Cerca
Close this search box.

Napoli-Salernitana 4-1, le pagelle di IamNaples.it: gli azzurri impongono il poker

Mertens decisivo, molto bene Rrahmani

Il Napoli torna ad imporre il poker, non accadeva dalle vittorie contro Udinese e Sampdoria. Gli azzurri la sbloccano con Juan Jesus, poi si rilassano e subiscono il pareggio di Bonazzoli. Il rigore di Mertens a fine primo tempo riporta il Napoli in direzione vittoria, legittimata nella ripresa da Rrahmani e Insigne dal dischetto. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

MERET 6: Partita da spettatore eccetto il gol subito su cui è incolpevole.

DI LORENZO 6,5: Solita prestazione completa, in entrambe le fasi di gioco. Lavora bene a livello difensivo e nella prima mezz’ora si propone anche con frequenza sulla sua corsia. (Dal 76′ Zanoli 6: Buon ingresso in campo, un numero di qualità sulla fascia destra e qualche buon cross per i compagni)

RRAHMANI 7: Preciso negli anticipi, lavora con aggressività, sceglie bene i tempi, fa anche gol, il terzo in campionato.

JUAN JESUS 6,5: Finalmente riesce a far gol dopo che due reti erano state annullate, poi sbaglia a scalare sul gol di Bonazzoli, deve stringere sul movimento dell’attaccante avversario che lo elude in maniera agevole.

MARIO RUI 6: Lavora bene in fase propositiva, serve anche un pallone ad Elmas che per poco non ci arriva, poi è pigro nella lettura riguardo all’azione del gol, non segue l’avanzata di Kechrida. (Dal 76′ Ghoulam 6: Entra con sicurezza in una gara già in cassaforte)

FABIAN RUIZ 6,5: Impegna due volte Belec, realizza il cross che porta al gol di Juan Jesus. A volte poteva alzare il ritmo nelle scelte negli ultimi venti metri ma la qualità c’è stata anche oggi. (Dal 64′ Politano 6: Qualche buona accelerazione ma deve migliorare nelle scelte anche quando Osimhen aspettava qualche pallone in più in area di rigore)

LOBOTKA 6: Solito lavoro in regia, però in qualche situazione poteva verticalizzare di più, rischiare il passaggio filtrante, talvolta, invece, è scolastico nelle decisioni. La gestione della palla complessivamente, però, è sempre buona.

LOZANO 6: Qualche accelerazione, un’occasione in area di rigore in cui poteva far meglio ma il tiro è venuto senza forza. Qualche combinazione sulla destra, degli spunti in cui poteva essere anche più incisivo. (Dal 46′ Insigne 6,5: Entra con lo spirito giusto, determinato, aggressivo, si procura e segna su rigore finalmente il gol numero 115 in maglia azzurra, raggiungendo Maradona nella classifica all time dei marcatori del Napoli)

ZIELINSKI 6: Lavora bene nella costruzione, con la qualità che gli appartiene, però, sia sullo 0-0 di testa che sul 4-1 di piede dev’essere più freddo e lucido.

ELMAS 6,5: Dialoga con qualità con i compagni, lavora nello stretto con qualità tra le linee con Mertens, Zielinski e Fabian Ruiz, inventa la serpentina che porta al rigore che rialza il Napoli dalla paura di mettere in discussione una partita in netto vantaggio.

MERTENS 7: Inventa un assist per Zielinski ad inizio gara, segna il rigore che spegne le paure e mette Rrahmani in condizione di far gol. Eccetto il quarto d’ora di black-out nel primo tempo in cui la squadra s’allunga, sta sempre nel vivo del gioco, lavora bene nelle combinazioni tra le linee con Elmas, Zielinski e Fabian Ruiz. (Dal 64′ Osimhen 6: Buono l’atteggiamento, evitabile il nervosismo nel finale per qualche pallone non ricevuto da Politano in area di rigore)

SPALLETTI 6,5: Terza vittoria consecutiva in campionato, la squadra gioca bene, conquista il campo, per mezz’ora circa fa un solo gol ma comunque sta bene in campo. Il Napoli poi torna a mettere in mostra un vecchio vizio: si rilassa, cala d’intensità nervosa e dorme su un’accelerazione improvvisa della Salernitana che non arriva a caso. Gli azzurri si erano allungati, avevano perso intensità e qualità nella gestione del pallone. Buona la ripresa, ottima l’aggressività con cui è iniziato il secondo tempo, tutto il resto poi viene in scioltezza.

Ecco il tabellino del match:

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo (31′ st Zanoli), Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui (31′ st Ghoulam); Fabian Ruiz (19′ st Politano), Lobotka; Lozano (1′ st Insigne), Zielinski, Elmas; Mertens (19′ st Osimhen). A disposizione: Marfella, Ospina, Malcuit, Tuanzebe, Demme, Petagna. Allenatore: Spalletti.

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Delli Carri, Gagliolo, Bogdan, Veseli; Kechrida, Di Tacchio, Schiavone (36′ pt Jaroszynski), Obi; Bonazzoli (34′ st Simy), Vergani (17′ st Russo). A disposizione: Russo, Guerrieri, Cannavale, Motoc, Perrone, Iervolino, Guida. Allenatore: Colantuono.

ARBITRO: Pairetto

MARCATORI: 17′ pt Juan Jesus (N), 33′ pt Bonazzoli (S), 49′ pt  Mertens (N, su rig.), 2′ st Rrahmani (N), 8′ st Insigne (N, su rig.)

NOTE: Espulso per doppia ammonizione Veseli (S). Ammoniti: Delli Carri, Obi, Veseli (S); Recupero: 4′ pt, 0′ st.

 

Dal nostro inviato al Maradona Ciro Troise

 

 

 

 

 

Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
Gestione Sinistri
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.