Tifosi Cesena: “A Catania c’eravamo: ecco come si aggirano i divieti”

Pubblichiamo di seguito l’ultimo comunicato delle WSB 81.

Domenica scorsa con il Lecce apprendiamo che l’agenzia viaggi Manuzzi di Cesena, mette in vendita a chiunque un pacchetto viaggio che comprende trasferimento e ingresso allo stadio di Catania, senza tessera del tifoso, come accredito. All’inizio rimaniamo sorpresi…poi ci viene un’idea. Ci informiamo e decidiamo, il lunedì pomeriggio, di provare a “violare il divieto”, infiltrandoci nel charter, che trasporta la squadra, riuscire ad entrare e mostrare i nostri simboli (WSB e Sconvolts) alla faccia di chi vuole eliminarci. L’obiettivo della nostra azione era in primis, riuscire a battere il divieto, violando l’assurdità del provvedimento che permetteva ai soli tesserati di scendere a Catania. Obiettivo secondario quello di mettere in “crisi” il loro sistema, che permette ai tanti tifosi da tribuna, amici e “vip” di entrare senza tessera allo stadio. Infiltrandoci volevamo mettere in crisi il loro sistema di privilegiati.
Quando agenzia, questore di Catania e società capiscono che sull’aereo saliremo anche noi… la questione diventa un caso. La nostra iniziativa manda in tilt il sistema. Il questore, fa di tutto per impedirci di partire… in quanto ultras, e alcuni addirittura ex daspati. La situazione è surreale… tutti gli altri non tesserati sull’aereo possono andare senza problemi e NOI NO? Mobilitiamo i nostri avvocati perché nonostante la repressione in atto, siamo ancora cittadini come gli altri e non possono impedirci di prendere un aereo. Grande è l’imbarazzo del sistema organizzativo, e grandi sono le pressioni per farci desistere dal nostro intento. Chiediamo che il divieto di prendere l’aereo ci venga comunicato attraverso un documento ufficiale, che ci venga scritto e firmato dal Questore di Catania o chi per lui. Ma sapevamo che non poteva farlo se non violando leggi e costituzione quindi… Noi, tramite i nostri avvocati, rivendichiamo i nostri diritti di cittadini, non molliamo e alla fine partiamo. Non ci piace certo viaggiare con squadra e società, e per questo stiamo sulle nostre, ma vogliamo raggiungere il risultato di entrare e violare, di fatto, il divieto. Viviamo cosi la nostra giornata da OSPITI INDESIDERATI, scomodi al sistema sempre, contenti di esserci infilati nelle falle del sistema repressivo per un giorno e ripagati dei tanti sacrifici per essere presenti comunque. AVANTI BRIGATE

 

LA REDAZIONE

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google