Beffa per la Primavera in Youth League: eliminati dal Real all’ultimo secondo

Beffa per la Primavera in Youth League: eliminati dal Real all’ultimo secondo

Una vera e propria beffa. Un gol all’ultimo secondo, al 95’, elimina il Napoli Primavera dalla Youth League (la Champions dei i giovani): vince 2-1 il Real Madrid, ma gli azzurrini escono a testa alta. Il beffardo epilogo si consuma proprio nei minuti di recupero: punizione (dubbia) per i blancos, miracoloso salvataggio sulla linea di Luperto ma il tap in vincente di Febas manda il Real ai quarti, gettando nella disperazione gli azzurrini, fino a quel momento autori di una prova di grande intensità, colma di cuore, tecnica e personalità. Un vero peccato, ma i ragazzi di Saurini possono essere comunque soddisfatti per la prova di autorevolezza offerta. Davanti a 1275 spettatori, al responsabile vivaio Gianluca Grava e l’ad del club Andrea Chiavelli, il Napoli, privo di Romano (inizialmente in panchina), Bifulco e Contini, ha iniziato con piglio e disinvoltura la gara. Primi 10’ equilibrati, poi il Real di Zidane jr (il figlio Enzo dell’ex campione Zinedine) prende in mano il gioco e segna la rete del vantaggio al 14′ con Munoz. Il Napoli accusa il colpo, Artiles e Zidane sfiorano il raddoppio. Nella ripresa Tutino e compagni giocano più sciolti e subito sfiorano il pari con una girata di Rubino al 7′ e con un colpo di testa di Girardi poco dopo. Gli spagnoli sono pericolosi nelle azioni di rimessa, ma il Napoli ci crede. Saurini rimodella la squadra con gli ingressi di Anastasio e Romano e al 26’ arriva il meritato pari con un colpo di testa vincente di Lasicki su corner battuto da Palmiero. Il resto è battaglia “sportiva”, con il Real a fiondarsi all’attacco e il Napoli a difendersi con ordine e a ripartire. Quando i rigori sembravano il più naturale epilogo, arriva la beffa del gol di Febas. Deluso Saurini: «Ci hanno negato un sogno, il recupero era appena terminato. Ho detto ai miei ragazzi di essere orgogliosi per questo torneo». Puntuali gli elogi di De Laurentiis: «Bravi. A volte una sconfitta può essere un grande risultato. E senza Nikita Contini aggregato alla prima squadra. Sono orgoglioso di voi!».

Fonte: Il Mattino


Iscritto alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”. Ha iniziato a collaborare per IamNaples.it nel marzo 2011, dove in particolare cura il focus sugli arbitri e collabora alla rubrica “Scugnizzeria in the World”

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google