BpMed, la prova del nove a Trieste

Dopo i cinque sprint vincenti che l’hanno catapultata in cima alla classifica della Dna; la BpMed è già alla prova del nove. Per gli azzurri oggi alle 18 terza trasferta stagionale e match durissimo in terra triestina, piazza storica del basket italiano con i suoi gloriosi trascorsi della Stefanel di Tanjevic. Nel Palasport intitolato al «principe» Cesare Rubini, la squadra di Bartocci dovrà provare a respingere l’assalto dell’Acegas, una delle squadre più toste della terza serie nazionale, leader del girone NordEst con 8 punti in classifica. L’unica sconfitta è arrivata nell’ultimo turno, quando i giuliani a Torino si sono lasciati sorpassare negli ultimi giri di lancetta.
I partenopei hanno comunque morale altissimo ed esperienza per potersi giocare la sfida senza timori. Maurizio Bartocci intanto predica umiltà:

«Si tratta dell’ennesimo banco di prova su un campo storico, un’altra partita difficile contro una squadra concreta. Metteremo sul parquet intensità e concentrazione, ma servirà anche la voglia di soffrire, perchè sappiamo di essere un gruppo che crede fino alla fine di poter vincere. Stiamo comunque lavorando senza pressione, in serenità, consci che nonostante le vittorie c’è tanta strada da fare. Gli under quando sono stati chiamati in causa hanno sempre fatto bene, se riusciranno a trovare costanza ci aiuteranno a fare un campionato di vertice».

Gli ex della sfida sono Andrea Iannilli e Simone Lenardon. Il pivot ha indossato la maglia triestina nel 2005/2006, il play invece dall’estate 2008 fino alle prime sette partite del campionato 2010/2011, conquistando una promozione dalla B Dilettanti.

«Quando ho visto il calendario ho segnato questa data con un cerchio rosso – spiega Lenardon – ma la squadra di oggi è molto diversa da quella dell’anno scorso. Conosco coach Dalmasson e di sicuro cercheranno di limitare il nostro contropiede. Noi invece dovremo essere bravi ad alzare i ritmi e non lasciargli giocare la loro migliore pallacanestro».

In casa triestina la bocca da fuoco è Marco Carra, play con tante stagioni di A2 alle spalle, mancino micidiale nel tiro pesante. Per Napoli si tratta della prima esterna domenicale, dopo l’anticipo con Santarcangelo e l’infrasettimanale di Fabriano:

«Ed è di certo la trasferta più difficile»

conclude Lenardon. La partita sarà trasmessa in diretta radio sul sito della società (www.napolibasketball.it), mentre sarà visibile in streaming a partire da domani sul portale GoldWebTv (www.goldwebtv.it) e mercoledì alle 23.15 su Telecapri Sport.
Intanto in Legadue il Sant’Antimo, ancora in cerca di un passaportato, osserva un provvidenziale turno di riposo che le potrebbe consentire di recuperare l’infortunato Folarin Campbell per la prossima gara casalinga contro Pistoia. Match che potrebbe giocarsi lunedì 31 ottobre, vista l’indisponibilità nel prossimo weekend del palasport di Monteruscello per una prova nazionale di scherma cadetti.

La Redazione

A.S.

Fonte: Il Mattino

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google