Inaki Williams, l’investimento sulla fascia di cui il Napoli ha bisogno

Inaki Williams, l’investimento sulla fascia di cui il Napoli ha bisogno

La dirigenza azzurra, nella figura del ds Cristiano Giuntoli, sta monitorando diversi profili per il ruolo di attaccante esterno. Dopo aver blindato la fascia sinistra per i prossimi 4 anni con il rinnovo di Insigne, il Napoli è alla ricerca di un esterno destro che permetta a Callejon di tirare il fiato e che rappresenti per Sarri una valida alternativa allo spagnolo. Josè ha giocato tutte le partite di campionato in questa stagione tranne quella col Genoa, dove era assente a causa della squalifica rimediata il turno precedente con il Bologna. In quell’occasione fu sostituito da Giaccherini, suo sostituto naturale che a lungo andare non si è dimostrato all’altezza di ricoprire quel ruolo ed è stato impiegato raramente da mister Sarri. Negli ultimi giorni proprio per questo motivo è ritornato in voga un nome per la fascia azzurra che è già presente da tempo sul taccuino di Giuntoli: Inaki Williams, ala destra classe ’94 attualmente in forza all’Athletic Bilbao. Nato a Bilbao il 15 Giugno del 1994 da madre liberiana e padre ghanese, Inaki muove i primi passi nel mondo del calcio nelle giovanili del Nataciòn, dal quale viene prelevato all’età di 15 anni dal Deportivo Pamplona, squadra satellite dell’Athletic Bilbao. Nella città capoluogo della comunità autonoma della Navarra Williams trascorre ben tre anni, prima di passare alle giovanili della sua squadra del cuore, l’Athletic, che decide di puntare su di lui viste le innate doti tecniche e l’origine basca, caratteristica fondamentale per giocare a Bilbao. Nel 2012, alla sua prima stagione con la camiseta biancorossa delle giovanili, sigla un goal a partita e stupisce per la sua duttilità, essendo in grado di ricoprire abilmente sia il ruolo di prima punta che quello di esterno offensivo di fascia. Già da allora le sue caratteristiche erano già ben delineate: una grandissima velocità, che gli permette di superare abilmente gli avversari, e l’innata capacità di saper utilizzare bene il suo possente fisico, grazie al quale riesce a proteggere palla ed a lanciarsi in attacco. Dopo un anno e mezzo trascorso nella cantera dei baschi, il Bilbao decide di mandarlo in prestito al Baskonia, società che milita nella Tercera Divisiòn, quarta lega spagnola. Qui Williams continua a stupire e lascia intravedere numeri da assoluto talento siglando 7 reti in 18 presenze.

IL RITORNO A CASA

La stagione successiva viene giudicato dunque pronto dalla dirigenza dell’Athletic che lo richiama a Bilbao e lo fa esordire in Liga Adelante con la maglia della sua seconda squadra. Dopo aver ben figurato anche in questa occasione, giunge finalmente il momento dell’esordio in Liga con la prima squadra. Il 6 Dicembre del 2014 Inaki viene a sorpresa schierato titolare da Ernesto Valverde nel match perso 1 a 0 con il Cordoba con il compito di imbeccare la prima punta Aduriz. Nonostante la sconfitta di misura, l’esordio è molto positivo e da quel momento per Williams è tutto in discesa. L’esterno spagnolo trova la sua prima rete in maglia basca il 19 Febbraio 2015 nell’ottavo di finale di Europa League contro il Torino allo Stadio Olimpico, diventando di fatto il primo giocatore basco di colore a segnare con la maglia dell’Athletic. Il mese successivo viene convocato per la prima volta con la Spagna Under 21 e comincia ad attirare su di sé gli occhi di mezza Europa. Esordisce poi in nazionale maggiore nel Maggio del 2016 in un’amichevole contro la Bosnia Erzegovina, subentrando al 60° a Nolito. Nelle ultime due stagioni Williams ha accumulato 62 presenze tra Liga, Copa del Rey ed Europa Laegue siglando ben 16 reti e distribuendo ben 14 assist.

SACRIFICIO ED ATTITUDINE

Il numero 15 basco è stato impiegato da Ernesto Valverde principalmente sulle corsie laterali offensive del 4-2-3-1 con il compito di creare superiorità e di imbeccare l’unica punta Aduriz. In diverse occasioni ha dimostrato di poter ricoprire senza differenze di rendimento anche il ruolo di prima punta, viste le incredibili doti atletiche ed il buon fisico che lo contraddistinguono. Ciò che stupisce di Inaki Williams è la sua attitudine al sacrificio in difesa, dal momento che non è raro trovarlo in difesa ad aiutare il terzino di fascia in caso di contropiede avversario. In diverse occasioni tende a strafare cercando di superare l’uomo, tuttavia ogni volta che gli viene sottratto il pallone è sempre il primo a ripiegare in fase difensiva, caratteristica che lo rende molto simile a Callejon per attitudine ed atteggiamento. L’Athletic Bilbao, riconoscendone l’incredibile talento e valore, lo ha blindato fino al 2021 con una clausola rescissoria di 50 milioni e sembra intenzionato a volerlo trattenere quanto più tempo possibile. Il Napoli, secondo diversi portali, è su di lui e sta valutando il suo profilo per regalare a Sarri una valida alternativa a Callejon, impiegato quasi sempre da mister Sarri anche e soprattutto per il fondamentale apporto in fase difensiva. Williams è un classe ’94 e sotto la guida del mister di Figline Valdarno potrebbe realizzare e concretizzare tutto il suo grande talento.


a cura di Matteo Cascella

Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google