Serie A, i Temi della 9a giornata

 

Turno infrasettimanale, quindi tutti in campo, già da martedì. Apriranno Juventus e Fiorentina, in una delle sfide più sentite della Serie A. Poi Mercoledì toccherà alle altre, a partire dal big match tra Napoli e Udinese. Sul San Paolo saranno puntati gli occhi di mezza Serie A. Roma, Milan, Lazio e perché no, anche Inter, tutte in attesa di capire quale sarà il risultato che uscirà da sotto al Vesuvio, senza però dimenticare la cosa più importante: prima bisogna vincere le proprie partite.

Juventus – Fiorentina: era stata esaltata troppo facilmente, additata senza cognizione di causa come la protagonista del campionato. Tutto questo solo una settimana fa. Adesso, complici prima la questione agibilità dello stadio, poi lo scarico di Del Piero, e di infine i problemi in difesa, la Juve arriva alla sfida con la Fiorentina priva di molte certezze. Fortuna che i viola non siano messi meglio. La contestazione verso la società e verso il tecnico ha raggiunto livelli di guardia, e giustamente la squadra ne risente. Tutto questo a fare da background ad una delle sfide più sentite della Serie A. 47 vittorie Juve, 20 pareggi e 6 successi viola, in attese del prossimo risultato

Cesena – Cagliari: sono molti i fattori che potrebbero portare il Cagliari ad espugnare per la prima volta nella sua storia il  “Dino Manuzzi”. Innanzitutto la classifica: Cagliari terzo, reduce dal pari contro il Napoli, Cesena ultimo, complice anche la recentissima sconfitta di Siena. Poi la voglia di Ficcadenti di far risultato contro il suo recente passato, e quella dei giocatori di continuare a stupire. Dall’altro lato però ci sarà una squadra affamata di punti, con un Giampaolo sul filo del rasoio. E si sa che un allenatore alle strette è un allenatore pericoloso

Genoa – Roma: in attesa che torni Totti, la Roma si gode il nuovo gioiellino Lamela. Resta il dubbio se il suo gol al debutto sia un segno del destino, o solo la fortuna del principiante. Il Genoa potrebbe già essere il banco di conferma definitivo. Un match non facile per i giallorossi, considerando anche i precedenti. 23 vittorie per il Grifone, solo 6 per la Roma, memore anche del triste epilogo dell’era Ranieri, avvenuto l’anno scorso, proprio a Marassi, proprio a causa di un’incredibile rimonta del Genoa

Milan – Parma: dopo il “Boateng vs Lecce” di Domenica, il Milan riceve un Parma che cerca di ripartire, dimenticando lo stop contro l’Atalanta. Giovinco contro Ibra, Davide contro Golia. Gli ingredienti per un bel match ci sono tutti, nonostante il Milan possa vantare ben 8 successi nelle ultime 9 apparizioni (12 in tutto, 6 i pareggi, 2 le sconfitte). Speriamo solo che il Parma possa essere quello di Napoli e non quello di Torino

Novara – Siena: sfida inedita in Serie A. Gli unici precedenti (nelle serie inferiori) parlano però di un netto dominio toscano. 3 vittorie, un pari e imbattibilità casalinga per il Siena, sperando di poter esportare questa tradizione anche in Serie A

Atalanta – Inter: non basta una vittoria per scacciare la crisi, ne servono almeno un paio. Ecco perché quella contro l’Atalanta è per gli interisti una partita fondamentale. Obiettivo unico: i 3 punti. Non è però tutto così facile. I bergamaschi sono una delle compagini più in forma del campionato e storicamente hanno sempre dato dei grossi dispiaceri all’Inter. 13 vittorie non sono poche, neanche se si raffrontano ai 21 successi dei milanesi.

Napoli – Udinese: l’anno scorso  l’Udinese fermò i sogni Scudetto del Napoli. Adesso le parti si sono invertite, i bianconeri sognano in grande, ma il Napoli può sfruttare questa occasione per rilanciarsi ed avvicinarsi proprio ai friulani. Come detto l’anno scorso vinsero i bianconeri, evento però abbastanza raro al San Poalo (anche se non ultimamente). Infatti sono solo 4 i successi dell’Udinese, 10 i pareggi e ben 15 quelli del Napoli, l’ultimo nel 2007

Chievo – Bologna: campo amaro il Bentegodi per il Bologna dell’ex Pioli. Nonostante ciò i felsinei devono assolutamente raddrizzare una stagione nata sotto una cattiva stella. Le 4 sconfitte in 7 incontri subite dal Chievo non devono diventare un alibi per una compagine che ha assolutamente bisogno di punti salvezza

Lazio – Catania: secondi ad un punto dalla vetta, con il sogno non tanto segreto di essere primi al termine della giornata. Ecco così la Lazio riceve un Catania tutto sommato tranquillo, dall’alto dei suoi 10 punti (+6 sulla zona calda), a cui però va un po’ stretta quell’unica vittoria di 2 stagioni fa all’Olimpico. Lazio che dal canto suo ha conquistato 6 successi e 5 pareggi, sperando di ripetersi stasera, per il primato.

Palermo – Lecce: dopo aver preso 4 palloni in rimonta da Boateng … pardon volevo dire dal Milan … il Lecce va a far visito al fortissimo Palermo formato Barbera. Un’altra cocente sconfitta. A Lecce sperano di no, anche se la Sicilia è sempre stata indigesta ai salentini. 4 incontri totali e 3 successi del Palermo (oltre ad un pari). Dai Lecce, almeno non c’è Boateng, pardon volevo dire il Milan.

Servizio a cura di Giancarlo Di Stadio

 

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google