Nizza-Napoli 0-2: Napoli da Champions, fantastico Koulibaly, sempre preziosi Callejon, Insigne e Jorginho

Nizza-Napoli 0-2: Napoli da Champions, fantastico Koulibaly, sempre preziosi Callejon, Insigne e Jorginho

Dopo varie occasioni sprecate nel primo tempo, ci pensa Callejon su assist di Hamsik al 48’ a blindare la qualificazione e mandare il Napoli per la seconda volta consecutiva ai gironi di Champions League. In novantuno anni di storia, non era mai avvenuto che il Napoli riuscisse a dare continuità per due stagioni alla qualificazione nell’Europa che conta. Ecco le pagelle di IamNaples.it:

REINA 6,5: Non è chiamato spesso in causa, interviene in una sola occasione nel primo tempo, quando deve bloccare con serenità una conclusione dalla distanza di Sneijder. Commette una sola incertezza con i piedi nell’area piccola al 79’ ma il Nizza guadagna solo un calcio d’angolo. All’82’ si rende protagonista di un grande intervento sulla conclusione di Sanogo.

HYSAJ 6: Discreto in fase propositiva, attacca bene lo spazio quando i movimenti di Callejon gli consentono di percorrere la sua corsia, in fase difensiva soffre gli uno contro uno con Saint Maximin, uno dei talenti più puri del Nizza. Buona la gestione del palleggio anche nelle situazioni più complicate

GHOULAM 6,5: La catena di sinistra funziona bene, il merito è anche suo che si propone sempre con intelligenza e intensità, costruendo fraseggi interessanti con Insigne e Hamsik. Commette qualche errore di sufficienza solo nel finale.

ALBIOL 6,5: Nel complesso una buona prestazione, è sempre attento e funziona l’intesa con Koulibaly. Commette un solo errore che poteva costare caro, quando al 49’ manca l’intervento e consente a Balotelli d’involarsi verso l’area avversaria, poi la conclusione dell’ex milanista termina a lato. Ottimi anche i recuperi sulle accelerazioni di Saint Maximin e di Ganogo.

KOULIBALY 7,5: Che partita! Nei tempi e nei movimenti è perfetto, non lascia mai spazio a Balotelli, tiene bene la linea, è perfetto in uscita sui portatori di palla avversari.

ALLAN 6: Il dinamismo e il solito lavoro non manca mai ma talvolta commette degli errori per frenesia e mancanza di lucidità, nel primo tempo rischia per un suo errore di innescare una ripartenza del Nizza. (Dal 71’ Rog 6: Si getta nella mischia con autorevolezza, partecipa ad entrambe le fasi con discreta precisione, concentrazione e qualità)

JORGINHO 7: Domina in mezzo al campo, gestisce con serenità e visione di gioco tantissimi palloni, è preciso nella lettura delle situazioni. Ottima prova anche in fase di non possesso, scherma sempre le linee di palleggio degli avversari. (Dall’85’ Diawara s.v.: Circa sette minuti per il centrocampista classe ’97 che fa sentire subito il suo impatto sulla gara in mezzo al campo)

HAMSIK 6,5: Non è ancora al massimo della forma e, infatti, Sarri continua a tenerlo in campo solo per un’ora circa ma è sempre prezioso nel cucire i reparti. E’ suo l’assist per il gol di Josè Maria Callejon. (Dal 61’ Zielinski 6: Entra benissimo in partita, serve un assist perfetto per Insigne e ha l’occasione per battere Cardinale ma una deviazione manda il pallone in calcio d’angolo. Cala l’attenzione nel finale e rischia di regalare con un retropassaggio sbagliato a Sanogo il pallone del pareggio)

CALLEJON 7: Nel primo tempo partecipa anche lui alla fiera delle occasioni sprecate, sulla catena di destra il suo lavoro non vola ai ritmi pazzeschi del solito ma segna la rete che vale la qualificazione in scioltezza.

MERTENS 6: I problemi della vigilia si notano in campo, non ha la velocità e il ritmo delle serate più brillanti ma dimostra il suo valore per tutto l’arco della gara nell’ambito dello sviluppo tattico di questa sfida. Non è al massimo e si vede anche sotto porta, dove spreca tanto.

INSIGNE 7,5: E’ sempre l’anima della produzione di gioco del Napoli, sulla catena di sinistra macina chilometri, è costante anche il supporto alla fase di non possesso e, dopo qualche palla-gol sprecata, infligge il colpo dello 0-2 al Nizza.

SARRI 8: Il Napoli passa il turno con autorevolezza e soprattutto con due ottime prestazioni al San Paolo e all’Allianz Riviera. Gli azzurri sono una macchina da guerra, macinano gioco a ritmi e ad intensità ottimi considerando il periodo. Da quattro anni una squadra italiana non superava il play-off di Champions League, il Napoli per la prima volta nella sua storia va nell’Europa che conta per due stagioni consecutive. Questa squadra va di diritto nell’elite del calcio europeo e grandi meriti vanno all’allenatore che ha costruito questo gruppo e un’identità molto radicata e sviluppata.

Ecco il tabellino del match:


NIZZA (4-2-3-1) – 
Cardinale; Souquet, Dante, Le Marchand, Jallet; Tameze (21′ st Lees-Melou), Seri; Walter (33′ st Marcel), Sneijder, Saint-Maximin; Balotelli (31′ st Knepe Ganago). In panchina: Benitez, Burner, Sarr, Srarfi. Allenatore: Favre.
NAPOLI (4-3-3) – Reina 6,5, Hysaj 6, Albiol 6,5, Koulibaly 7,5, Ghoulam 6,5; Allan 6 (25′ st Rog 6), Jorginho 7, Hamsik 6,5 (17′ st Zielinski 6); Callejon 7, Mertens 6,5, Insigne 7,5. In panchina: Sepe, Maggio, Chiriches, Diawara, Milik Allenatore: Sarri 8.
ARBITRO: Skomina (Slovenia).
NOTE: ammonito Seri, Lees-Melou e Koulibaly.

MARCATORI: st 2′ Callejon, 43′ Insigne.

 

Dal nostro inviato a Nizza Ciro Troise

 

 


Ha conseguito con lode la Laurea Magistrale in “Televisione, Cinema e New Media” presso l’Università IULM di Milano, dopo il percorso triennale di studi concluso con la lode a Napoli al Corso di Laurea “Culture Digitali e delle Comunicazioni” all’Università Federico II. Editorialista de “Il Corriere del Pallone”, è giornalista pubblicista da Gennaio 2010. Lavora nell’Ufficio Comunicazione di Reach Italia Onlus.

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google