Adieu Matador! Martedì Cavani firma per il Psg

Un piede e mezzo a Parigi. Anche se il sogno di Cavani resta una telefonata in extremis di Abramovich. Un sogno destinato a rimanere nel cassetto. La telenovela è ormai ai titoli di coda. Dopo giorni estenuanti entro mercoledì prossimo dovrebbe arrivare l’ufficialità: il Matador dirà addio al Napoli e diventerà un giocatore del Paris Saint Germain facendo lo stesso percorso che poco più di un anno fa ha fatto Lavezzi. Salvo colpi di scena, l’affare si farà ed Edinson firmerà un quinquennale da 9 milioni di euro a stagione più bonus. Al Napoli andrà l’intera cifra indicata dalla clausola: 63 milioni al club azzurro più altri 7 milioni di euro che dovranno spartirsi Palermo e Danubio come premi di formazione. Un trasferimento record, ai livelli di Zidane (2001 dalla Juve al Real) e Ronaldo (2002, dall’Inter al Real).
L’uruguaiano potrebbe partire per la Francia già tra due giorni per le visite mediche, interrompendo le vacanze a Salto, e per mettere il sigillo al nuovo contratto. Il blitz romano di Leonardo, il plenipotenziario della famiglia reale del Qatar, è servito a mettere il punto definitivo alla trattativa. L’accordo è fatto, mancano i dettagli. Ci sono varie discussioni in ballo, piccole in apparenza ma in realtà grandi. Ieri ci sono stati nuovi contatti tra Triulzi e Anellucci con Leonardo via mail e via telefono e la firma del bomber appare ormai vicinissima. Il Psg, sotto questo aspetto, si è comportato in maniera correttissima: ha prima raggiunto l’accordo col club e ha poi ottenuto da De Laurentiis il permesso di chiudere con il giocatore. Cosa che né il Real Madrid né tantomeno il Chelsea hanno fatto pensando che fosse sufficiente strappare il sì di Cavani per avere in tasca il trasferimento.
Per il presidente del Napoli l’affare è praticamente concluso: sarebbe persino inutile un rilancio del Chelsea che, secondo la stampa inglese, è rimasto assai sorpreso dal blitz dei transalpini. De Laurentiis ha dato una parola a Leonardo e la manterrà. Preso atto, ovviamente che è Cavani ad aver deciso di lasciare Napoli. E che pur sempre a Cavani spetterà mettere l’ultima parola su questa faccenda. Perché la premessa dell’addio è la decisione del Matador che già l’estate scorsa avrebbe lasciato il club azzurro per un’altra meta (un anno fa c’era lo Zenit San Pietroburgo pronto a ricoprirlo di rubli).
Insomma, sulla carta, solo il Matador potrebbe bloccare l’operazione rifiutando il trasferimento. Cosa che, però, non succederà. In queste ore i due entourage, quello dell’emiro Al Thani e quello di Edinson stanno affrontando il problema fiscale, l’unico vero nodo che separa Cavani dal Psg. Il dibattito sulla fiscalità iniziato in Francia da qualche tempo complica – non troppo – la situazione: la pressione per i redditi superiori al milione di euro è del 75% e quindi tocca anche gli stipendi dei calciatori. Lo staff di Cavani sta discutendo in queste ore proprio di questo aspetto, blindando la cifra dell’uruguaiano. Il grosso è fatto comunque, difficile ipotizzare un no del Matador all’ex milanista e interista, ora direttore generale del Paris Saint Germain che continua a portare soldi nelle casse del Napoli: 93 milioni in 12 mesi.
Blanc potrebbe fare conoscenza di Cavani già tra una settimana: dovesse andare in porto l’operazione, il Matador dovrà terminare prima le vacanze. Perché la Ligue 1, quel campionato che fino a pochi giorni fa considerava di bassissima attrazione, comincerà nel weekend dell’8 agosto. Adieu Matador. Ognuno per la sua strada

Fonte: Il Mattino

La Redazione

L.C.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.