Cavani-Insigne: la “strana coppia” del gol stasera alla prova a Palermo

Cavani-Insigne: la “strana coppia” del gol stasera alla prova a Palermo

Proviamo a mettere insieme i loro numeri degli ultimi due anni ed è molto più semplice spiegare i motivi per cui Napoli aspetta con ottimismo l’esordio in campionato. I gol realizzati da Edinson Cavani hanno raggiunto quota 67 con la prodezza rifilata a Gigi Buffon nella finale di Supercoppa, a Pechino, che è servita soltanto ad aggiungere un altro gol al suo score personale. Quelli messi insieme da Lorenzo Insigne, invece, sono 37 (19 a Foggia, 18 a Pescara). Il riferimento è alle reti ufficiali, ovviamente, che non tengono conto delle amichevoli, perché in questo caso, allora il giovane talento napoletano ne ha già segnate 4, di cui 3 ai dilettanti trentini nella prima uscita stagionale, e uno al Bayern Monaco nell’amichevole di fine luglio.
Sarà un attacco del tutto inedito, dunque, quello che il Napoli opporrà al Palermo, questa sera. Da un lato, c’è la consapevolezza di poter disporre di uno tra gli attaccanti più forti al mondo, quel Cavani che mezz’Europa avrebbe sottratto volentieri al dominio di Aurelio De Laurentiis.Ma il presidente è stato fin troppo chiaro sin dall’inizio del calciomercato: il giocatore non si sarebbe mosso da Napoli se non fosse arrivata una richiesta indecente. Che nessuno se l’è sentita di recapitargli. Fino a 40 milioni ci sarebbe arrivato il Chelsea, per espressa volontà di Roberto Di Matteo, il manager che ha guidato i Blues alla conquista della Champions League. Ma la cifra non è stata ritenuta adeguata al valore tecnico dell’attaccante. Dall’altra parte, ci sono le grandi motivazioni di questo giovane talento, cresciuto nel settore giovanile del Napoli e che dopo un paio di anni trascorsi in giro per fare esperienza, Mazzarri ha voluto riportare alla base. Lorenzo Insigne ha già incantato il pubblico del San Paolo nelle prime notti di agosto, attirando su di sé le attenzioni e l’ammirazione della gente per quelle qualità tecniche che l’hanno reso grande sia in terza serie (Foggia) sia in Serie B (Pescara). Adesso è atteso dal grande salto, da quell’esame che gli manca per superare l’ostacolo più insidioso, quello della massima serie. E stasera, Palermo gli assegnerà il primo voto in un confronto che apre alla nuova stagione.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google