Portogallo, dalla delusione di Rio 2014 al grande successo all’Europeo di Francia: le ambizioni Mondiali di Mario Rui e compagni

Fernando Santos ha lasciato a casa volti importanti come Cancelo e Andrè Gomes

Nella marcia di avvicinamento al Mondiale di Russia 2018 la redazione di IamNaples.it ha deciso di analizzare il potenziale cammino dei calciatori azzurri nella kermesse intercontinentale offrendo una generale panoramica sulle rispettive squadre nazionali.

IL PORTOGALLO DI MARIO RUI

La prima squadra oggetto della nostra nuova rubrica è il Portogallo del terzino sinistro azzurro Mario Rui, reduce da un’ottima stagione in cui ha ben sostituito il lungodegente Faouzi Ghoulam.

Il commissario tecnico dei portoghesi Fernando Santos è reduce dalla fortunata cavalcata nell’Europeo di Francia 2016, che ha visto il Portogallo trionfare in finale con la Francia grazie al goal al 109esimo del centravanti della Lokomotiv Mosca Edèr. In quell’occasione Cristiano Ronaldo e compagni non partirono di certo con il favore del pronostico a causa dei tre pareggi ottenuti nel girone ad eliminazione con Islanda, Austria ed Ungheria. Dopo la qualificazione come miglior terza, la squadra di Santos riuscì con un gioco non spettacolare ma con grande tenacia a battere Croazia, Polonia e Galles ad a conquistare la finale.

LA DELUSIONE BRASILIANA E LA VOGLIA DI RISCATTO

I portoghesi, alla settima partecipazione, raggiungono dunque il mondiale russo forti di un Europeo vinto e di un grande cammino nelle qualificazioni, dove un primo posto ex aequo con la Svizzera ottenuto con 9 vittorie ed una sconfitta lancia di fatto gli uomini di Santos tra le possibili outsider della competizione.  Nell’ultimo Mondiale di Brasile la spedizione portoghese non fu troppo felice, dal momento che la mancata qualificazione a causa del piazzamento in terza posizione dietro Germania e USA fece traballare e non poco la panchina di Santos. Tanta la voglia di riscatto per la nuova avventura in Russia dove ad attendere i rossoverdi ci sarà il girone B, composto da Spagna, decisamente l’avversario più ostico, e le più abbordabili Marocco ed Iran.  La Spagna è reduce da un non ottimo Europeo, dove è stata eliminata dall’Italia agli ottavi di finale, e da un pessimo Mondiale di Brasile, dove ha concluso terza nel girone con soli tre punti. Le Furie Rosse sono senza dubbio chiamate a migliorare il loro score internazionale recente e faranno di tutto per staccare il pass per gli ottavi di finale. Il Marocco di Mehdi Benatia, giunto alla quinta partecipazione ai Mondiali, non è invece avversario da sottovalutare in virtù del rispettabile valore della propria rosa e per gli ottimi risultati ottenuti nelle varie competizioni continentali.  La Nazionale meno attrezzata del Gruppo B è senza dubbio l’Iran, che allenata dal portoghese Queiroz ha guadagnato la sua personale quinta qualificazione per i Mondiali battendo l’Uzbekistan per 1 a 0 il 12 giugno del 2017, trionfando nel proprio girone.

Questo il calendario del girone:

15/06/2018 San Pietroburgo
Marocco  –  Iran
-:-
15/06/2018 Sochi
Portogallo  –  Spagna
-:-
20/06/2018 Mosca
Portogallo  –  Marocco
-:-
20/06/2018 Kazan
Iran  –  Spagna
-:-
25/06/2018 Saransk
Iran  –  Portogallo
-:-
25/06/2018 Kaliningrad
Spagna  –  Marocco

Fernando Santos ha selezionato per il Mondiale Russo i seguenti 23 giocatori, tra i quali non figurano assenti importanti come Cancelo, Andre Gomes, Nani e l’eroe di Saint Denis Edèr.

Questa la lista dei convocati del CT:

Portieri: Anthony Lopes, Beto, Rui Patrício

Difensori: Bruno Alves, Cédric Soares, José Fonte, Mário Rui, Pepe, Raphael Guerreiro, Rúben Dias, Ricardo Pereira.

Centrocampisti: Adrien Silva, Bruno Fernandes, João Mário, João Moutinho, Manuel Fernandes, William Carvalho.

Attaccanti: André Silva, Bernardo Silva, Cristiano Ronaldo, Gelson Martins, Gonçalo Guedes, Ricardo Quaresma

LA  PROBABILE FORMAZIONE

Dal 4-3-1-2 poi 4-1-3-2 che ha fatto le fortune dei portoghesi nell’ultima competizione internazionale, il Portogallo ha mutato il suo schieramento tattico in un 4-4-2 complici anche le esclusioni nella fase di qualificazione ai Mondiali di profili come Andre Gomes e Nani, più congeniali al precedente schieramento tattico. Tra i pali ci sarà senza dubbio il portiere dello Sporting Lisbona Rui Patricio, al centro di voci di mercato che lo vorrebbero molto vicino al Napoli per il post Reina; la difesa a 4 potrebbe essere composta da sinistra verso destra da Cedric Soares, Bruno Alves, Pepe e Raphael Guerriero. Mario Rui dovrà dunque giocarsi le sue chance da titolare con Cedric Soares ma non è da escludere un suo impiego dal primo minuto nelle tre gare del girone, dal momento che Santos ci ha abituato durante l’ultimo Europeo ad una gestione molto dinamica dei suoi laterali difensivi. A presidiare la mediana ci saranno William Carvalho e Joao Moutinho, mentre agiranno sulle ali Bernardo Silva e Joao Mario. In attacco tandem a 2 con Cristiano Ronaldo ed il milanista Andre Silva.

 

 

A cura di Matteo Cascella

 

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.