Paolo Cannavaro: “Cedere la fascia a Cavani? È giusto che la indossi un napoletano…”

Paolo Cannavaro: “Cedere la fascia a Cavani? È giusto che la indossi un napoletano…”

Ritorna l’appuntamento con il “Salottino” di Radio Marte. L?ospite di quest’oggi è il capitano azzurro Paolo Cannavaro. Ecco le dichiarazioni del difensore partenopeo, raccolte per voi lettori da IamNaples.it:

“Voglio esordire con un coro: Perchè il Vesuvio è la terra che amiamo, dell’eruzione ce ne freghiamo!  Pausa forzata? Io e Gianluca siamo rimasti sempre gli stessi nel corso degli allenamenti, non nascondo però che nel giorno della gara il mio umore cambiava nettamente…Ho sopportato comunque bene questa situazione. Come rileggo la storia? Mi sono sentito vittima di un’ingiustizia, ripetevo tra me e me perchè mi stesse capitando…Credo sia arrivato il momento di cambiare qualcosa nel calcio. Essere ripagato del danno subito? Non ci penso, sono contento di essere tornato un calciatore a pieno titolo, senza alcuna macchia nel curriculum. Giorno della sentenza? Non ho voluto ascoltare nessuno, ho appreso la notizia dalla tv e sono scoppiato in un pianto liberatorio. Chi è innnocente non patteggia? Si, è la sintesi perfetta per chi ritiene di essere innocente. Chi ringrazio? Non sarebbe giusto fare nomi, famiglia e staff mi sono stati sempre vicino: ringrazio tutti. Punto contro la Fiorentina? Potevamo fare qualcosa in più, abbiamo comunque dimostrato di essere forti, mettendo sotto un avversario di grande livello. Modulo offensivo attuato da Mazzarri sull’1-1? Il mister è un vincente, abbiamo capito che voleva portare a casa la vittoria: questi atteggiamenti ti infondono grande fiducia. Cedere la fascia di capitano a Cavani? In questi anni l’avrei dovuta dare anche a Lavezzi ed Hamsik, devono litigare per ottenerla? (ride, ndr). Edi comunque la meriterebbe perchè è un grande professionista, è però giusto che la fascia sia indossata da un napoletano nato calcisticamente nel club…Scendere in B per il Napoli? Lo rifarei altre mille volte, ora siamo arrivati in alto. Dove guardo la classifica? Non la guardo mai nel girone d’andata, nella seconda metà di stagione mi limito poi alle prime posizioni…Napoli antipatico? Molto meglio essere antipatici che simpatici, è sinonimo di essere vincenti. Media punti altissima? Che dire di questa squadra, abbiamo perso forse qualche punto ma gli ostacoli non superati ci renderanno ancora più forti. Pronto per Parma? Sono sempre stato pronto in questi mesi, spero di ritornare in campo…Fase difensiva? È perfetta quando tutta la squadra collabora, lavoriamo quotidianamente per migliorarci in tal senso. Cavani l’extraterrestre? Lo è anche in allenamento, figuriamoci in partita…Riesce a staccare sulla corsa giocatori come Maggio o Mesto, è impressionante! Diventerà uno dei migliori al mondo. Donadoni? Ha avuto poca fortuna con noi, è riuscito a dare un’identità al Parma: sarà difficile affrontare gli emiliani. Cori razzisti ascoltati da napoletani tifosi bianconeri? Vorrei sapere come si riesce a subire un trattamento del genere!!!”.

La Redazione

A.F.


Laureato in Scienze della Comunicazione presso l' Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli con tesi "Il volto cinematografico delle mafie". I suoi primi articoli risalgono al 2010, per il portale Soccermagazine.it. La sua collaborazione con la testata giornalistica Iamnaples.it ha inizio nel febbraio 2011. Inviato a seguito del settore giovanile partenopeo, ha come obiettivo quello di formarsi nell’intricato mondo del giornalismo.

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google