Allegri: “Il signor Aronica doveva andare negli spogliatoi”

L’espulsione di Ibrahimovic, un altro “rigorino” non concesso (dopo quello mancato contro la Lazio), l’infermeria che non smette di riempirsi, la Juve sempre davanti e ora arrabbiata perché penalizzata dagli arbitri. Per questo, alla fine, il punto ottenuto contro il Napoli è forse il minore dei mali. Non a caso, Allegri attacca il dopo-gara punzecchiando proprio la squadra bianconera. L’occasione la offre un collegamento in contemporanea con Buffon, davanti alle telecamere della Rai. « Se faccio un conto finale degli errori arbitrali, ho più ragione a lamentarmi io della Juventus. Ricordo, ad esempio, i due falli di mano non sanzionati contro il Cagliari ». Poi la chiosa, sempre rivolta, al portiere bianconero, che stava facendo una faccia strana: « Dai, non ti arrabbiare, ci vediamo mercoledì ».

BRUTTE ABITUDINI

– Come anticipato, la giornata ha regalato pure aspetti positivi. « Serviva una prestazione importante e una reazione dal punto di vista caratteriale – spiega il tecnico rossonero -. Aver ottenuto un punto in 10 contro 11, dopo aver creato occasioni e subìto poco è niente è un segnale importante. Sarebbe stata meglio una vittoria, ma io sono contento di quello che hanno fatto i miei giocatori ». Giocatori a cui, comunque, riserva un avvertimento: « Forse eravamo abituati a vincere facile, ma non possiamo perdere lo spirito e la cattiveria. Senza adrenalina, sembra di essere a teatro e non allo stadio ».

ESPULSIONI – Al di là della prestazione, la sfida con il Napoli lascia un Milan che si sente penalizzato dalle decisioni arbitrali. Ibra, ad esempio, non doveva finire negli spogliatoi da solo. « Anche qualcun altro andava espulso », sottolinea Allegri, riferendosi ad Aronica. Poi c’è quel contatto in area tra Robinho e Gargano. « Poteva essere un rigorino, ma? ». Peraltro, anche lo stesso tecnico livornese è stato allontanato dall’arbitro. Pare che abbia detto a Rizzoli « Ci fischi sempre contro ». Tutta colpa di una rimessa laterale, comunque. Che, paradossalmente, poi è stata assegnata al Milan. Allegri era già stato espulso lo scorso 29 ottobre contro la Roma. Ma il Milan si può anche permettere il nervosismo del suo allenatore. Un po’ meno quello di Ibrahimovic, se poi il risultato è una seconda parte di stagione in linea con quella dell’anno passato. « Sono dispiaciuto per l’espulsione – dice Allegri -. Ma lui era sereno ed è sereno. Credo sia stato eccessivo sanzionare il suo gesto e, comunque, era da sanzionare anche qualcun altro. Provvedimenti? E’ una decisione che spetta alla società. Ad ogni modo, si vedrà dopo il Giudice Sportivo ».
EMERGENZA CONTINUA – In Coppa Italia, contro la Juve, ci sarà Ibrahimovic (« Sarà più riposato per la Champions »), mentre resterà a guardare lo squalificato Nocerino. Ma la vera emergenza scatterà in vista di Udine. Oltre allo svedese, infatti, marcherà visita pure Van Bommel, che era diffidato e ieri ha rimediato un altro cartellino giallo. Oggi, invece, Abbiati verrà sottoposto agli accertamenti del caso. Dopo l’intervallo, infatti, ha lasciato il suo posto ad Amelia per un risentimento agli adduttori.
DOPPIA COLPA – Le ultime parole sono di Nocerino, uno dei protagonisti dell’episodio clou della gara. Lui (e non Ibra), infatti, si è preso la manata di reazione di Aronica. « Guardatemi, non ho segni, sto bene – dice, ridendo per lo meno inizialmente – Gli errori comunque si fanno in 2 e non credo che la colpa sia solo di Ibra. Se si sbaglia in 2, in 2 si deve essere puniti. Non so cosa abbia visto il guardalinee e cosa scriverà l’arbitro nel referto, la cattiveria è altra cosa. Spero Ibra non prenda più di due giornate ».
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.
Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.