Aronica: “Il Bayern Monaco è forte ma noi abbiamo retto il confronto alla grande”

Sensazioni, emozioni. La sfida con il Bayern lascia idee positive. Salvatore Aronica è uno di quelli che l’ha vissuta e la sente molto sua. « E’ stata una partita complicata, loro si muovevano molto, ma noi lo sapevamo, eravamo preparati. E devo dire che dopo quella sberla iniziale, perché così è stata, avevamo appena cominciato a giocare, ci siamo ripresi. Il Bayern è una delle migliori squadre di Europa e credo che questo punto sia un buon punto per noi ».
Aronica guarda a oggi e pensa anche a domani. Ha in testa solo il Napoli e se stesso: « Questa squadra non può che fare bene. E’ un gruppo in crescita continua e se tutto fila per bene, se tutto gira come deve anche i singoli fanno bene. Se penso a me e mi volto, dico che questi quattro anni di Napoli sono fantastici, grandi. Mi auguro di fare ancora di più. In Champions come in campionato ».

MERCATO – Ma Napoli-Bayern non finisce. Non solo avversari in Champions, anche rivali sul mercato. I due club stanno corteggiando lo stesso calciatore: Patrick Hermann, centrocampista ventenne del Borussia Monchengladbach. Non è la prima volta che tra i due club s’accenda una sfida per un giovane promettente. Era accaduto anche l’estate scorsa. Allora Napoli e Bayern si contesero Arturo Vidal, nazionale cileno, esploso nel Leverkusen. Ma tra i due litiganti, alla fine la spuntò la Juve.
Il Napoli, poi, è in competizione anche con il Liverpool per il giovanissimo Nicolas Hunzinker, attaccante del Basilea di appena sedici anni, nonché con il Milan per il trequartista Shaquiri dello Zurigo. Segno evidente che il Napoli è entrato in una nuova dimensione e sul mercato comincia a misurarsi con club che vanno per la maggiore.
  IL MANCINO – Riccardo Bigon è a caccia di un esterno sinistro che possa crescere all’ombra di Dossena e rimpiazzarlo nel giro di qualche anno. Al momento Mazzarri è costretto a chiedere a Zuniga di cambiare raggio d’azione quando c’è da sostituire l’ex difensore di Udinese e Liverpool. Non esiste alternativa in organico. Da qui, l’esigenza di individuare un mancino che sappia interpretare con la stessa efficacia le due fasi di gioco. Hermann è uno di questi. Il centrocampista del Borussia Monchengladbach è venuto alla ribalta negli ultimi due anni. Ha già esordito nella Bundesliga, avendo però alle spalle una militanza in tutte le nazionali minori della Germania. Si tratta di un esterno che può giocare su entrambe le fasce, è dotato di buona tecnica e velocità e possiede anche un discreto fiuto del gol. Uno di quei classici calciatori che tanto piacciono a Mazzarri. Dovrà ancora potenziarsi sul piano muscolare ma è un giovane destinato a fare una grande carriera.
Al Bayern hanno puntato gli occhi su di lui dopo che Hermann realizzò una rete a Neuer nella prima giornata di Bundesliga. Ma il suo futuro dipende dall’andamento in campionato del Borussia che viaggia al secondo posto in classifica. Se riescono a qualificarsi in Champions, il calciatore sarà incedibile. Intanto i partenopei non mollano la presa per Riccardo Rodriguez dello Zurigo. Anche lui è un mancino dal grande avvenire, di un anno meno giovane di Hermann.
  IN BRASILE – Ma il Napoli sta monitorando anche il mercato brasiliano. Gli osservatori che lavorano per conto di Bigon hanno segnalato una giovane promessa del Bahia. Si chiama Avine Junior Cardoso, ha 23 anni, e gioca da esterno sinistro nell’Esport club Bahia, squadra che milita nel campionato Brasileiro. A rivelarlo è stato il quotidiano sportivo «Lance», secondo cui il Napoli avrebbe nel mirino un altro giovane fluidificante, sempre di piede mancino, brasiliano: Bruno Cortes del Botafogo. Entro gennaio, o al massimo a giugno, il Napoli ha intenzione di acquistare l’alternativa a Dossena, lasciando così Zuniga ad avvicendarsi con Maggio sulla destra.  

La Redazione  

A.S.  

Fonte: Corriere dello Sport

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google