ESCLUSIVA- Football Global Service, missione giovani talenti: “Su Insigne ci abbiamo sempre creduto”

La redazione di Iamnaples.it, sempre vicina alle realtà nate e cresciute sul territorio campano, e in particolare nel napoletano, e sempre attenta alla valorizzazione di giovani talenti in campo calcistico, ha incontrato il dott. Antonio Ottaiano e Fabio Andreotti, esponenti della Football Global Service, studio di consulenza a calciatori e società di calcio, in quello che definiamo un vero e proprio viaggio alla scoperta dei loro segreti, strategie e obiettivi. Lo studio è nato circa tre anni e mezzo fa, da un’idea del dott. Antonio Ottaiano agente F.I.F.A. e di Fabio Andreotti ex dirigente di società di calcio (in passato anche al Napoli), ai quali si è aggiunto Franco Della Monica ex calciatore e compagno di squadra di Mister Mazzarri ai tempi dell’Empoli. L’organizzazione della Football Global Service è ramificata in due settori: uno riguardante la gestione delle procure dei calciatori, tra gli altri Insigne Lorenzo, coordinato da Ottaiano e Andreotti, l’altro riguarda  l’attività di scouting, di cui sono responsabili Della Monica, Giacinto Talarico e Gennaro Acampora. Compito di quest’ultimi è quello di organizzare raduni per tutta la Campania, talvolta anche in Puglia, Calabria e Sicilia, per presentare successivamente una selezione dei tanti giovani calciatori alle squadre di Serie A e B.

Per conoscere più da vicino la loro attività ci siamo recati presso lo studio del dott. Ottaiano dove sono allocati gli uffici della Football Global Service.

Qual è il ruolo della vostra agenzia?

Il nostro ruolo è quello di scovare giovani talenti, avere la capacità di far maturare i giocatori nei tempi giusti, capire le prospettive future di un elemento e le eventuali categorie in cui lo stesso può giocare, non accelerandone i tempi. Fondamentale, soprattutto nel caso dei giovani, è instaurare un rapporto di reciproca stima e di fiducia con le famiglie che, nonostante l’affetto verso i ragazzi, spesso possono rivelarsi un’arma a doppio taglio per il loro futuro.

Come pensate si possa basare il rapporto con i giovani?

Riteniamo che a questi ragazzi bisogna offrire opportunità, indipendentemente dal contesto, che sia sportivo, sociale, politico. E questo nostro ideale, insieme alla passione per il calcio e alla nostra professionalità, è il volano della nostra attività.

Quali sono le società che curano maggiormente e con particolare attenzione il proprio settore giovanile?

Noi crediamo che, oltre a società come Milan, Inter, Juventus, Atalanta, Parma e qualche altra che storicamente sono in prima fila, è da sottolineare l’ottimo lavoro della Reggina che negli ultimi anni sta rivolgendo in modo oculato l’attenzione alla gestione del proprio settore giovanile, investendo opportunamente in termini di strutture e di scouting. Inoltre, il Catania, con la costruzione del nuovo centro sportivo “Torre del Grifo”, potrebbe  candidarsi ad occupare un ruolo importante per la crescita di giovani talenti. In ambito regionale, invece, l’Aversa Normanna e il Benevento  sono le società che dimostrano una singolare attenzione verso i giovani, puntando su di loro e  programmando, con continuità, inserimenti in prima squadra.

E per quanto riguarda il Napoli?

I numeri parlano da sé: il Napoli pare sia la società di Serie A che investe meno nel proprio settore giovanile, sia in termini quantitativi che in termini qualitativi. Va però precisato che nell’ultimo periodo, con l’arrivo del DS Riccardo Bigon, il club partenopeo sta cercando di voltare pagina, programmando una crescita, adeguata al blasone della società, del  proprio vivaio.

In questi mesi il talento di Lorenzo Insigne fa sempre più clamore, per voi questa è una grosso successo e rappresenta grande soddisfazione.

Già, è proprio così. Lorenzo sta facendo passi da gigante. Il merito di questo successo va a mister Zeman che sta esaltando le sue indubbie qualità. Tuttavia, è da evidenziare anche il nostro lavoro sul ragazzo di Frattamaggiore sul quale abbiamo creduto sin dall’inizio in tempi non sospetti ed al quale abbiamo messo a disposizione, così come a tutti i nostri ragazzi, il prof. Varracchio, preparatore atletico, e il Dott. Sannino, posturologo, per migliorarne le sue qualità fisiche.

Attorno al calciatore in forza al Pescara e di proprietà del Napoli, girano molte voci di mercato. Qual è il suo futuro?

Lorenzo non si muoverà da Pescara almeno fino a Giugno, poichè alle spalle c’è un progetto tecnico, ovvero quello di farlo maturare in terra abruzzese ed alla corte di Zeman. La sua crescita deve affrontare un percorso graduale. Per noi non c’è alcuna fretta. Per il nostro assistito si sono fatte avanti prestigiose società tedesche, inglesi e russe. Le voci circolano e le richieste non mancano, ma è palese che sarà il Napoli a scegliere il suo futuro. Il direttore sportivo azzurro, Riccardo Bigon, ha intenzione di far esprimere il suo talento al cospetto del pubblico del San Paolo.

Un giocatore che potrebbe avere la stessa considerazione che ha ottenuto Lorenzo Insigne fino ad ora?

A nostro avviso Fabrizio Guarracino, attaccante classe ’91 in forza all’Aversa Normanna e con trascorsi al Frosinone, ma anche al settore giovanile del Napoli, è in grado di calcare grandi palcoscenici. Stiamo parlando di un ragazzo di 20 anni che due stagioni fa risultò essere il capocannoniere del campionato Primavera, proprio insieme a Lorenzo. Nelle ultime due stagioni però è stato perseguitato dalla sfortuna. La stagione scorsa una distorsione alla caviglia ne compromise l’attività e attualmente sta recuperando da un intervento al ginocchio.

Chi potrebbero essere i “nuovi Insigne” della vostra scuderia?

Noi gestiamo l’interesse di 22 giocatori, poiché puntiamo a badare più che sulla quantità, sulla qualità dei nostri assistiti. Alcuni di questi sono due ragazzi classe ’93 che godono dell’interesse di squadre di A e B. Stiamo parlando di Sante Giacinti, centrocampista centrale di proprietà del Frosinone e in forza al Salerno, e Simone D’Angelo, terzino sinistro legato al Benevento con un contratto di 5 anni ed ora in prestito al Celano. Inoltre ci sono Mormile, portiere classe ’94 della Reggina, Roberto Insigne, attaccante classe ’94 del Napoli fratello di Lorenzo (fresco di convocazione nell’Under 18), Savarise, difensore del ‘94 sempre di proprietà del club azzurro, Varricchio, esterno destro classe ’95 in forza alla Reggina, e Russo, un centrocampista dalle spiccate doti offensive classe ’96 in forza all’Inter.

In passato avete stretto rapporti con Giuseppe Iuliano: un ragazzo le cui vicende sono ancora poco chiare.

La vicenda per noi è molto chiara: in passato siamo stati contattati dall’interessato e da suo padre che ci chiedevano di gestire i suoi interessi. Il calciatore, però, avrebbe dovuto interrompere i rapporti con i suoi procuratori di Roma. Questo non è accaduto e a quel punto ci siamo tirati indietro poiché la famiglia Iuliano non aveva rispettato gli accordi presi. Tuttavia siamo felici del suo straordinario rendimento grazie a mister Sormani che gli ha affidato le chiavi del centrocampo della primavera azzurra, dopo una stagione vissuta dietro le quinte.

In futuro avete intenzione di espandere il vostro raggio d’azione oltre i confini nazionali?

Siamo partiti con molta umiltà operando prevalentemente in Campania, poiché tutti i componenti di questa azienda sono animati da un orgoglio partenopeo e da un amore incondizionato per la nostra terra. Nonostante ciò abbiamo in cantiere tante idee, tra le quali quella di ampliare il nostro raggio d’azione. I contatti non ci mancano, infatti siamo in buoni rapporti con l’Arsenal e diverse squadre straniere.

Quali sono i vostri obiettivi?

Noi puntiamo a radicarci e confermarci sul territorio italiano. La nostra attività sarà sempre basata sulla passione, sull’impegno e sul prodigarci per i giovani affinchè vengano date loro delle opportunità, ovviamente resta anche una attività di impresa.

<

p class=”MsoNormal”>
Servizio a cura di Stefano D’Angelo e Gilberto D’Alessio

Tufano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.