Callejon lancia la sfida alla Roma: “Sarà difficilissimo, ma vogliamo vincere!”

Lo 0-0 manca all’Olimpico da 18 anni, dal 9 aprile 1995: Roma-Napoli sarà dunque proprio il derby del gol, c’è da aspettarselo. Anche perché di fronte ci sono due degli attacchi più forti della serie A. Anzi, proprio i due più forti. Il Napoli ha il secondo attacco del campionato con 18 reti, la Roma è addirittura in testa a quota 20. E nel poker offensivo di Benitez spunta uno spagnolo arrivato sotto il Vesuvio in punta di piede, da panchinaro del Real in cerca di gloria a intoccabile nel Rafa-Napoli. José Maria Callejon ha firmato una rete in meno di Marek Hamsik e tra gli attaccanti azzurri viene persino prima del Pipita. L’erede del Matador Cavani (ma il riferimento è solo alla maglia che indossa, per carità) ieri ha parlato a Radio Kiss Kiss. «Ho lasciato la Spagna per vincere da protagonista. Il Napoli e Benitez mi stanno dando molta fiducia, e di questo sono felice». Con la numero 7 sulle spalle, Edi ha firmato 104 gol in tre stagioni. Lui non si pone limiti anche se neppure per un attimo si paragona all’uruguaiano. «Rafa dice che posso arrivare a realizzare venti gol. Lo ha detto perché ha fiducia in me. Io credo molto nel lavoro di squadra, sarebbe un bel traguardo da raggiungere. Ma a patto che a ogni mio gol corrisponda una vittoria. La sette non mi pesa, in fondo è solo un numero», spiega Callejon.
Tra sette giorni c’è Roma-Napoli. «Decisiva a ottobre? Non credo, è prestissimo. Magari lo sarà al ritorno, al San Paolo. Io spero solo che i tifosi possano divertirsi durante questa partita ma ci sono tutte le condizioni perché questo avvenga perché sia a noi che a loro piace vincere giocando bene. Non sarà semplice, troveremo un campo caldissimo: sarà molto difficile ma noi vogliamo vincere».
Non ha abbandonato neppure il sogno di poter convincere il ct della Spagna, Vicente del Bosque, a convocarlo con la Roja: «Io ai prossimi Mondiali? Io voglio sempre dare il massimo, a prescindere da qualsiasi traguardo. La Nazionale è secondaria, io voglio far bene per i miei tifosi e star bene con me stesso». Sorride spesso nel corso della diretta. Soprattutto quando parla del passato con Mourinho e del presente con Benitez. «Sono entrambi grandi lavoratori che mi stanno dando tantissimo. Saltare anche sulle spalle di Benitez? Certo, se lui vuole con piacere. È anche più massiccio di Mou», dice «Calleti» o «Chulo», come lo chiamano gli amici. Il riferimento è alle sue famose esultanze con lo Special One, a turno uno sulle spalle dell’altro. Lo dice chiarendo un punto: «Non rimpiango il Bernabeu, il San Paolo è più caldo».
Callejon, come del resto tutto il Napoli, da oggi staccherà la spina per tre giorni. La squadra si ritrova a Castelvolturno solo lunedì pomeriggio: il gruppo nei nazionali riuscirà a riaggregarsi mercoledì, sempre nel pomeriggio. In questi giorni, tabelle personalizzate di lavoro atletico e in palestra per tutti che sono state preparate e distribuite da Paco de Miguel. Attenzione speciale per Albiol, Higuain e Zuniga le cui condizioni al momento non destano particolare allarme in vista della gara di Roma. Così come quelle di Maggio, ormai completamente recuperato.
La domanda che domina è se la sosta darà più benefici agli uomini di Garcia o a quelli di Benitez.

Fonte: Il Mattino.

La Redazione.

D.G.

Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.