Primavera 1, Udinese-Napoli 2-3: partita dai mille volti, ecco le pagelle di IamNaples.it

Perini ha il merito del gol-vittoria, bene anche Idasiak, Mamas e Gaetano

La Primavera del Napoli conquista il suo secondo successo in trasferta in campionato, raggiungendo, quindi, il numero di vittorie conseguite fuori casa nella scorsa stagione, quando furono espugnati solo i campi di Bologna e Juventus. Partita dai mille volti, il Napoli soffre nelle battute iniziali, poi viene fuori con il gol di Palmieri, conquista campo, viene fuori con le ripartenze, spreca delle occasioni e segna la rete del raddoppio. A fine primo tempo la rete di Coulibaly riapre l’incontro, alimenta le paure degli azzurrini che fanno fatica ad uscire, a mettere in difficoltà l’Udinese e subiscono il gol del pareggio. Negli ultimi venticinque minuti la partita è aperta, ricca di capovolgimenti di fronte, sia l’Udinese che il Napoli sprecano le occasioni per il possibile 3-2 e Perini al 92′ trova il prezioso gol-vittoria. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

IDASIAK 6,5: Sui gol non può nulla, forse sul primo poteva provare ad uscire in presa alta, fondamentale in cui deve crescere acquisendo più coraggio. Salva il risultato in più occasioni chiudendo lo spazio in uscita agli attaccanti avversari, al 5′ sullo 0-0 ipnotizza Kubala, al 56′ su Compagnon sull’1-2 e soprattutto all’88’ sul 2-2 su Gkertos.

ZANOLI 6: Buona prova, riesce ad uscire brillantemente dalle difficoltà nell’uscita dalle retrovie, in fase difensiva ci mette applicazione, sceglie spesso i tempi giusti. (Dall’84’ Giuseppe Esposito 6: Circa quindici minuti per il difensore classe ’99, ha personalità e si vede sin dal momento del suo ingresso in campo, cerca di guidare i suoi compagni del reparto arretrato)

SENESE 6: Ha delle ottime intuizioni come quando va in anticipo al 25′ e fa partire una ripartenza degli azzurrini, della linea difensiva è l’unico ad avere visione di gioco, lo dimostra quando entra Negro cercando costantemente la palla per il centravanti azzurro, pronto a lavorare spalle alla porta. Talvolta spegne l’interruttore, ha dei black-out che deve evitare, come quando al 56′ fa un dribbling di troppo su Coulibaly, perde palla nella sua trequarti e regala una palla-gol all’Udinese che solo Idasiak riesce a salvare.

PERINI 7: Realizza la giocata che vale i tre punti, ha la determinazione di farsi trovare pronto sul secondo palo sulla deviazione di Filipiak, già in una situazione precedente aveva attaccato l’area avversaria con un cross teso deviato da Mamas. In fase difensiva soffre come tutti qualche uno contro con Coulibaly e in occasione del gol del talento classe ’99 è lui a farselo sfuggire e a trovarsi in ritardo sul suo stacco.

MEZZONI 5,5: Ha qualche buono spunto quando parte in progressione, è intelligente l’inserimento sul corridoio intermedio nell’azione della rete del 2-0 ma commette anche tanti errori, all’88’ da una sua palla persa nella trequarti arriva l’occasione dell’Udinese.

MARINO 5,5: Se non s’abbassa Gaetano a creare gioco, si fa grande fatica, deve cercare di più le soluzioni in verticale e avere più autorevolezza e personalità nel proporsi come regista della squadra. (Dal 46′ Mamas 6,5: E’ ottimo l’impatto sulla partita, prezioso nell’aggressività, nel recupero palla, al 55′ colpisce anche un palo con una girata deviata da Gasparini sul palo)

LOVISA 6: Nella gestione del pallone è carente in termini di qualità, dovrebbe avere più lucidità ma nella pressione sui portatori di palla avversari è prezioso, provoca l’ammonizione di Ermacora e soprattutto ha il merito della conclusione che porta alla rete della vittoria, la deviazione di Filipiak è determinata da una sua ottima conclusione.

ZEDADKA 5,5: E’ protagonista di qualche buona giocata, come per esempio il calcio di punizione che porta al palo di Mamas e anche dei cross interessanti ma deve far meglio nella gestione del possesso nella propria trequarti. Rischia in alcune occasioni nel primo tempo, al 76′ rischia di regalare il gol del 3-2 con un retropassaggio scellerato, lo grazia Compagnon che da buona posizione manda il pallone sull’esterno della rete. Insieme a Perini soffre le caratteristiche di Bocic nella prima parte della ripresa. (Dal 77′ Casella 6: Una ventina di minuti per il difensore ex Juve Stabia, soffre solo Bocic quando viene per gli uno contro uno sulla sua corsia)

GAETANO 6,5: E’ l’anima del Napoli, nel primo tempo fa quello che gli chiede Baronio da tempo, s’abbassa tanto come riferimento per il centrocampo nella costruzione della manovra, verticalizza tanto ed ispira le azioni che portano alle reti di Palmieri e Sgarbi. Inventa giocate d’alta scuola come l’assist no-look per Palmieri o il doppio passo con cui si libera per il tiro al 41′. Partecipa tanto anche alla fase difensiva nel primo tempo. Cala come tutta la squadra nella prima parte della ripresa, abbassa l’intensità, contribuisce meno all’ìnterdizione e l’Udinese schiaccia gli azzurrini. Deve crescere sotto il profilo della cattiveria nelle conclusioni, complici anche le parate di Gasparini ha la possibilità di calciare due volte in area di rigore, al 41′ e al 81′, e non riesce a far gol.

PALMIERI 6,5: Realizza il gol del vantaggio anche grazie all’errore di Gasparini e realizza l’assist per il raddoppio di Sgarbi, fa male all’Udinese variando su tutto il fronte d’attacco e colpendo spesso tra le linee. Cala nella ripresa, soffre l’atteggiamento della squadra, col baricentro più basso arrivano meno palloni per costruire azioni pericolose sfruttando l’intesa con Gaetano e Sgarbi. (Dal 66′ Negro 6,5: Dall’inizio della stagione ad oggi, è il miglior impatto sulla partita. Fa quello che gli chiede Baronio, conquista e protegge palla, all’81’ consegna a Gaetano un grande assist, solo l’intervento di Gasparini evita il gol)

SGARBI 6,5: Realizza il gol del raddoppio, aiuta la squadra proponendosi per le ripartenze, vincendo tanti uno contro uno, sfruttando la sua fisicità. Nella prima parte della ripresa come Palmieri soffre l’atteggiamento generale della squadra. (Dall’84’ Energe 5,5: Nei suoi primi minuti di gioco perde alcuni palloni, ci mette un po’ ad entrare in partita)

BARONIO 6,5: Sotto il profilo della personalità e della mentalità, la crescita è evidente, lo dimostrano i due successi esterni su tre partite in campionato. Oggi c’è da apprezzare la capacità di non uscire mai dalla gara anche nei momenti difficili e di riuscire a valorizzare le proprie caratteristiche nel primo tempo, con compattezza nella fase di non possesso e la capacità di far male negli spazi con le ripartenze in velocità. C’è da lavorare sulla prima parte della ripresa, quando, dopo il gol di Coulibaly, il Napoli ha perso le sicurezze, a livello psicologico si è fatto sopraffare dalla paura di non vincere abbassando il baricentro e consentendo all’Udinese di stazionare nella propria metà campo.

Ecco il tabellino del match:

UDINESE (4-2-3-1): Gasparini 5,5; Donadello 6,5, Ermacora 5,5 (dal 92′ Parpinel s.v.), Filipiak 5,5, Gkertsos 6,5 (dal 92′ Oviszach s.v.); Samotti 6, Ndreu 5,5 (dal 46′ Bocic 6,5); Snidarcig 5,5, Coulibaly 7,5, Kubala 5,5 (dal 69′ Lirussi 5); Compagnon 6. A disp.: Crespi, Di Franco, Renzi, Ballarini, Zanolla, Beak, Ilic, Petova. All. Sassarini 5,5

NAPOLI (3-4-1-2): Idasiak 6,5; Zanoli 6 (dall’84’ Giuseppe Esposito 6), Senese 6, Perini 7; Mezzoni 5,5, Marino 5,5 (dal 46′ Mamas 6,5), Lovisa 6, Zedadka 5,5 (dal 77′ Casella 6); Gaetano 6,5; Palmieri 6,5 (dal 66′ Negro 6,5, Sgarbi 6,5 (dall’84’ Energe 5,5). A disp.: Daniele, Casella, Esposito G., Mamas, Illuminato, Micillo, Esposito A., Energe, Negro. All. Baronio

A cura di Ciro Troise

 

 

Tufano
Simon tech
Scarpe Diem

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.