Primavera 1, Napoli-Roma 0-4: quante disattenzioni per gli azzurrini, le pagelle di IamNaples.it

Senese il più brillante tra gli azzurrini, Palmieri molto attivo ma poco cinico sotto porta

Dopo il pareggio contro il Liverpool, la Primavera del Napoli cade in casa contro la Roma incassando un sonoro 4-0 ed esprimendo una prestazione mediocre, un passo indietro netto soprattutto sotto il profilo della concentrazione e della capacità di stare dentro la partita con continuità. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

IDASIAK 5,5: Nella ripresa si rende protagonista anche di parate importanti ma sui gol ha delle responsabilità. Sul primo non è molto reattivo quando la punizione di Pezzella s’insacca senza deviazioni, sul secondo cerca di bloccare il colpo di testa di Celar, se l’avesse respinto avrebbe evitato sicuramente il gol. Anche in occasione dell’autorete di Perini, viene beffato sul primo palo e poteva fare di più.

CASELLA 5: Soffre come tutto il reparto difensivo, la Roma in area di rigore va al tiro con grande facilità, i meccanismi complessivi non hanno funzionato nel modo giusto, soprattutto nella capacità di stringersi nella zona centrale. Nella ripresa, quando gioca da esterno destro, si rende protagonista del cross per l’occasione di Sgarbi al 65′. (Dall’80’ Calvano s.v.: Poco più di dieci minuti per lui, entra a partita già archiviata)

SENESE 6: Uno dei più positivi, spesso si trova ad essere l’ultimo uomo a difesa della porta dovendo fronteggiare tanti giallorossi in area di rigore. Alcuni suoi interventi sono stati fondamentali per evitare che la Roma dilagasse ulteriormente, al cospetto di alcune provocazioni degli avversari stavolta non eccede nel nervosismo.

MANZI 4,5: La gestione dell’aspetto nervoso, dell’irruenza che appartiene al suo modo di difendere sull’uomo è uno dei suoi principali problemi, oggi è caduto in un errore di cui è stato protagonista anche altre volte negli anni scorsi. Rimedia una doppia ammonizione con due entrate assolutamente evitabili.

MEZZONI 5: Dovrebbe attaccare di più la profondità, proporsi come soluzione per i compagni con maggiore frequenza, lo fa in due occasioni nel primo tempo e nascono due palle-gol, prima con l’assist per Gaetano e poi con la conclusione di sinistro terminata alta sopra la traversa. Commette vari errori negli appoggi e deve rischiare di più nei movimenti senza palla. Al 43′ rischia anche di regalare un rigore alla Roma con un’entrata su Celar. (Dal 55′ Perini 5: Realizza l’autorete che significa poker per la Roma, in certe situazioni bisogna fare più attenzione a tutto soprattutto per un difensore in area di rigore)

MAMAS 5,5: La Roma domina a centrocampo, gli azzurrini fanno fatica in entrambe le fasi, sia nell’interdizione. La Roma arriva prima sulle seconde palle, costruisce gioco con serenità e spesso i due mediani azzurri sono costretti a rincorrere i giallorossi. Nella fase di possesso gli azzurrini riescono a trovare uno sbocco solo quando Gaetano si propone come riferimento. La prestazione del centrocampista cipriota è un passo indietro rispetto a quella offerta nelle precedenti gare sia sotto il profilo dell’intensità che riguardo all’aspetto tattico, anche nei tempi d’inserimento si muove in ritardo. (Dall’80’ Micillo s.v.: Poco più di dieci minuti per lui, entra a partita già archiviata)

LOVISA 5: Apprezzabile la determinazione nel cercare di recuperare i palloni con il pressing ma oggi non funzionano i tempi nell’uscita e poi sia lui che Mamas dovrebbero fare meglio una volta riconquistato il pallone.

ZANOLI 5: Mercoledì è stato il migliore in campo, oggi la prestazione è stata anonima, partecipa alla prova distratta del reparto difensivo e si vede poco in fase di spinta.

GAETANO 5,5: Deve fare di più, al 10′ ha la palla-gol dell’1-1 e la fallisce, in alcune situazioni di gioco si fa schiacciare sulla linea dei difensori, deve essere più incisivo quando si muove per ricevere palla e incidere sulla partita. Al 53′ mette Palmieri in porta con una verticalizzazione, da lui nell’arco di una partita ci si aspetta più giocate di questo tipo. (Dal 55′ Illuminato 5,5: Sta cercando di ritrovare il miglior stato di forma, con lui il centrocampo acquisisce un po’ più di qualità e lucidità nel corto)

NEGRO 5: Parte abbastanza bene, va in pressing su Cardinali in occasione della palla-gol fallita da Palmieri a porta vuota, fa tanto movimento coordinato con Gaetano e Palmieri ma dura poco, non riesce mai a proporsi come riferimento per i compagni consentendo alla squadra di guadagnare campo, dovrebbe cercare di giocare di più con i compagni. (Dal 55′ Sgarbi 6: E’ più incisivo nell’attacco alla profondità e alla porta, al 65′ ha la palla dell’1-3, non angola abbastanza il tiro e trova l’opposizione di Cardinali e Cargnelutti)

PALMIERI 5,5: Sotto il profilo dell’intensità, del dinamismo, della partecipazione alla manovra è sicuramente il più attivo, c’è il suo zampino in tutte le palle-gol costruite dal Napoli ma nella fase di finalizzazione deve fare meglio, non è da lui sprecare due occasioni che avrebbero potuto cambiare il corso della partita.

BARONIO 5: Ce la mette tutta dalla panchina a guidare i suoi, a cercare di spronarli, a farli uscire dalle difficoltà ma oggi i suoi ragazzi sono apparsi distratti e poco determinati nelle due zone più importanti del campo: la propria area di rigore e quella degli avversari. La Roma è complessivamente più forte del Napoli, così come il Liverpool, se non funziona tutto al massimo riguardo alla capacità di stare dentro la partita escono fuori i valori e si fa fatica a contrapporsi. E’ molto apprezzabile l’onestà intellettuale di Baronio nel post-partita, bisogna ripartire dalla sua consapevolezza durante la sosta.

Ecco il tabellino del match:

NAPOLI (3-4-1-2): Idasiak 5,5; Casella 5 (dall’80’ Calvano s.v.), Senese 6, Manzi 4,5; Mezzoni 5 (dal 55′ Perini 5), Mamas 5,5 (dall’80’ Micillo s.v.), Lovisa 5, Zanoli 5; Gaetano 5,5 (dal 55′ Illuminato 5,5); Negro 5 (dal 55′ Sgarbi 6), Palmieri 5,5. Panchina: Daniele, Zedadka, Marino, Vrakas, Sgarbi, Energe, G.Esposito, Saporetti. All. Baronio 5

ROMA (4-3-3): Cardinali 6;  Bouah 6,5, Bianda 6, Cargnelutti 7, Semeraro 6,5; Pezzella 6,5, Riccardi 7, Greco 7 (dall’87’ Simonetti s.v.); D’Orazio 6 (dal 66′ Buso 6), Besujien 6 (dal 66′ Cangiano 6), Celar 7,5. Panchina: Zamarion, Santese, Parodi, Trasciani, Marcucci, Simonetti, Buso, Bucri, Cangiano, Silipo, Chierico, Nigro. All. De Rossi 6,5

Marcatori: 7′ Pezzella, 12′, 27′ Celar, 70′ aut. Perini

Ammoniti: Bouah (Rm), Bucri (Rm), Bianda (Rm), Manzi (Na) al 20′ e al 29′

Note: espulso per doppia ammonizione Manzi al 29′

Dai nostri inviati al “Ianniello” di Frattamaggiore Ciro Troise e Francesco Russo

 

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.