Azzurri senza complessi contro la Juve

Dopo l’allarme di Cavani, Mazzarri chiamato a intervenire sul carattere

Massimo Corcione per “Il Mattino”

“Sarà stato anche un lapsus, ma Cavani (sia pure involontariamente) la questione l’ha centrata: al Napoli in campionato è mancata la voglia di vincere. Quella stessa che domenica sera ha trasformato la Juventus, consentendole di vincere una partita cominciata malissimo. Al momento la differenze tra le due finaliste di Coppa Italia (e prossime avversarie in campionato) è tutta qui: per colmare la distanza, Mazzarri non deve invidiare nulla a Conte. Neppure Del Piero che De Laurentiis avrebbe visto volentieri attore in un suo film e che vedrebbe bene come consulente, mai però come improbabile tentazione per il futuro immediato.
Non si ricorda vigilia più lunga per la coppa finalmente rivalutata, un tempo infinito che entrambe le squadre azzererebbero volentieri. Tutto viaggia nell’incertezza, perfino la sede della sfida finale: De Laurentiis aveva proposto Milano, il presidente del Coni Petrucci, padrone di casa, pretende che si rispetti l’equazione Olimpico come Wembley, il tempio di tutte le finali inglesi. Così quella di domenica prossima a Torino, in uno stadio bellissimo e già esaurito, diventa una straordinaria anteprima; non una esibizione accademica, però: in palio ci sarà una bella fetta di stagione. C’è ancora lo scudetto nella testa degli juventini, popolo sterminato di tifosi che lamenta crediti tricolori nei confronti del Palazzo; c’è un ricchissimo passaporto per l’unica Europa che conta nei piani del Napoli impegnato a recuperare quei punti che lo separano dal terzo posto nella classifica di serie A.
A questo punto serve solo una cosa: la voglia di vincere, cioè la rabbia positiva che muove verso tutte le vittorie. Un trofeo da esporre in una bacheca recuperata dopo il fallimento sarebbe il massimo, così come la conferma in Europa sarebbe la certificazione garantita che questa squadra appartiene ormai al patrimonio internazionale del calcio. Quelle insopportabili distrazioni difensive non possono più essere accettate, però; furono tante, troppe anche nel duello impossibile contro il Chelsea. Forse da sole non bastano a spiegare l’eliminazione dalla Champions, ma qualche spunto di meditazione lo offrono. La faccia di Mazzarri mentre lascia il campo dopo il pareggio con il Catania è stata più chiara di un manifesto di idee. Non può accettare di studiare le partite pure di notte, di prevedere mosse e contromosse e poi veder vanificato tutto da una leggerezza: è diventato l’allenatore più osservato del momento, basta parlare con qualche ex campione, ora passato a ingrossare la legione degli opinionisti, per ricevere la conferma che le novità tattiche più importanti le ha introdotte lui. Così il campionato meno innovativo del mondo ha preso atto della difesa schierata con tre baluardi, delle corsie esterne eternamente presidiate da corridori instancabili, della libertà anarchica che si può concedere a tre fuoriclasse senza che gli equilibri risultino compromessi. Lavezzi-Cavani-Hamsik rappresentano la sintesi perfetta di un trio d’attacco, separarli equivarrebbe a depotenziarli, a ridurli al rango di tre campioni…normali.
Un gioiello tanto prezioso non può improvvisamente diventare opaco perché un velo di stanchezza è calato sugli occhi: Mazzarri è convinto che si tratti solo di questo, il riposo è l’unica medicina di cui ha bisogno la sua squadra. Se si aggiungerà un po’ di voglia di vincere, la ricetta sarà perfetta”.

 

La Redazione

P.S.

STufano
Sartoria Italiana
Vesux
gestione sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.