VIDEO – ”Voglio segnare contro ‘a Juve”. Insigne e quella promessa di mezza estate, un anno dopo

A Dimaro Lorenzo fece una promessa, è passato più di un anno, è giunto il momento di realizzarla

“Voglio segnare contro ‘a Juve”. Era il Luglio del 2012, il Napoli, reduce dalla vittoria della Coppa Italia, si apprestava a vivere l’ultimo anno del ciclo Mazzarri, e a parlare così era Lorenzo Insigne. Appena tornato dall’esperienza pescarese, Insigne era ancora considerato la quarta scelta da Mazzarri in quello scorcio di ritiro. La volontà del ragazzo, unita al diktat del patron De Laurentiis, gli impedirono di allontanarsi per un altro anno dalla maglia azzurra. Ma già allora dimostrava di avere idee chiare, in barba a gerarchie e titolarissimi. Ed un grande obiettivo: il gol alla squadra più odiata dai napoletani, la Juventus.

Questione di tifo, di mentalità, di modo di vedere il calcio. Il senso di appartenenza da un lato, a la gioia delle vittorie dell’altro. Nel mezzo fior fior di campioni che si sono sfidati. Sivori, Altafini, Platini, Maradona, Careca, Del Piero. Con le differenze economiche e di palmares che tendono sempre ad annullarsi in quei fatidici 90’ di gioco.

E’ passato più di un anno da quanto Lorenzo Insigne pronunciò quella frase. La scorsa stagione non ci riuscì, fallendo l’occasione sia a Torino, sia a Napoli. Quest’anno è intenzionato a riprovarci, complici anche i cambiamenti introdotti da Benitez nel club azzurro. Niente più titolarissimi mazzarriani, niente più ripiegamenti  a centrocampo e corse affannose di 50-60 metri, per poi servire Cavani. Adesso il Napoli è un collettivo del gol, e non è escluso che Insigne possa mantenere la promessa. D’altronde lo stadio che vide l’addio (molto ingeneroso) del suo idolo Alex Del Piero potrebbe essere il palcoscenico adatto per la prima rete in campionato del Magnifico. Magari bissando la splendida punizione contro il Borussia che incantò mezza Europa. Fantasie dopo una stressante settimana lavorativa? Forse, o forse no. I colpi e la classe ci sono. Di sicuro c’è però che la Juve ha ambizioni almeno uguali a quelle del Napoli. Il terzo Scudetto consecutivo per gli uomini di Conte non è una chimera, ma l’ambiente palesa un certo nervosismo. Gridare “al nemico” in ogni situazione potrebbe paradossalmente favorire un Napoli più sereno, sulle ali dell’entusiasmo. E in queste circostanze sono proprio i giocatori più tecnici e di classe a giovarsene. Proprio come Insigne (senza dimenticarci dei vari Callejon, Hamsik, Mertens…).

E’ il sogno del ragazzo di Frattamaggiore, un anno dopo. Dalla provincia napoletana al gol allo Juventus Stadium. Quasi da farci un film. Una storia che parte dalle trascurate zone dell’hinterland napoletano e che potrebbe coronarsi nello stadio simbolo della squadra “italiana” per eccellenza, dei forti, dei vincenti, dei potenti. Retorica a non finire, dietro ad un gol promesso, ma fino ad ora solo fantasticato. E magari esultare davanti al pubblico che osannò Del Piero, suo idolo d’infanzia. Quel pubblico, ahinoi composto da moltissimi corregionali campani, che non perde occasione per regalarci ogni settimana tanto “affetto”. Ma sono solo fantasie, come detto, dopo una stressante settimana lavorativa … o forse no.

Ecco il video con la promessa di Lorenzo “Il magnifico”:

[youtube_sc url=”http://www.youtube.com/watch?v=tGNFAeL3EYw”]

Servizio a cura di Giancarlo Di Stadio

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.