«Verona razzista»: la rabbia della Juve Stabia

Strascichi dopo la trasferta di domenica. Mercato: il Padova torna alla carica per Cazzola

Il giudice sportivo interviene a metà a sostegno della lotta antirazziale intrapresa dalla Juve Stabia dopo i cori intonati sabato scorso al «Bentegodi» dai tifosi del Verona contro il Sud e Castellammare. «Schettino uno di voi», «Torna alla tua terra terron» e «Bye bye terron» gli slogan più gettonati. Il peggio però nelle offese al giovane tifoso stabiese, Nino Martinelli, morto in un incidente stradale. Alla fine il club veneto è stato sanzionato con una multa di 8mila euro e la diffida dello stadio. Nessuna punizione per il difensore Mareco che ha colpito con un pungo Danilevicius: il suo comportamento non è stato ritenuto punibile con la prova tv. Decisioni che hanno lasciato l’amaro in bocca anche agli uomini di Braglia. E monta allora la rabbia a Castellammare, tanto che lo stesso sindaco, Luigi Bobbio, è intervenuto: «Trovo intollerabile e inaccettabile non solo il comportamento inqualificabile della tifoseria veronese, ma soprattutto il silenzio, veramente assordante, che ha coperto questo ignobile episodio. Un silenzio che riguarda le autorità calcistiche che dovrebbero adottare precisi provvedimenti; quanto quelle cittadine che non hanno avuto alcuna parola di riprovazione». Sdegno a Castellammare e in tanti hanno invocato l’intervento del primo cittadino, mentre alcuni partiti hanno autonomamente deciso di scrivere al sindaco veronese, Flavio Tosi, per chiedere «scuse ufficiali».
Intanto la squadra si prepara per il match di sabato contro il Crotone, mentre sul fronte mercato si registra un ritorno di fiamma del Padova per Cazzola dopo l’infortunio al ginocchio sinistro che ha costretto l’altro obiettivo, il palermitano Bacinovic, a operarsi. Potrebbe poi sbloccarsi in giornata l’affare Rivas: da battere la concorrenza di Torino e Independiente.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.

STufano
Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.