RILEGGI IL LIVE – Spalletti: “Kvara sente ancora dolore, non sarà convocato. La qualità del gioco è la nostra risorsa”

Segui la conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Udinese

Spalletti: “Entusiasmo? Siamo più di cinquantamila, il boato del Maradona a volte è come la borraccia lanciata al ciclista al momento della salita, quel sorso d’energia che fa la differenza. Sono loro che stanno con gioia tutti insieme a vivere questa passione, è una vittoria loro più che nostra, siamo felicissimi di questo percorso, era un nostro obiettivo infiammare la passione della piazza”

Spalletti: “Per quello che accade durante la sosta, si va in un posto che siamo andati a visionare, per certi versi l’abbiamo trovato ottimo, in altri aspetti qualche dubbio mi è venuto. Abbiamo uno dei migliori preparatori come Francesco Sinatti, mi è sempre piaciuta come faccia. Ha professionalità, bravura, sintesi veloce, sono contento di averlo conosciuto e di fare le cose che lui mi dice. Non può essere una polemica che ci riguarda quello che succede dentro le partite, abbiamo il nostro biglietto da visita: vogliamo fare calcio, una roba interessante che coinvolga il sentimento dei nostri sportivi. Rigorino? Verrebbero fuori delle cose divertenti se prendessimo i giornali, somiglia molto a quello che abbiamo subito contro il Lecce. Domani dobbiamo andare fuori dallo spogliatoio e riproporre le stesse cose come abbiamo fatto dalla prima amichevole ad oggi, dobbiamo essere quelli che al tentativo di crearci delle difficoltà tiriamo fuori le qualità del gioco, cercando di stare nella metà campo avversaria e fare gol. Ci si adatta a soffrire, fare qualcosa di differente”

Spalletti: “La rosa è sicuramente forte, i calciatori che sono fuori hanno dimostrato di essere professionisti intelligenti nell’interpretare il ruolo e la professionalità. Sono quelli che magari stanno fuori 4-5 partite e poi entrano con il massimo della professionalità che fanno la differenza”

Spalletti: “Quel periodo di sosta ci servirà prima per ritrovare le energie, poi per riacquisire la condizione stando addosso a chi la interpreta troppo in maniera vacanziera. Faccio l’allenatore, giorno dopo giorno cerco di parlare con il calciatore, ci sono quelli che dal drone tirano fuori i pezzi migliori dell’allenamento per farlo vedere il giorno dopo”

Spalletti: “Quando una squadra gioca bene a pallone, non deve temere niente. L’episodio può andare bene o male, poi mi metto ad esibire di nuovo il mio calcio, diventa fondamentale. L’Udinese ha la stessa matrice delle società che sanno fare calcio, è un club che riesce a prendere i migliori calciatori che ci sono in giro per il mondo. È una società attenta, il direttore Giuntoli diceva che l’Udinese avesse una grande squadra con ottimi calciatori. Lui più di me conosceva le qualità dei calciatori che si mettono in evidenza in giro per il mondo anche se ancora non avevano esibito il loro valore”

Spalletti: “Kvara è ancora out, quando arriva a quel livello di pressione muscolare sente ancora male, ci sono altri giocatori che hanno dimostrato importanti qualità, magari non di quel livello lì perchè tutti lo individuano come il nuovo grande calciatore del calcio mondiale”

Spalletti: “La sosta ci può permettere di migliorare, il tempo a disposizione va valutato bene. Ci sono troppe variabili che non conosciamo, sappiamo che abbiamo a disposizione del tempo e che dobbiamo usarlo bene, cercheremo di allenarci nel miglior modo possibile. Insieme ai vertici del club, abbiamo tentato di programmare quello che sia il meglio possibile. Se ci si atteggia nella maniera corretta, sarà tempo utile”

Spalletti: “Da un punto di vista di gestione, se no0i pensiamo che sia la partita che poi ci permette di andare in vacanza, è un pensiero da dilettanti. È una partita da attaccare, sbranare per quello che è il ragionamento corretto un campione, un professionista. Anguissa? Lui, quando è uscito dall’ufficio del direttore, ha detto che sarò totalmente contento solo se vinco la partita di domani, il contratto, però, viene di conseguenza, però, poi ovviamente era contento del contratto. Ha messo la partita davanti, mostrando la differenza tra giocatore top e giocatore normale. Pericoli? Si affronteranno se verranno, non ce li chiamiamo. Sembra che stia tornando la serie A, una roba bella, molte squadre che sono in lotta, vincono, quelle più titolate sono tutte davanti un’altra volta. Sarà una guerra serrata, si affronta ridendo e giocando ad alta velocità riportando agli occhi di tutti ciò che abbiamo fatto finora”

Spalletti: “Conosco bene Sottil, l’ho allenato, già all’epoca era attento nella lettura della fase difensiva. Questa è una partita difficile, hanno vinto contro Inter e Roma, pareggiato contro Lazio e Atalanta”

Spalletti: “Non cambia tanto per noi, si fanno sempre le stesse cose, ci interessano quelle cose lì al di là di ciò che gira intorno a noi. Dobbiamo avere bello chiaro il nostro obiettivo giornaliero da percorrere, la partita contro l’Empoli ci ha creato delle difficoltà ma poi abbiamo vinto meritatamente. Ci sono state create delle difficoltà, l’Empoli ha giovani scelti bene, è una squadra forte, sono bravi a fare calcio. Ci sono due allenamenti che si possono sviluppare dopo: si possono far vedere gli episodi salienti, sy quello che succede in altri campi non possiamo determinare, poi è ovvio che ci fa piacere se una big con cui combattiamo pareggia o perde. Il nostro modo di stare in campo ci sta portando dei benefici, bisogna saperlo riconoscere a memoria. È presto perchè un episodio a favore o a sfavore sia determinante, mancano 72 punti, diventa fondamentale allenarsi bene giorno dopo giorno”

Benvenuti alla diretta testuale di IamNaples.it della conferenza stampa di Luciano Spalletti, allenatore del Napoli alla vigilia della sfida contro l’Udinese.

 

Dal nostro inviato a Castel Volturno Ciro Troise

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.