Meno male che c’è la sosta

Mazzarri avrà il tempo per mettere a fuoco nuove idee

Manca, infatti, solo l’annuncio ufficiale per Sosa e Yebda. Il Napoli si è presentato alla prima di campionato con una rosa striminzita, senza alternative soprattutto a centrocampo ed in attacco. Attendiamo la fine della sessione di mercato per avere un quadro completo e definitivo, ma la cessione di Quagliarella ha indebolito la rosa a disposizione di Mazzarri.

La sosta è importante anche per ritrovare molte energie a livello fisico. Gli azzurri sono stati messi a dura prova dal doppio impegno contro Elfsborg e Fiorentina. Nel secondo tempo a Firenze il calo fisico è stato evidente con alcuni calciatori che ormai avevano perso la brillantezza. Per disputare tre competizioni servono le alternative in tutti i reparti; Mazzarri ha dovuto tenere in campo Cavani, nonostante non ce la facesse più, perché non aveva altre soluzioni, fino a quando ha deciso di inserire Zuniga. Con l’espulsione di Blasi, il colombiano è staro schierato sulla sinistra e Lavezzi come unica punta, prima che il “Pocho” a pochi minuti dalla fine lasciasse il posto a Lucarelli. L’allenatore del Napoli, poi con l’arrivo di nuovi giocatori, deve avere il coraggio di fare maggiore turnover. Contro la Fiorentina ha cambiato solo due giocatori rispetto alla trasferta svedese: Campagnaro al posto di Grava, il giocatore più in forma ed attualmente uno dei brevilinei più capaci della serie A, e Blasi al posto dello squalificato Pazienza. Mazzarri aveva chiesto ventidue giocatori più qualche giovane e, dal punto di vista numerico, la rosa è ormai quasi completa. In difesa partirà Rinaudo, in procinto di trasferirsi al Bari, e arriverà un sostituto. In attacco non dovrebbe arrivare nessuno perché Mazzarri, oltre a Lucarelli, considera anche Josè Sosa un’alternativa per l’attacco, immaginando il modulo con due trequartisti alle spalle dell’unica punta. Se in extremis il Napoli decidesse di intervenire, allora Bigon e De Laurentiis porterebbero in maglia azzurra un giovane disposto ad andare in panchina senza lamentarsi; ciò avverrebbe dopo un eventuale trasferimento in prestito di Ciano. Riguardo alla trasferta di Firenze, abbiamo notato un Napoli a due facce; impeccabile nel primo tempo e timoroso e bloccato nella ripresa. Nella prima frazione di gioco gli azzurri sono passati in vantaggio, hanno controllato molto bene gli attacchi della Fiorentina ed hanno rischiato di raddoppiare con la traversa di Lavezzi e la parata di Frey sullo spunto di Hamsik. L’unico campanello d’allarme era l’eccessiva libertà di cui godevano Zanetti, Montolivo e D’Agostino nell’impostare la manovra dei viola. Nel secondo tempo il Napoli ha sofferto il forcing iniziale della compagine di Mihajlovic, che ha trovato il pareggio dopo cinque minuti, grazie all’ottimo lavoro di boa di Gilardino, che ha messo in difficoltà Cannavaro per tutta la partita, e ad un gran tiro dalla distanza di D’Agostino.

Gli azzurri hanno arretrato il baricentro, si sono fatti schiacciare e per molti minuti non sono riusciti a ripartire. Si poteva tornare in vantaggio sul contropiede in cui Maggio non ha servito Cavani, che poteva presentarsi da solo davanti a Frey. L’espulsione di Vargas poteva dare maggiore linfa ai ragazzi di Mazzarri, ma un passaggio sbagliato di Aronica ha determinato il primo cartellino rosso della stagione per Blasi, che sarà squalificato contro il Bari. Il difensore palermitano aveva già rischiato di creare un pericolo alla retroguardia partenopea nel primo tempo con un altro appoggio sbagliato, non sfruttato dai viola. In questi ultimi giorni di mercato ci sono state delle richieste per Santacroce, soprattutto da parte del Genoa. L’auspicio è che non solo la società mantenga ferma la sua volontà di non cedere il calciatore, ma che Mazzarri lo impieghi di più, perché la sua rapidità ed i suoi anticipi possono essere molto utili.

Ciro Troise   

 

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri
Il gabbiano

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.