due volte. Ad infondere la fiducia tra le fila partenopee  ci sono anche i numeri di Mazzarri contro il Bari(tra Livorno e Napoli 4 i precedenti,dei quali 3 vittorie ed un pareggio) e quelli “storici”dei club,che affermano che il Napoli nei 35 incontri disputati tra Serie A, B e Coppa Italia vanta uno score di ben 26 vittorie, 7 pareggi e due sconfitte,una delle quali risale addirittura al 1959, ed un totale reti che ammonta a 58 goal fatti e 17 subiti.

Dirigerà il posticipo il signor Andrea De Marco, sotto la guida del quale la squadra azzurra ha ottenuto 4 vittorie(una delle quali in Coppa Italia), 3 pareggi e 3 sconfitte.

Le probabili formazioni:

Napoli(3-4-1-2):

De Sanctis, Campagnaro, Cannavaro, Grava; Maggio, Pazienza, Gargano, Dossena, Hamsik; Lavezzi Cavani.

Panchina: Iezzo,Grava,Santacroce,Yebda, Zuniga, C.Lucarelli, Sosa.

All.:Mazzarri

Bari(4-4-2):

Gillet, Belmonte, A.Masiello, Rossi, S.Masiello; Alvarez, Donati, Almiron, Ghezzal; Barreto, Kutuzov.

Panchina: Padelli, Parisi, Raggi, Castillo, Rivas, D’Alessandro, Pulzetti.

All.:Ventura

Segnalo il ballottaggio Grava-Aronica per la difesa del Napoli e Alvarez-Pulzetti per il ruolo di esterno destro del Bari.

Emanuele Criscuolo

 

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.