ESCLUSIVA – Gianpaolo Imbriani: ”Napoli e Benevento non mi hanno contattato per ricordare mio fratello. Il docufilm su Carmelo uscirà l’8 dicembre”

ESCLUSIVA – Gianpaolo Imbriani: ”Napoli e Benevento non mi hanno contattato per ricordare mio fratello. Il docufilm su Carmelo uscirà l’8 dicembre”

Domani al San Paolo c’è Napoli-Benevento, una sfida di serie A che trasmette il ricordo di Carmelo Imbriani che sognava questo derby al San Paolo. Suo fratello Giampaolo ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva ad IamNaples.it in vista della sfida che si terrà domani alle 15:00 al San Paolo:

E’ arrivato il giorno del derby tra Napoli e Benevento in Serie A. Quanto sarebbe felice tuo fratello? Avrebbe fatto il tifo per il Benevento?

”Mio fratello sarebbe contentissimo. Farei fatica a dirti quale delle due squadre tiferebbe. Da una parta c’è una squadra che l’ha fatto crescere, che gli ha fatto di lasciare un piccolo paese di 500 abitanti e che gli ha permesso di trasferirsi in una città con mille sfaccettature sia positive che negative come Napoli. Con il club azzurro ha vissuto un’esperienza bellissima, infatti, Carmelo ha sempre amato Napoli mentre dall’altra parte Benevento è la squadra della nostra città e che gli ha concesso di iniziare una nuova avventura sia come giocatore che allenatore; purtroppo il mestiere dell’allenatore non l’ha potuto continuare”.

In questi anni sei stato attivissimo per non far dimenticare Carmelo, è vero che non sarai allo Stadio San Paolo? Non siete riusciti a organizzare nulla per il derby di domenica?
”Non sarò allo stadio perchè mi trovo in Sardegna per lavoro. Non abbiamo potuto organizzare nulla purtroppo; vorrei tanto che lo facesse qualcuno e che in ogni modo che venisse fuori il nome di mio fratello, ma vedo che comunque dai tifosi di entrambe le tifoserie ci sono state tantissime manifestazioni di affetto”.
Le due dirigenze potevano organizzare un qualcosa per Carmelo?
”Purtroppo non ho contatti né dalla dirigenza del Napoli né da quella del Benevento e per questo non mi permetto di aprire bocca. Mi auguro che un giorno possa arrivare anche a loro il desiderio di ricordare mio fratello come un pezzo di storia di entrambe le squadre”.
Sono stati concessi soli 1100 ai tifosi beneventani. Pensi che sia stato ingiusto non accogliere la richiesta del Benevento che ne chiedeva di più?
”Si poteva evitare questa decisione perché tutti sanno che c’è armonia tra le due tifoserie; sarebbe stata una cosa più sensata e sarebbe stato un bel giorno di festa perché più persone ci sono allo stadio meglio è. Non so cosa c’è dietro e quindi farei fatica a dire hanno sbagliato o meno. Ovviamente, mi sarebbe piaciuto vedere il settore ospiti stracolmo perché sicuramente i tifosi giallorossi sarebbero venuti in massa al San Paolo”.

 

Tra le due tifoserie c’è un ottimo rapporto, che emozione ti darebbe un possibile gemellaggio sullo stile di quello che esiste da tanti anni con i supporters del Genoa?

 ”Come ti ho detto, mio fratello amava entrambe le squadre e quindi mi piacerebbe vedere qualcosa in più rispetto ad altre partite e vedere che il derby tra Napoli e Benevento sia una festa in campo e sugli spalti”.
SI parla di un Baroni a rischio. Ti sembra eccessivo questo clima di tensione che si è creato intorno all’allenatore della cavalcata promozione? E quest’anno succederà che il Napoli conquisti lo scudetto e il Benevento la salvezza?
”Magari che il Napoli vincesse il campionato, sembra sempre che si ha tutto per vincerlo, ma però c’è sempre un qualcosa che va storto. L’esonero di Baroni sarebbe una mancanza di rispetto enorme perchè buttare così una persona che ti ha permesso di conquistare un sogno dopo appena tre partite mi sembra veramente esagerato in un mondo che ci sta sfuggendo di mano e sarebbe l’ennesimo sbaglio nei confronti di una persona”.
Quando uscirà il docufilm ”Volevo essere Imbriani” E di cosa parlerà?
Probabilmente l’8 dicembre e racconta la storia di un bambino che non svolgeva gli allenamenti nonostante amasse il calcio. Fino a che davanti allo stadio dove ci sta l’effige di mio fratello c’è il custode che lo chiama a sé e gli racconta la storia di mio fratello per fargli conoscere i veri valori della vita e dello sport”.
A cura di William Scuotto
© RIPRODUZIONE RISERVATA


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google