RILEGGI IL LIVE – Quique Setién: “Orgoglioso di esordire in Champions al San Paolo”, Piqué: “Preferisco Messi a Maradona”

L'allenatore e il difensore blaugrana presentano la gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League

Quique Setien: “La verità è che Leo è un grandissimo calciatore, da 14-15 anni gioca ad ottimi livelli, ciò fa la differenza con gli altri. Non abbiamo mai visto un calciatore che ha avuto la continuità di Leo, basta considerare l’ultima gara contro l’Eibar. Mi sono piaciuti molto Maradona, Cruyjff, giocatori che ci hanno portato ad amare questo sport. Lenglet ed Umtiti sono in grande forma, deciderò stanotte, dipende da diverse sfumature che sempre influenzano queste scelte, vediamo cosa possono darci in un momento determinato. Sono decisioni che mi porterò fino alla fine della stagione, entrambi stanno molto bene”

Quique Setien: “Ci sono tante cose che dobbiamo considerare, sono i calciatori che fanno la differenza, se stanno in un buon momento sanno essere performanti. Il Napoli ha sempre un piano di gioco, cercano sempre di uscire dietro, ha dei giocatori che si legano bene con quest’idea, delle risorse tecniche che possono far male. Per entrambe le squadre sarà difficile difendere”

Quique Setien: “Penso che stiamo affrontando bene entrambi i fronti, affrontiamo questa partita che viene prima con grande energia e mentalità, cerchiamo di vincere qui e poi vedremo quella contro il Real Madrid. La verità è che tutte le partite sono importanti”

Quiquè Setien: “Ogni allenatore ha le proprie sfumature così come nessun giocatore è uguale all’altro. La verità è che sia nel caso di Gattuso che nel mio siamo arrivati in situazioni diverse ma cerchiamo di dare la nostra firma alla squadra, dare ai giocatori i concetti giusti per far bene, in entrambi i casi si sta vedendo il valore di ciò che stiamo portando alle nostre squadre. L’idea è cercare la porta, è indifferente se lo faremo con una punta o un centrocampista in più, magari uno in più nella mediana ci da più solidità per la fase difensiva, come in ogni partita cercheremo la porta, di far male all’avversario”

Quiquè Setien: “Fabian ha avuto una crescita importante, qui è molto apprezzato, mi fa molto piacere vedere i gol che sta facendo, speriamo che domani riusciamo a limitarlo. Non solo è un grandissimo calciatore ma anche un ragazzo umile, una bellissima persona”

Quiquè Setien: “Non sono preoccupato per il coronavirus solo per noi ma per tutti quelli che possono essere contagiati, può succedere a chiunque, sia a livello personale che riguardo al club invio la solidarietà a tutte le persone colpite”

Quiquè Setien: “Mi sento lusingato per le parole di Gattuso, mi fa piacere che lui abbia parlato così, è stato un grandissimo calciatore ed è un grande allenatore. Ci sono tanti giocatori che rendono le cose facili agli allenatori come Fabian Ruiz e Lo Celso, loro ci hanno permesso di vincere a Milano in Europa League, una partita che è rimasta nei ricordi. Riuscire a recuperare il pallone nel modo più veloce possibile è importante anche se sarebbe meglio tenerlo sempre il pallone, contro Napoli e Real Madrid sarebbe importante farlo ancora più velocemente, è un aspetto molto importante quello che ha sottolineato Gattuso”

Quiquè Setien: “Tutti ricordano ciò che è successo contro Roma e Liverpool ma ne abbiamo parlato poco nello spogliatoio, la squadra sta vivendo un momento molto buono, anche il Napoli è in uno stato d’animo molto positivo, sappiamo che domani sarà una partita complicata, dobbiamo cercare di mantenere il livello che stiamo mettendo in mostra nelle ultime partite. Debutto in Champions? Sicuramente questa partita ha una motivazione speciale, la vivo in maniera molto emotiva, sarà una partita molto appassionante, mi fa piacere viverlo in questo stadio ricco di storia. Non poteva esserci un debutto migliore”

Quiquè Setien: “Dico sempre ai calciatori che dobbiamo aspettarci la miglior versione del nostro avversario, in queste partite tutte le squadre danno il meglio di se stessi, sicuramente la partita avrà fasi alterne, si giocherà a viso aperto, m’aspetto il miglior Napoli, abbiamo visto cosa sono capaci di fare nel girone eliminatorio della Champions League”

Piquè: “Due settimane fa al Benito Villamarin di Siviglia s’immaginava uno scenario di -6 dal Real Madrid, è cambiato tutto in due settimane, la partita di domani ci aiuterà ad affrontare con più fiducia il Classico, vale questo concetto fino a fine stagione”

Piquè: “Messi a Napoli? Nel calcio non si può mai dire niente, bisognerebbe chiederlo a Messi, è il proprietario del suo futuro, a me piacerebbe che si ritirasse al Barcellona. Non credo che il club sia malgestito, un conto è ciò che dice la stampa, un altro ciò che succede davvero. Siamo in un club dove conta sia vincere che giocare bene, dobbiamo pensare solo a quello”

Piquè: “È difficile controllare il rumore di un momento complicato in un club così importante come il Barcellona. Contano i risultati, se quelli sono buoni nessuno pensa ai numeri finanziari e alle altre cose. Non sono riuscito a parlare con Leo, sarà contento di giocare in uno stadio nuovo che ha tanta importanza per lui, tutto il rispetto possibile per la tradizione, la storia ma ciò che conta è passare il turno, ci concentreremo sulla partita di domani per portare a casa un buon risultato”

Piquè: “Quando si superano i limiti nella critica, bisogna sottolinearlo, dirlo, succedono queste cose in un club tanto grande, si fa bene a rettificare, a voltare pagina e pensare solo al calcio che per noi è la cosa più importante. Pulcinella, dicono qui a Napoli. Le marionette sono ovunque, lo siamo tutti in qualche momento della vita. Era evidente ciò che volevo dire, ma qualsiasi dirigenza ha giornalisti che danno la sensazione di proteggerla. Non è un problema, è normale. Ma quando si passano alcuni limiti bisogna metterci la faccia”.

Piquè: “Abbiamo paura di molte cose del Napoli, non hanno iniziato bene la stagione ma sono in crescita, hanno giocatori molto validi come Mertens, Insigne e Milik. Proveremo ad imporre il nostro stile di gioco fin dall’inizio, proviamo a creare tante occasioni, sarebbe importante segnare domani. Maradona? Si è detto tutto, è un giocatore straordinario, è passato sia per il Barcellona che per il Napoli. Tra Diego e Leo? Domanda da un milione di dollari, l’ho avuto al mio fianco per tanti e preferisco la regolarità di Messi nel produrre magie”

Piquè: “Ci deve interessare solo il calcio, non vogliamo parlare di altri temi, è tutto archiviato. “Noi cerchiaom di svolgere il nostro compito in campo, contano i risultati, provando a fare risultato e vincere quante più gare possibili, facendo le cose bene. Puntiamo ad arrivare lontano in Champions e domani sarà fondamentale fare risultato per avvicinarci alla qualificazione. Sarà una settimana importante, visto che nel weekend ci attende anche il Classico. Credo che abbiamo possibilità di vincere, non so quante, qualcuno dirà di più, altri meno, ora non importa: cerchiamo di battere il Napoli ed avvicinarci alla qualificazione. Sono dieci anni che competo a questi livelli e so che bisogna ragionare di gara in gara. Non dimenticheremo mai Liverpool e Roma, ci servirà da lezione”. 

Piquè: “Difficile trovare motivazioni per una serata così importante? Prima volta che il Barça viene qui, è qualcosa di diverso, venire qui è un’esperienza nuova. Il Napoli è una squadra che ha migliorato molto nelle ultime partite e penso che sarà molto complicato affrontarla. Sta avendo molti bei risultati e presteremo molta attenzione. Dobbiamo proseguire col nostro obiettivo, per noi è importante quello che accade in campo. Dobbiamo continuare a pensare alla partita e scendereu in campo concentrati”

Benvenuti alla diretta testuale di IamNaples.it della conferenza stampa di Quique Setien e Pique, allenatore e difensore del Barcellona alla vigilia della sfida contro il Napoli valida per la gara d’andata degli ottavi di finale di Champions League

 

Dal nostro inviato al San Paolo Ciro Troise


Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.