Britos e Maggio sprint per giocare contro la Lazio

Britos e Maggio sprint per giocare contro la Lazio

E’ stato il professor Umberto Passaretti in persona, un luminare nel campo della chirurgia della mano, fiore all’occhiello del dipartimento di ortopedia del Vecchio Pellegrini diretto dal prof. Raffaele Russo, a recarsi ieri a Castelvolturno e verificare i progressi alla mano sinistra di Cristian Maggio operata dieci giorni fa per una frattura al quarto metacarpo. Procede tutto nel migliore dei modi. Ma seduta stante, in concerto con il dottor Alfonso De Nicola, medico sociale del Napoli, ed alla presenza di un tecnico specializzato della ditta Ruggiero, è stato deciso di sostituire il tutore precedente con uno nuovo, decisamente più leggero, meno ingombrante. Un capolavoro di tempismo e capacità professionali (tutte partenopee) che hanno messo in condizione Maggio di poter articolare liberamente le prime tre dita della mano e di sentirsi molto più a suo agio. Tanto da allenarsi con grande disinvoltura e con minori remore psicologiche.
Ora tocca a Mazzarri decidere se impiegare l’esterno destro vicentino già all’«Olimpico» con la Lazio sabato sera. E molto dipende anche dalle condizioni mentali del calciatore. Se Maggio dovesse dare tutte le garanzie del caso al tecnico, sarà sicuramente della partita. Al momento sembrano alte, quindi, le probabilità di un ritorno in prima squadra del tornante del Napoli che era stato l’artefice della scalata in classifica poco prima della sosta. Suoi, infatti, tre gol consecutivi che hanno permesso agli azzurri di prendere il volo: uno a Siena, l’altro alla Roma, il terzo al Palermo. Poi, lo stop per una banale caduta prima della trasferta a Parma.Ora a dieci giorni dall’intervento si mette di nuovo a disposizione del tecnico, essendosi peraltro allenato nonostante il tutore alla mano sinistra durante questo periodo.

BRITOS – Non solo Maggio, per la trasferta all’Olimpico sono disponibili anche Britos e Campagnaro che hanno scontato il turno di squalifica. Ieri l’uruguagio ha lavorato con gli altri compagni rimasti a Castelvolturno. Lavoro atletico tra palestra e campo, poi partita tiratissima sette contro sette. Britos si contenderà la maglia da titolare con Gamberini per il centro sinistra. Ma Mazzarri ha tutto il tempo per decidere. Dovrà anche verificare le condizioni di Campagnaro impegnato stasera a Stoccolma per Svezia-Argentina.

ROLANDO – Sta seguendo un programma di lavoro personalizzato anche Rolando che deve acquistare resistenza ed esplosività poi quanto prima sarà pronto anche lui. Ed ogni allenatore vorrebbe avere solo problemi di scelta reparto per reparto. Di questo va dato merito alla staff che lavora al fianco di Mazzarri ed ai medici e fisioterapisti che si occupano della salute dei calciatori. Il Napoli è cresciuto sotto tutti i profili, non solo per quanto riguarda il rendimento sportivo: sei risultati utili consecutivi di cui cinque vittorie ed un pareggio.

IL CROATO – Ieri ha svolto il primo allenamento vero a Castelvolturno anche Josip Radosevic, il centrocampista croato prelevato dall’Hajduk nella sessione di mercato invernale. Quasi certamente andrà con i compagni a Roma per proseguire il programma di lavoro stilato dal prof. Pondrelli. Dopo di che lui, Rolando e coloro che non hanno giocato all’Olimpico svolgeranno una seduta anche domenica mattina. Nulla trascura Mazzarri che tiene d’occhio anche Emanuele Calaiò, un altro degli ultimi arrivati, che scalpita per debuttare con quella maglia che era stata sua in un’altra epoca, quando il Napoli lottava per uscire dall’inferno della C1 e per risalire al più presto in serie A. Incombono i due impegni di Europa League, nonchè tre partite di campionato prima del faccia a faccia con la Juve del 1 marzo e ci sarà spazio per tutti.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.


La redazione di IamNaples.it

Gestione Sinistri Caterino
Wincatchers


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google