Calaiò: “Il Napoli dovrà fare attenzione, l’attacco dell’Inter non ce l’ha nessuno”

Emanuele Calaiò ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni de L’Interista, portale nerazzurro. Ecco le sue parole dell’ex attaccante del Napoli:

“È un big match, una partita di cartello: da un lato il Napoli vuole riconfermarsi dopo il grande inizio che ha fatto, dall’altro l’Inter vuole provare a non perdere il treno per lo scudetto e giocherà in casa. L’incognita sarà quella di capire come saranno le due squadre visto che questa partita arriva dopo un lungo stop.

Dopo uno stop così lungo sicuramente va capito come stanno i giocatori delle due squadre sia atleticamente che mentalmente. Il Napoli poi ha avuto solo cinque giocatori al Mondiale, che sono rientrati presto. L’Inter ha giocatori rientrati dopo, come Lautaro che è arrivato all’ultimo. Le motivazioni poi faranno la differenza. Da questo punto di vista ed anche da quello fisico vedo leggermente meglio il Napoli, ma rispetto a tutte le altre. Riparte con ben otto punti sulla seconda e quindi le motivazioni saranno a mille. Un aspetto fondamentale, questo. Poi gioca il miglior calcio d’Europa, a parer mio”.

Il Napoli manterrà il passo che ha avuto fino ad ora? Penso di sì. Quest’anno ha la consapevolezza di essere una squadra forte: rispetto ad altre stagioni ha valide alternative in tutti i ruoli. Chiunque giochi fa bene, suda la maglia, segna. C’è un’aria serena, tutti remano dalla stessa parte. Ed ora, con così tanti punti di vantaggio, sarebbe da stupidi lasciare qualcosa per strada e non credo che lo faranno. Posto che a San Siro sarà difficile giocare per loro.

Per l’Inter l’obiettivo minimo è quello del quarto posto. Poi l’Inter ha l’obiettivo di vincere con il Napoli per ridurre la distanza: per la rosa, l’allenatore ed i tifosi che ha questa squadra deve essere fra le protagonista, provandoci fino alla fine. E per farlo deve vincere gli scontri diretti che ha, a partire da questo.

Lukaku? Ho visto che dopo l’eliminazione era molto nervoso, piangeva e tirava pugni alla panchina. Voleva fare meglio e non si aspettava di uscire così. Ci tiene molto all’Inter ed avrà voglia di rifarsi subito. Da ex attaccante penso che sì, abbia bisogno solo del gol per riprendersi subito, come tutti gli attaccanti. Deve rimettersi al meglio fisicamente, avendo lui un fisico possente ci mette più degli altri.

Dzeko? Non ha fatto il mondiale, è rimasto lì ad allenarsi ed a concentrarsi. Si è preparato bene. Non ha più 20 anni, ma è sempre forte, ha esperienza, il Napoli dovrà fare attenzione. Nonostante l’altezza ha i piedi vellutati: se dovesse giocare in coppia con Romelu, sarebbe una bella gatta da pelare per la difesa azzurra. Credo che Inzaghi, giustamente, ci punti molto. Vedendo la rosa dei top club europei, un attacco con Lukaku, Dzeko, Lautaro e Correa non ce l’ha nessuno”.

Sartoria Italiana
Vesux
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.