Sentenze, 10 mesi a Conte. Assolti Bonucci, Pepe e Di Vaio. Lecce e Grosseto retrocesse

Sentenze, 10 mesi a Conte. Assolti Bonucci, Pepe e Di Vaio. Lecce e Grosseto retrocesse

Il tecnico della Juventus, Antonio Conte è stato squalificato per 10 mesi dalla Commissione Disciplinare della Federcalcio in merito al processo sul calcioscommesse e quindi salterá la finale di Supercoppa italiana contro il Napoli in programma domani. Il tecnico, condannato per fatti risalenti a quando era l’allenatore del Siena, ha avuto uno sconto di cinque mesi rispetto alla richiesta del Procuratore federale, Stefano Palazzi, dopo che la Disciplinare aveva ritenuto “non congrua” la richiesta di patteggiamento a 3 mesi e 200mila euro di ammenda e dopo il rifiuto di un nuovo patteggiamento da parte dello stesso tecnico.

STOP PURE PER ALESSIO — La Juventus dovrá fare a meno anche del vice allenatore, Angelo Alessio che è stato squalificato per otto mesi e del collaboratore tecnico Cristian Stellini, che ha giá lasciato il club dopo il patteggiamento di due anni e mezzo.

BONUCCI E PEPE — Leonardo Bonucci e Simone Pepe sono stati assolti dalla Commissione Disciplinare nell’ambito del processo sul Calcioscommesse. Per i due giocatori della Juventus, all’epoca dei fatti rispettivamente al Bari e all’Udinese, la Procura Federale aveva chiesto 3 anni e 6 mesi e un anno.

LECCE E GROSSETO RETROCESSE — Lecce e Grosseto retrocesse in Lega Pro. È questo il verdetto della Commissione Disciplinare nell’ambito del processo sul calcioscommesse. La Procura federale aveva chiesto la retrocessione in Lega Pro con penalizzazione di 6 punti per il Lecce e di 3 per il Grosseto.

AMMENDA PER IL BOLOGNA, DI VAIO ASSOLTO — Nessuna penalizzazione per il Bologna nel prossimo campionato. È questo il verdetto della Commissione Disciplinare, che ha anche assolto Marco Di Vaio, condannando invece a sei mesi di stop Daniele Portanova. La Procura aveva chiesto due punti di penalizzazione per il club rossoblu, mentre per i due giocatori le richieste erano rispettivamente di un anno per omessa denuncia e di tre anni per illecito.

NOVARA -2 — È di due punti la penalizzazione inflitta dalla Commissione Disciplinare al Novara (Palazzi ne aveva chiesti 4) da scontare nella stagione 2012-2013. Penalità che si somma alla sanzione del precedente processo e che porta dunque per il club piemontese ad penalizzazione complessiva di -5.

APPELLI — Appelli da lunedì 20 agosto davanti alla Corte di giustizia federale.

IL PUNTO SUI PRECEDENTI PATTEGGIAMENTI — Il procedimento ha riguardato in tutto 45 tesserati e 13 club: numerosi erano stati i patteggiamenti nel corso dei dibattimenti della scorsa settimana: tra i club Siena (-6 punti e 100.000 euro), Bari (-5 e 80 mila euro), AlbinoLeffe, Sampdoria, Torino e Varese (-1 e 30.000 euro di ammenda), Portogruaro (5.000 euro). Tra i tesserati: Angelozzi (4 mesi), Bentivoglio (1 anno e 1 mese), Carobbio (6 mesi in continuazione ai precedenti 20 mesi), Da Costa (3 mesi e 30.000 euro di ammenda), D’Urbano (5 mesi e 10 giorni), Esposito (3 mesi e 10 giorni), Faggiano (4 mesi), Garlini (9 mesi in continuazione ai precedenti 3 anni), Gervasoni (4 mesi in continuazione ai precedenti 6 anni e 8 mesi e proposta di radiazione), Larrondo (3 mesi, 20 giorni e 30.000 euro), A. Masiello (2 anni, 2 mesi e 30.000 euro), Mutti (4 mesi), Parisi (2 anni e 10.000 euro), Passoni (6 mesi e 15 giorni in continuazione ai precedenti 14 mesi), Poloni (6 mesi in continuazione ai precedenti 12 mesi), M. Rossi (1 anno, 8 mesi e 20.000 euro), Sala (2 anni), Sanfelice (4 mesi), Savorani (5 mesi e 10 giorni), Stellini (2 anni, 6 mesi e 50.000 euro di ammenda).

Fonte: Gazzetta.it

La Redazione
S.D.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google