Verdi: “Voglio scrivere la storia del Napoli. Con l’Empoli brutta batosta, col Genoa ed a Londra ci sarà una grande reazione”

" C'è un calore attorno alla squadra che non avevo mai visto da nessuna parte"

Simone Verdi, attaccante del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Kiss Kiss Napoli.

“A Torino ho fatto una buona partita ed un gol ma non ero al livello delle mie prestazioni col Bologna. Con la Roma ho alzato il livello delle mie prestazioni. E’ difficile giocare tutta la partita ad un livello alto se giochi poco. Abbiamo approcciato benissimo la partita con la Roma dal punto di vista mentale, cosa che non c’è stata con l’Empoli. Sappiamo tutti come in Toscana l’approccio alla gara sia diverso, soprattutto quando l’Empoli gioca con una grande. Non è accettabile perdere così ma siamo fortunati che ciò sia avvenuto mercoledì e non troppo vicino alla sfida con l’Arsenal. 

Abbiamo capito perfettamente ciò che vuole il mister, che ci trasmetterà la sua esperienza internazionale con l’Arsenal. Dobbiamo andare lì senza dimenticare che c’è una gara di ritorno al San Paolo. Appena visto il sorteggio, abbiamo pensato fosse la squadra peggiore da prendere, così come loro lo hanno pensato di noi.

C’è rimasto il rammarico del match con la Stella Rossa ma ora la stagione può ancora cambiare, siamo ai quarti di finale di Europa League.

Nel primo tempo di Empoli il mister già non era contento, si vedeva che c’era qualcosa che non andava. Siamo una squadra che non si può permettere di approcciare in questo modo le partite. L’approccio alle gare ora sarà diverso.

Il Napoli ha un gruppo esperto e giocatori forti, che pensano al bene della squadra. Tutti pensano allo stesso modo. 

Lavorare con Ancelotti ti arricchisce, ti da dei concetti di gioco ed ha un altro passo rispetto agli altri. Ha un palmares di tutto rispetto ed ha una mentalità vincente. 

Il match di ritorno in casa nostra è senza dubbio qualcosa di positivo. Ricordo la partita d’andata con il Milan, quando eravamo sotto 2 a 0 e l’abbiamo ribaltata. C’è stata una scossa da parte del pubblico che ci ha dato qualcosa in più. Lo stesso è successo con il PSG ed il Liverpool.

Ho scelto la 9 ma non sento la pressione che comporta. Non l’ho onorata al meglio in questo anno ma posso fare di più in questo mese e mezzo che resta. 

Ho voglia di scrivere la storia del Napoli e posso dare tanto dimostrando il mio valore. I giornali hanno detto che volessi andare via perché giocavo poco, non è assolutamente vero. Non c’è stata la chiamata della Nazionale ma so che devo fare un grande lavoro al Napoli e dimostrare quanto valgo. C’è tanta concorrenza in Nazionale.

Mi piace esplorare la città con la mia ragazza, stiamo scoprendo la città e ci sono posti davvero fantastici. C’è un calore attorno alla squadra che non avevo mai visto da nessuna parte. Si sente grande affetto.

Meret? Ho avuto la fortuna di lavorare con lui già in Nazionale e si vedeva che aveva qualcosa di speciale. Il futuro è dalla sua parte sicuramente. “

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.