Balbo: “Deluso dal Napoli, può perdere Higuain. Ma c’è Gabbiadini…”

"La stagione del Napoli è negativa, mi aspettavo che lottasse per lo scudetto"

Abel Balbo, ex attaccante di Udinese, Roma, Parma e Fiorentina, attualmente allenatore e dirigente di calcio, autore di qualcosa come 150 reti nella serie A italiana, esprime le sue opinioni su quella che è stata la stagione azzurra ed i momento, futuro compreso di Higuain, non nascondendo una certa delusione. Ecco l’intervista, rilasciata a “Il Mattino”:

Come giudica la stagione del Napoli?
“Negativa. Mi ha sorpreso perché pensavo che il Napoli sarebbe stato un serio candidato allo scudetto. Non so cosa sia accaduto, difficile stabilire da lontano, bisognerebbe essere dentro per capire fino in fondo ed io non vivo neanche a Napoli. Il potenziale della squadra è alto, non c’è dubbio. Sono davvero rimasto colpito, pensavo che avrebbe conquistato almeno il podio senza troppi problemi”.
L’ultima speranza è appesa alla vittoria nella Roma nel derby di stasera: il pareggio conveniente a tutti…
“Scordatevelo. Il derby per definizione si gioca per vincere, lottando sino alla morte e fino al 95’. In particolare quello capitolino, io ne ho vissuti tanti. In questo caso la Roma vincendo può impedire la qualificazione in Champions alla Lazio che, nel contempo, può soffiare il secondo posto ai giallorossi. La gara alla alla fine può anche finire in pareggio, è probabile, ma solo perché la posta in palio è alta ed entrambe giocheranno al massimo”.

Roma e Lazio meritano più del Napoli di andare in Champions?
Sì, la Lazio ha disputato un ottimo campionato e anche qualificarsi ai preliminari sarebbe un trionfo. La Roma era partita con ben altre ambizioni, il terzo posto sarebbe un mezzo fallimento, con il secondo si aggiusterebbe un po’ il tiro”.
Il Napoli invece rischia persino il quarto posto: quante responsabilità sono di Benitez?
L’allenatore è sempre il primo responsabile. Ma questo non vuol dire che le colpe siano solo sue. Credo che Rafa sia un ottimo allenatore, ha fatto cose molto importanti all’estero, ha vinto anche a Napoli. Qualcosa ha sbagliato anche lui, ma le responsabilità sono anche della società e dei giocatori”.

Avere il contratto in scadenza ha inciso sul finale di stagione del Napoli?
“Può darsi, ma solo un pochino. Il Napoli ha reso molto al di sotto delle sue potenzialità anche prima. L’intera stagione azzurra è stata un continuo succedersi di alti e bassi. Tutto il campionato è stato all’insegna di risultati deludenti nei momenti decisivi”.
Higuain è il manifesto della crisi del Napoli: cosa succede al Pipita?
“Il problema di Gonzalo è la mancanza di motivazioni: lui è un grande giocatore ma se non è stimolato va in difficoltà. Nei momenti in cui era al massimo della convinzione ha trascinato la squadra a suon di gol. Essere uscito subito dalla Champions ha pesato, come non aver fatto parte di una squadra protagonista. Higuain è abituato a giocare ad alti livelli, si è molto demoralizzato e il rendimento ne ha patito”.

Il Napoli rischia di perderlo?
“Sì, penso di sì. Non so se sia disposto a disputare un’altra stagione in una squadra che non gioca di nuovo la Champions League. Sarà difficile trattenerlo”.
Il futuro dell’attacco azzurro è Manolo Gabbiadini?
“Perché no? Ha un avvenire straordinario davanti a sé, è molto bravo, è riuscito a integrarsi in una piazza difficile come Napoli dopo aver fatto molto bene nella Sampdoria. Ha un ottimo potenziale, ha carattere e qualità”.
Mihajlovic o Montella possono essere i giusti eredi di Benitez?
“Sì, sono bravissimi entrambi. Con Montella non si cambierebbe radicalmente, con Sinisa invece si muterebbe linea di gioco. In ogni caso sono due uomini di campo, hanno colto ottimi risultati e meritano di avere una possibilità di misurarsi in un grande club”.
Chi vincerà la classifica di cannonieri tra Toni, Tevez e Icardi?
“Alla fine vincerà Tevez, è quello che fa parte della squadra più forte e alla fine segnerà le reti decisive per la classifica di marcatori”.

Tufano
Simon tech

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.