De Laurentiis: “Non ho comprato ancora nessuno, servono tante valutazioni! Quagliarella? Napoli è sempre aperta per lui. Sarri alla Juventus? Sarebbe divertente”

"De Rossi? Diventerà un grande allenatore, io non ci penserei due volte dopo l'avventura con la Roma "

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Kiss Kiss Italia.

“Ringrazio i tifosi per gli auguri. Vincere uno scudetto sarebbe un’unica e fortissima emozione una festa veramente straordinaria, però gli voglio dire che la mia festa l’ho vissuta nella napoletanità con i miei genitori e parenti. Dovremo coronare ancora di più quello che stiamo facendo con il massimo che è lo scudetto, ma anche la Champions non sarebbe male. 

Bisogna fare dei calcoli però perché chiederò di giocare fuori casa la prima per dare modo di completare i lavori, perchè ci saranno interventi anche agli spogliatoi della squadra. Ieri abbiamo fatto un sopralluogo, il costruttore mi ha chiesto se si potevano farne due fuori ma già sarà difficile giocare la prima fuori.

Quagliarella? Ritorno romantico, anche queso ultimo campionato che ha fatto è stato “quagliarellesco”. E’ tutto suo, il campionato della Samp ha più valore per Fabio che per la stessa Samp. 

Mercato? Non ho comprato ancora nessuno, si fa presto a comprare! Abbiamo 36-37 giocatori, dobbiamo verificare loro dove andranno prima di poter dire di avere le idee chiare. Per ogni tassello sul quale noi dovessimo operare abbiamo più di 6 scelte. 

Se mi piacciono le Castagne? Possono stare sia a sinistra che a destra!

Ci sono alcuni ruoli sui quali io devo assolutamente dotarmi di gente giovane ed altri ruoli dove chi deve fare il marcatore può avere una certa età. Un profilo con più esperienza ha una certa capacità di non farsi bloccare psicologicamente dalle paure dell’ambiente, del tifo dello stadio. L’esperienza di uno maturo è maggiore e si carica sulle spalle la responsabilità. Abbiamo un attacco formidabile e spaventoso: immaginate se un terzo dei pali che abbiamo preso fosse diventato gol. 

A Quagliarella darei un posto d’onore, poi bisognerà capire con il tecnico come muoversi. Nel suo caso dipende esclusivamente dalla volontà di Quagliarella, non giocandole tutte potrebbe usurarsi di meno…

De Rossi? Diventerà un grande allenatore, io non ci penserei due volte dopo l’avventura con la Roma. 

Ancelotti? Ha un contratto di tre anni dove il Napoli ha la possibilità di recedere pagando una penale. Sono sempre stato innamorato di lui, le mie intenzioni erano precise. 

Sarri alla Juventus? Dipende da lui, è maggiorenne. Uscito da casa nostra noi non possiamo che augurargli successo. Tiferò per la sua squadra in finale a Baku, sarei felicissimo vincesse. Ci sarebbe più gusto se venisse alla Juventus.”

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.