Scugnizzeria in the World: Ciano ci mette lo zampino

Bariti tra i meno peggio nella disfatta del Vicenza. Insigne, che sfortuna!

Nello spezzatino della SerieBwin prestazioni contrastanti hanno distinto i ragazzi della Scugnizzeria partenopea. Insigne gioca un abuona partita, ma perde. Bariti vede il campo per 40’, ma fa poco nel disastro generale del suo Vicenza. Ciano invece si rende protagonista battendo il corner decisivo per i suoi, mentre Maiello non può far altro che guardarlo dalla panchina. Stesse sorte tocca all’empolese Dumitru

Varese – Pescara 2-1 (Insigne): Continua il momento no per il Pescara di Zeman. Gli abruzzesi infatti si fanno rimontare dal Varese, incappando in un altra sconfitta che potrebbe allontanare ancora di più la promozione diretta. Paccato perchè il Pescara gioca una buona partita, passando in vantaggio al 24′ col gol di Caprari e colpendo nel corso della gara due pali, con Immobile e Insigne, e una traversa con Balzano, a gioco fermo. Il Varese comunque ha avuto il merito di giocare una partita a viso aperto, non arretrando di fronte ai continui attacchi biancazzurri, anzi conducendo per larghi tratti il match. La rete del pareggio di Granoche, allo scadere della prima frazione, chiude idealmente una fase in cui i lombardi avevano mostrato buone geometrie, riuscendo altresì ad imbrigliare la manovra di Zeman.

Nella ripresa poi, al 13′, il Varese è bravo e fortunato nello sfruttare un erroraccio di Capuano, che consente a Granoche di firmare la sua personale doppietta. Risultato che si trascinerà fino alla fine, nonostante la foga del Pescara, portata avanti da un vivace, quanto sprecone Insigne. Il talento napoletano infatti ha in più di un’occasione la palla del possibile pari, ma vuoi la sfortuna, vuoi la bravura di Bressan, la sfera non supera mai la linea di porta. Nonostante ciò la prova del numero 11 del Pescara è da considerarsi sufficiente, avendo comunque cercato il gol, e essendosi reso protagonista di buoni movimenti. Nel finale comunque è  il Varese, con De Luca, ad avere le migliori opportunità, non concretizzandole. Si conclude così una partita veloce e vivace, in cui la squadra più convinta, ma anche più fortunata ha avuto la meglio. Lombardi che con questa vittoria si portano in piena zona Play-off, superando, in attesa dei match di domani il Padova al quinto posto in classifica (Giancarlo Di Stadio)

 

Crotone – Sampdoria 1-0 (Ciano; Maiello): La squadra di casa ottiene una vittoria pesante contro una delle candidate ad andare in serie A come l’undici di Iachini con un gol all’ultimo secondo di Eramo di testa che fa esplodere l’”Ezio Scida”. Un partita che è stata molto equilibrata dove i blucerchiati con Pelè sfiorano il gol del vantaggio ma Belec si salva in corner. I calabresi tentano il gioco di rimessa con Gabionetta e Calil ma la difesa genovese non mostra incertezza. La svolta della gara arriva ad inizio ripresa con il rosso a Berardi e inizia l’assalto alla porta di Da Costa. L’occasione migliore ce l’ha Eder ma a porta vuota manda alto sopra la traversa. Nel finale entra Camillo Ciano e da un suo corner nasce la rete della vittoria, mentre Maiello rimane in panchina per tutta la partita. Per i calabresi è il nono risultato utile consecutivo e si allontana sempre di più dalla zona retrocessione per la squadra di Iachini è una sconfitta pesante e che potrebbe costare molto per la zona play-off. (Alessandro Sacco)

Vicenza – Juve Stabia 0-3 (Bariti): Le vespe di Piero Braglia tornano a vincere lontano dal Menti di Castellammare e lo fanno in grande stile, con uno 0-3 che lascia poche interpretazioni e dimostra una grande superiorità nei confronti del Vicenza. A trascinare i gialloblù è ancora il bomber Marco Sau che con una doppietta ed un autogol da lui propiziato porta gli stabiesi ancor più lontani dalla zona playout e con la salvezza quasi in tasca. Per tutto l’arco del primo tempo i giallovestiti hanno dominato i veneti che non sono riusciti a creare gioco e hanno subito gli attacchi di Sau e soci, con uno Mbakogu particolarmente ispirato sulla fascia sinistra. Il vantaggio è arrivato al minuto 32, quando Sau imbeccato da Horacio Erpen ha messo la palla al centro, poi deviata in porta da Augustyn per lo 0-1 ed il raddoppio è arrivato solo otto minuti dopo con un fantastico tiro a giro del folletto sardo che ha bucato l’incolpevole Frison. Al riposo si è andati dunque sullo 0-2 per gli ospiti. Nella seconda frazione il Vicenza è entrato meglio in campo e ha messo in difficoltà gli stabiesi al 9′ con Abbruscato ed al 17′ con Bariti, giocatore di proprietà del Napoli, ma a segnare è stato ancora Sau, che dopo due clamorose traverse nella stessa azione all’ undicesimo minuto, al 23′ ha firmato la sua doppietta personale con un bellissimo tiro all’incrocio dei pali. Sarebbe potuto arrivare anche il quarto gol a dieci minuti dal termine ma il palo ha negato la gioia della marcatura a Mbakogu. Stabiesi a quota 46 e con la salvezza quasi in tasca. Bariti, il giocatore di proprietà del Napoli è entrato nel secondo tempo al posto di Giani giocando quaranta minuti. E’ andato vicino al gol al 17′ dopo un tentativo di Abbruscato, ma ha potuto fare poco in una squadra allo sbaraglio. (Dario Gambardella)

Nocerina – Empoli 2-1 (Dumitru): Sfida delicata a Nocera Inferiore tra Nocerina ed Empoli. Vincere per i molossi, vorrebbe dire serbare speranze concrete di salvezza. Partono forte gli uomini di Auteri imprimendo i propri ritmi di gioco. Dopo 15’ i toscani si fanno vedere in avanti, affidandosi all’uomo simbolo, il napoletano Tavano, (l’altro azzurro, Dumitru resta in panchina per l’intera durata dell’incontro). Il gol del vantaggio ospite, che inguaia la già precaria difesa salernitana, arriva sugli sviluppi di una bellissima azione: Moro ci prova dai 30 m, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa; pallone che ritorna in campo e viene colpito di testa da Ficagna e Gorzegno, prima di finire sui piedi di Maccarone che in uscita supera Concetti. I padron d i casa provano a ripartire ma mancano di concretezza negli ultimi 15 m, sebbene riescano a finire il primo tempo in avanti.

Nella ripresa la Nocerina è viva e determinata a ribaltare il risultato. Ci provano Farias e Barusso al 70’ ed al 72’, ma le loro conclusioni non c’entrano il bersaglio. La mole di gioco e la veemenza in attacco, meriterebbero maggior fortuna. Auteri sposta Di Maio in attacco e la scelta si rivela vincente: all’ 85’ la torre di Castaldo libera il difensore che controlla di sinistro e fa partire un mancino che si incrocia alle spalle di Dossena. Finita qui? Per nulla. Il pari sprona i molossi e impaurisce i toscani; al 92’ Castaldo è sgambettato in area e l’arbitro Tommasi concede il penalty. Dal dischetto va l’ex calciatore granata, Merino che cerca l’angolo alla destra del portiere. Dossena tocca ma la palla schizza dentro. Arriva in extremis una vittoria importantissima: i tre punti smuovono la classifica ed avvicinano i campani al gruppo invischiato nella lotta per non retrocedere. La tenacia al gruppo di mister Auteri non è mai mancata; servirebbe maggior fortuna e voglia di vincere. La convinzione è che con la spinta del pubblico di casa sarà presente per l’intero prosieguo della stagione; la palla passa, ora ai calciatori. (Francesco Gambardella)

 

 

Servizi a cura di Alessandro Sacco, Dario Gambardella, Giancarlo Di Stadio e Francesco Gambardella

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.