Cerca
Close this search box.

Scopriamo il tallone d’Achille del Palermo!

Tempo di rammaricare per i due punti persi sabato contro la Roma non ce n’è, visto il calendario agli sgoccioli, che propone l’ultimo turno infrasettimanale, che il Napoli disputerà al San Paolo con un Palermo a quota 42 che dovrebbe ormai dormire sonni tranquilli dopo un pazzo campionato che non ha concesso la presenza di un Purgatorio: o il Paradiso della parte alta o le infernali posizioni della zona retrocessione.

A caccia di punti per sfruttare il calendario sotto diversi punti di vista più favorevole rispetto a quello delle dirette rivali per la corsa al terzo posto, i partenopei avranno a che fare con un Palermo privo di alcuni punti fondamentali ma comunque in grado di rappresentare un possibile ostacolo al cammino azzurro. Walter Mazzarri schiererà una formazione il cui modulo è quello visto nelle ultime uscite della squadra, anche se privo di due giocatori: Campagnaro, infatti, non farà parte del trio difensivo che si porrà a guardia della porta di De Sanctis. Al posto dell’argentino ci sarà il suo connazionale Federico Fernandez, in parte responsabile del primo gol siglato dalla Roma; la marcatura è sicuramente una delle sue caratteristiche che può migliorare. Accanto a lui i soliti Cannavaro e Aronica. Sugli esterni l’eccellente Maggio continuerà a dare man forte alla manovra sul lato destro, mentre sulla sinistra ci sarà nuovamente Zuniga, autore di una grandissima rete che ha risollevato una prestazione (contro i giallorossi) che poteva decisamente essere migliore. Al centrocampo l’altra assenza alla quale Mazzarri deve porre rimedio, mancandogli Blerim Dzemaili. Lo svizzero, squalificato, lascia un buco nel centrocampo a tre dove Gargano e Inler scenderanno in campo al fianco di Marek Hamsik, che verrà retrocesso sulla linea mediana per rilevare l’ex giocatore del Parma. Interessante vedere cosa potrà offrire lo slovacco in questo ruolo e rapportarlo con i contributi dello squalificato centrocampista azzurro delle recenti gare. In avanti, quindi, potrebbe esserci spazio per rivedere dal primo minuto Ezequiel Lavezzi, che contro la Roma è entrato a partita in corso senza però incidere molto sulla partita. Contro il Palermo avrà la possibilità di mostrare le sue abilità e ricordare a tutti, allenatore in primis, che il posto che merita è decisamente tra gli undici titolari (buon per Mazzarri, che ha sempre affermato che preferisce avere questi problemi piuttosto che non sapere chi schierare). Davanti, infine, calcherà il rettangolo di gioco Edinson Cavani, sempre più vicino alla vetta della classifica marcatori. Un po’ più di fortuna e lucidità sotto porta e le cose potrebbero essere già da tempo diverse, ma si sa, nel calcio conta anche avere un po’ di buona sorte, un tiro sporcato, un rimbalzo davanti al portiere o una maligna zolla possono sempre aiutare in un verso o nell’altro i calciatori. In panchina siederà Goran Pandev, che secondo alcuni potrebbe soffiare il posto a Lavezzi come trequartista titolare. Il macedone giocò un’ottima partita all’andata, e non è da escludere che il tecnico di San Vincenzo voglia ripresentare questo giocatore contro i rosanero. Soltanto domani sera scopriremo i piani dell’allenatore del Napoli.

Da Pioli (nella sua brevissima permanenza sulla panchina rosanera) a Mutti, due su tre dei tecnici che hanno guidato la squadra siciliana hanno dovuto affrontare e subire la forza degli azzurri, che per due volte si son imposti per tre reti a una. Ora l’allenatore del Palermo ha a che fare con un’assenza importante in difesa, oltre ad essere orfani del capitano Fabrizio Miccoli: Andrea Mantovani, giocatore che suscitò non poco interesse da parte del Napoli al tempo del Chievo Verona, è stato lasciato a casa a causa di un affaticamento, proprio come il leccese. Oltre a questi due giocatori sarà importante anche il non avere a disposizione Balzaretti sulla corsia sinistra. Mancherà anche Della Rocca. Davanti al portiere Viviano il 4-3-1-2 dovrebbe presentare Munoz e Pisano sugli esterni, con Silvestre ed un insolito, per questo ruolo, Migliaccio che da mediano si troverà a disputare una gara da difensore centrale. Nella zona controllata di solito da lui scenderanno in campo Barreto, Donati e Bertolo. Questi tre giocatori avranno il compito di supportare l’unico trequartista Ilicic, alternandosi negli inserimenti e mettendo alla prova i riflessi di De Sanctis con tiri da lontano, caratteristiche che abbiamo già apprezzato di due di questi tre centrocampisti. In avanti, poi, Hernandez e Budan (o Zahavi) provano a non far rimpiangere l’infortunio di Miccoli, provando a rovinare il martedì sera della difesa napoletana.

La partita vede gli azzurri, per fattore campo e per assenze degli avversari, favorito nel match che andrà di scena al San Paolo domani sera, ma occhio a sottovalutare i siciliani, reduci da un pareggio sabato nel match contro i cugini del Catania. Il derby delle due isole potrebbe essere deciso già nel primo tempo, se si pensa che un possibile tallone d’Achille del Palermo è la condizione fisica: ammette lo stesso Mutti, infatti, che ben cinque giocatori sabato nel corso della partita erano stanchi a tal punto da chiedere il cambio al mister. A questo punto debole si aggiunga la presenza nel centro della difesa di un centrocampista, Migliaccio, abituato certo a coprire altri ruoli, ma non con la resa di quando gioca nel suo “habitat”. Il Napoli si trova in pole position per l’ultimo posto disponibile per la Champions League, e con quello che è successo ieri sera, si spera che a fine mese si possa ringraziare l’Udinese.

Dirigerà l’incontro il signor Andrea De Marco di Chiavari.

Emanuele Romolo Criscuolo

Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
Gestione Sinistri
la giovane italia
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.