Tommaso Mandato (Ag.Fifa): “Rifiuti per motivazioni ambientali? Una bufala”

A Radio CRC, nel corso del programma “Si Gonfia La Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Tommaso Mandato (Ag.Fifa). Ecco quanto evidenziato dalla Redazione di IamNaples.it:

“Hai centrato perfettamente il modus agendi del Napoli, si va su giocatori a volte anche sconosciuti ma sempre funzionali al modulo e alle idee dell’allenatore e si tratta comunque sempre di giocatori validi e che sono stati a lungo monitorati e seguiti.
Il Napoli ha subito parecchi rifiuti e si sente dire che molti calciatori hanno rifiutato Napoli per motivazioni ambientali. Le uniche problematiche sono quelle economiche, in questo momento non si può competere con i prezzi di mercato europei e con il mercato come lo fanno le squadre inglesi.
Quello delle motivazioni ambientali è una bufala, Napoli tral’altro sa benissimo accogliere i suoi idoli e venire a fare il calciatore è una professione con cui non credo ci possa essere chissà quanta connessione con le problematiche della città. Le problematiche sono esclusivamente economiche.
Aspettiamo ora il miglior Hamsik e c’è tanta voglia di migliorarsi, è chiaro che c’è una base già solida e recuperando giocatori come Hamsik e Zuniga possiamo colmare una volta per tutte questo gap.”

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.