Raul Albiol: “Il Milan è una squadra di qualità, la classifica in queste gare conta poco. La Juventus è favorita per lo scudetto, ma ci speriamo. Sulla Champions…”

Raul Albiol: “Il Milan è una squadra di qualità, la classifica in queste gare conta poco. La Juventus è favorita per lo scudetto, ma ci speriamo. Sulla Champions…”

Intervenuto ai microfoni di Kiss Kiss Napoli ha parlato così il difensore del Napoli Raul Albiol. Ecco le sue parole:

“La Spagna ha giocato bene ed ha passato il suo gruppo, l’Italia ha perso nel doppio confronto con la Svezia e mi dispiace molto che l’Italia non partecipa. E’ una Nazionale storica, la seconda per mondiali vinti. Jorginho e Insigne? E’ normale che siano delusi, speriamo di vincere domani e così dimenticheranno più velocemente”.

Come sta il Napoli? “Dopo questa sosta inizia una serie di gare difficili, speriamo di giocarle ad alto livello, iniziando dal match di domani. Grande differenza con il Milan? In queste gare la classifica dice poco. Loro sono una squadra nuova, non stanno giocando benissimo, ma ci sono calciatori di qualità ed in una gara i calciatori forti possono portare problemi”.

Tv? “Vedo il Grande Fratello spagnolo, non vedo però molta televisione. Ho quattro figli, se vinco lo scudetto faccio il quinto (ride). Ho conosciuto mia moglie con un amico in comune, durante la mia esperienza a Valencia. Conobbi mia moglie a lavoro e ho cercato di fare le cose subito”.

Scudetto? “Speriamo, abbiamo iniziato la stagione con quest’obiettivo. Vogliamo migliorare il nostro record di punti, ma tante squadre stanno facendo bene ed è difficile. Juventus? Siamo vicini e stiamo migliorando anno dopo anno. La Juventus è favorita dopo le vittoria negli ultimi anni, ma non dobbiamo sbagliare nessuna gara. Shakhtar? L’unica opzione che abbiamo è vincere tutte e due gare ed aspettare la gara Shakhtar-City. Nuova maglia? Non l’ho ancora visto, la vedrò domani”. 

Cibo? “Qui a Napoli mangio bene, anche in Spagna c’è un ottimo cibo, mi piacciono cose come la Sangria o la Patanegra. Non so cucinare, a casa ci pensa mia moglie”. 

Fase difensiva? “In questi anni uno degli obiettivi era subire meno gol, stiamo lavorando bene tutta la squadra e occorre continuare così sino alla fine”. 

Partite di calcio? “Vedo molto il campionato spagnolo, visto che sono anni che non ci gioco. Italia-Svezia? Ho visto solo il ritorno, gli azzurri hanno avuto occasioni e penso che alla fine hanno dato tutto. Il gioco non era bellissimo, ma la squadra ha dato il massimo ed è stato un peccato”.

Il pianto di Buffon? “Penso sia normale. Lui ha vinto Mondiale con Nazionale ed il fatto che non può partecipare al suo ultimo Mondiale, penso sia normale”.

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google