Joao Felix: da genio incompreso a indiscutibile talento!

Joao Felix: da genio incompreso a indiscutibile talento!

Per la rubrica Talent Scout oggi i riflettori li puntiamo verso uno dei talenti più puri che il panorama calcistica sta offrendo, con prestazioni da vero fuoriclasse offerte sia in Patria che fuori dai confini nazionali.

Parliamo di Joao Felix!

In breve:

Nome completo: João Félix Sequeira
Data di nascita: 10/nov/1999
Luogo di nascita: Viseu
Età: 19
Altezza: 1,80 m
Nazionalità:   Portogallo
Posizione: Attaccante-Seconda punta
Piede: destro
Procuratore: Jorge Mendes
Squadra attuale:  Benfica Lisbona
In rosa da: 01/lug/2018
Scadenza: 30.06.2023
 

Gli Inizi

Joao ha iniziato a giocare all’età di 8 anni nell’Os Pestinhas, a Tondela, stagione 2007/2008 ed è stato subito notato dallo scouting dell’F.C. Porto che lo ha tesserato tra le proprie fila per la successiva stagione 2008/2009.

Gli inizi non furono dei migliori in quanto il ragazzino a soli 9 anni, per seguire il suo sogno di divenire calciatore professionista, andò a vivere lontano dalla madre presso il convitto del club dei “draghi“. Purtroppo, dopo nemmeno una settimana, Joao in preda a paure e timori telefonò la madre per essere riportato caso.

Come biasimare un tale comportamento, di certo non deve essere facile a quella età rimanere senza i propri punti di riferimento, senza la colonna portante rappresentata dalla madre che ti conforta e supporta nei momenti di difficoltà.

Per questo motivo la madre, pur di dare la possibilità al figlio di perseguire il suo sogno (ambizione mai persa da parte di Joao) percorreva migliaia di chilometri a settimana per accompagnarlo agli allenamenti.

E’ cresciuto sportivamente nelle giovanili del Porto sino all’età di 14 anni, con una parentesi nel club del Padroense, club del distretto di Matosinhos, che ha la tradizione di formare grandi talenti.

Il Presidente del club, Germano Pinho, in alcune interviste rilasciate ad alcuni giornali locali, lo ricorda come un ragazzo dalle qualità tecniche sopra la media, un calciatore “elegante”, dal fisico gracilino, ma che oggi è diventato più robusto ed ha un futuro brillante davanti a sé.

Lo storico presidente del Padroense, inoltre, racconta anche del suo dolore a non vedere Joao vestire la maglia dei draghi e spera che lo faccia in futuro augurandogli in ogni caso tutto il successo che merita.

In effetti il talento cristallino di cui era dotato Joao passò inosservato allo staff del Porto (che lo considerava troppo basso ed esile) dal momento che nell’estate del 2015 si trasferì nelle fila della squadra “rivale” del Benfica.

Una rapida ascesa

Gli anni dell’adolescenza li trascorre, pertanto, nelle giovanili del club di Lisbona, facendo tutta la gavetta: Under 17, Under 19, disputa la Youth Legaue nella stagione 2016/2017 e viene nominato tra i cinque migliori talenti U19.

E’ il più giovane debuttante con il Benfica B all’età di 16 anni e 312 giorni: l’allenatore di quella squadra, Helder Cristovao, pur di sfruttare al massimo il suo enorme talento cambiò modulo passando dal 4231 abituale al 4312 con il centrocampo a rombo.

A 17 era già nella nazionale U21. Quest’ultima stagione, che sta ormai volgendo al termine, vede nascere una stella che siamo sicuri brillerà sempre di più.

Pur essendo così giovane, senza storia alle spalle come calciatore professionista, diventa subito protagonista: alla terza di campionato, 25/08/2018, subentrato negli ultimi 15 minuti della partita, mette a segno il gol del pareggio nel derby di Lisbona contro lo Sporting; diventa il più giovane calciatore a raggiungere la doppia cifra come gol segnati con il club, disputa alla grande dapprima la Champions League e poi l’Europa League durante la quale siglò una fantastica tripletta nell’andata dei quarti di finale contro l’Eintracht Francoforte. Con la maglia del Benfica ha disputato complessivamente 42 partite, messo a segno 19 gol e 11 assist.

Caratteristiche

Un po’ Rui Costa un po’ Bernardo Silva, così potremmo sintetizzare le doti di questo ragazzo prodigio. Nasce trequartista, ma ha qualità per ricoprire tutti i ruoli d’attacco. Ha doti di regista, assist-man, un dribbling secco e preciso; la qualità tecnica è indubbiamente il suo punto di forza, eccellente nel controllo del pallone, sgusciante negli spazi stretti, velocità sorprendente che lo fa diventare devastante negli spazi aperti.

È sicuramente quello che oggi viene definito un “crack” del calcio lusitano.

Mercato

Le quotazioni del ragazzo sono letteralmente schizzate, una crescita verticale che ha portato il suo valore da 1 milione di euro dal febbraio 2018 ai 35 milioni attuali e probabilmente non basteranno nemmeno agli aspiranti acquirenti!

Il club di appartenenza, infatti, vorrebbe tenere il baby-prodigio ed allungare il contratto aumentando anche la clausola rescissoria dai 120 milioni ai 200 milioni; al calciatore andrebbero circa 2,5 milioni netti a stagione diventando l’ingaggio più alto in rosa.

L’accordo sembrerebbe raggiunto quindi tra il presidente del club Luis Filipe Vieira ed il suo agente, Jorge Mendes; si attendono ulteriori sviluppi.

Il tutto non sembra scoraggiare le pretendenti all’acquisto: Juventus e Manchester United su tutte sono intenzionate ad e assicurarsi le prestazioni sportive di Joao, già vi sono stati incontri tra le rispettive dirigenze per poterne trattare il trasferimento.

Il calcio è un gioco

Per gli amanti del gaming e della simulazione calcistica, riportiamo la foto dedicata da Fifa19, nella sua espansione fifa ultimate team.

La carta rispecchia l’evoluzione impressionante del calciatore: si passa da una carta argento di inizio stagione a ben due carte speciali.

Per sfruttarne le qualità suggeriamo di integrarlo ed applicargli una carta intesa diversa a seconda del ruolo in cui lo si usa:

COC: regista, migliora dribling passaggio e tiro

COD/COS: predatore, migliora passaggio e tiro

ST: finalizzatore, migliora tiro e fisico, al massimo cecchino che migliora dribling e tiro

immagine tratta dal sito Futbin

Per gli amanti invece del calcio simulato manageriale riportiamo la relativa scheda, suggerendo di utilizzarlo come trequartista centrale e impostarlo come regista avanzato.

Social media:

Non abbiamo trovato un profilo Facebook ufficiale, suggeriamo di seguire questa pagina: clicca qui

Profilo Instagram ufficiale: clicca qui

Giuseppe Germano Croce

Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google