Venerato: “Gargano si sentiva un leader, ecco perché ha chiesto di andar via”

Venerato: “Gargano si sentiva un leader, ecco perché ha chiesto di andar via”

Nel corso della trasmissione Si Gonfia la Rete in onda su Radio CRC è intervenuto  il giornalista Ciro Venerato  ed ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quanto evidenziato da IamNaples.it:

“Gargano? Avevo anticipato dei dissapori tra Gargano e il tecnico. Noi giornalisti quando anticipiamo e ripetiamo le notizie lo facciamo a criterio, vedi Lavezzi (voleva più soldi) e Gargano, sapevo che c’era un problema: si sentiva un leader, l’area tecnica dissentiva vedendolo solo come buon giocatore; era divenuto quinto centrocampista con  Inler come favorito, con Dzemaili prima riserva, capace anche di giocare in mediana. Il suo agente aveva chiesto un lieve aumento alla società ottenendo un rifiuto, era ovviamente un tastare il polso alla società. Dalla prima conferenza stampa di Mazzarri c’è stata la conferma di tutto ciò. Da quel momento Gargano ha cominciato a chiedere di essere ceduto, perché  si ritiene un leader al pari di Lavezzi e di Cavani e non voleva giocarsi il posto con gli altri. Fassone è stato l’uomo chiave e gli ha fatto capire che Stramaccioni lo aspettava a braccia aperte. L’Inter gli ha poi anche aumentato il contratto. Critiche dei tifosi? Valutiamo la cessione solo dopo il sostituto. Ricordo quando la Juve annunciò la cessione di Zidane con l’arrivo di Buffon e Nedved. Anche ora con Lavezzi: Pandev non lo ha mica fatto rimpiangere… credo nel lavoro dell’area tecnica, perché ha portato dei risultati, diamo un minimo sindacale di fiducia al binomio Mazzarri-Bigon. Inler e Dzemaili li vedo dei semi nuovi acquist che si riveleranno determinanti. Un giovane interessante dovrebbe sostituire Gargano, che io sappia, da innestare. Escludendo Migliaccio subito, abbiamo Cirigliano, con un’operazione di 6 milioni e mezzo avviata da tempo, aspettiamo la risposta del giocatore. Poi Medel, anche se ho dubbi; Centurion, ma non dovrebbe muoversi, pur con un’offerta importante del Napoli. non trascurerei poi altre due piste “a fari spenti”, uno col Genoa (accordo congelato due giorni fa Vargas-Mesto) c’è stata una chiacchierata su Merkel, monitorato dal Napoli con l’unico problema della valutazione di Preziosi. Due: Pereira un argentino che potrebbe, Pozzo permettendo, rientrare nella tipologia che il Napoli vuole, non un titolarissimo, insomma. Attaccanti? Cavani resta, che voci assurde, credere al Sun è credere a Topolino! Mi risulta l’indisponibilità del Napoli per Floccari (valutato 5 milioni) pur col gradimento di Mazzarri, magari un nome dall’estero…”

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google