Primavera 2, Napoli-Spezia 2-2: le pagelle di IamNaples.it

Che impatto di Labriola e Iaccarino, Cioffi è imprendibile. Pesano le occasioni sprecate

La Primavera del Napoli non va oltre il 2-2 contro lo Spezia, una rivale per l’accesso ai play-off visto che la squadra ligure è a -3 dagli azzurrini ma ha quattro gare da recuperare mentre i ragazzi di Cascione soltanto due: le sfide interne contro Frosinone e Lecce. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

IDASIAK 6: Può farci poco sui due gol subiti, il diagonale di Pinto e il rigore di Pietra. È bravo nelle uscite, all’89’ ispira con intelligenza il contropiede di Cioffi che ha portato alla palla-gol sprecata da D’Agostino.

POTENZA 6: Si propone in due occasioni e costruisce situazioni molto interessanti, prima serve Cioffi che colpisce il palo, poi ad inizio ripresa fa la scelta sbagliata, potrebbe calciare verso la porta e, invece, serve Vergara sprecando una palla-gol importante. Queste situazioni devono motivarlo a spingere di più, a ricercare le sovrapposizioni con una frequenza maggiore.

COSTANZO 5: Il rigore probabilmente non c’era, l’intervento è sul pallone e non sui piedi di Leoncini ma la scelta è comunque sbagliata perchè spalle alla porta, in posizione defilata, con la giocata coperta si temporeggia e non si rischia. È un errore grave che il Napoli paga in maniera cara.

GUARINO 5: Pinto è un fuori quota, anche nelle giovanili del Benevento ha fatto più volte male al Napoli. Nell’azione del primo gol, Guarino gli concede troppo spazio e l’attaccante classe ‘2000 trova il diagonale del primo vantaggio spezino.

ROMANO 5,5: Deve proporsi di più, lo fa troppo poco, poteva essere un’ulteriore variante per le percussioni di Cioffi. (Dall’83’ Barba s.v.: Una decina di minuti per lui, rimedia un’ammonizione, è troppo poco il tempo a sua disposizione per una valutazione)

VERGARA 6,5: Nel primo tempo è tra i più propositivi, sviluppa delle azioni sulla catena di destra con Potenza, altre cercando la triangolazione con Ambrosino. (Dal 65′ Labriola 7: Fa la differenza in questa categoria, l’ha dimostrato anche nelle altre partite. Realizza il gol del pareggio e nel finale inventa un traversone d’esterno destro, soltanto l’uscita di Pucci in anticipo su Cioffi evita il peggio per lo Spezia)

VIRGILIO 6: Complessivamente una buona prova ma nell’azione del primo gol dello Spezia si fa mettere in mezzo dal palleggio dello Spezia anche per il mancato contributo di Cioffi che non rientra fino in fondo nel supporto alla fase difensiva e la poca aggressività di Guarino nel difendere in avanti rompendo la linea.

CATALDI 6: Discreta prova, gestisce con un po’ d’ordine la manovra ma servirebbe cambiare passo talvolta per alzare il ritmo e supportare le scorribande degli uomini d’attacco. Nei minuti finali del primo tempo inventa un cross di destro che per poco non premia il colpo di testa di Ambrosino. (Dal 68′ Iaccarino 6,5: Ottimo impatto sulla partita, il gol del 2-2 passa per i suoi piedi, protegge palla con caparbietà e poi la scarica a Labriola che inventa la giocata del pareggio)

CIOFFI 6,5: Oggi un’ottima prestazione, è una spina nel fianco per la difesa dello Spezia, brillante nell’uno contro uno, imprendibile nelle accelerazioni. L’unico appunto è che talvolta dovrebbe essere più lucido nelle scelte e preciso nelle conclusioni, ha commesso degli errori soprattutto nel primo tempo.

AMBROSINO 6: Il gol gli regala la sufficienza ma la prestazione complessivamente è un passo indietro, forse non è ancora al meglio. Spreca un’occasione clamorosa a porta vuota al 35′, non è brillante nei movimenti, nel gioco di sponda in armonia con i compagni come in altre gare. (Dall’83’ Pesce s.v.: Il centravanti classe ‘2004 torna in campo dopo tanto tempo, la condizione non è ancora ideale ma l’atteggiamento è positivo, contribuisce ai tentativi degli azzurrini di realizzare la rete del 3-2)

D’AGOSTINO 6: Nel primo tempo produce poco, nella ripresa cambia la marcia e punta con frequenza la difesa dello Spezia, inventa la situazione che porta al gol dell’1-1, con l’accelerazione e il cross per Ambrosino. Spreca all’89’ un’occasione clamorosa a tu per tu con Pucci.

CASCIONE 6: La prestazione c’è stata, il Napoli ha creato tante palle-gol, sprecando delle situazioni molto interessanti. Non sempre la prova e il risultato coincidono nel calcio, forse oggi la Primavera azzurra ha giocato meglio rispetto ad alcune partite che ha vinto come per esempio quella contro il Cosenza in casa. Bisogna lavorare sulla lucidità, sull’aspetto mentale per ridurre gli errori commessi oggi sia nella propria area di rigore che in quella avversaria.

Ecco il tabellino del match:

Napoli: Idasiak, Potenza, Costanzo, Guarino, Romano (83’ Pesce), Virgilio, Cataldi (68’ Iaccarino), D’Agostino, Vergara (65’ Labriola), Cioffi, Ambrosiano (83’ Barba). A disposizione: Pinto, Acampa, D’Onofrio, Spedalieri, Sami, Beccarini, Umile, Di Dona, Furina. Allenatore: Cascione

Spezia: Pucci, Scieuzo, Gabelli (46’ Franzoni), Martini (54’ Chietti), Masi, Bertola, Leoncini, Pietra, Pinto (77’ Bellucci), Nobile, Gaddini (77’ Sakho). A disposizione: Gavellotti, Vannucchi, Scremin, Andreani, Gaeta, Vietina, Giorgi. Allenatore: Bonacina

Arbitro: Luca Zucchetti di Foligno

Marcatori: 53’ Pinto (S), 59’ Ambrosino (N), 64’ rig. Pietra (S), 78’ Labriola (N)

Ammoniti: Romano (N), Guarino (N), Barba (N)

Dal nostro inviato Ciro Troise

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.