Cavani: rinnovo più vicino

Cavani: rinnovo più vicino

L’incontro c’è stato e i segnali sono positivi. Fumata azzurra più che grigia, anche se un nuovo incontro tra le parti è stato fissato per martedì. Rinnovo più vicino per il Matador, intesa solo da rifinire, questa è la sensazione emersa dall’incontro tra gli agenti dell’uruguaiano e De Laurentiis, con il manager Triulzi a Castelvolturno già dalla prima mattinata. Un avvicinamento tra le parti, segnali distensivi tra l’agente e il presidente azzurro, scongiurata una clamorosa rottura, in questo senso una lettura positiva dell’incontro anche se per trovare l’accordo ci sarà bisogno di altri contatti. Soprattutto l’ennesima conferma, ovemai ce ne fosse stato ancora bisogno: Cavani resta sicuramente a Napoli, confermata quella che è stata una certezza da sempre garantita da De Laurentiis che non ha nessuna intenzione di cederlo.
Messi sul tappeto e affrontati tutti gli argomenti: adeguamento contrattuale (il Matador percepisce poco meno di tre milioni e la richiesta è stata di cinque, si lavora ancora per trovare un punto d’incontro), prolungamento per un altro anno (l’accordo fino al 2016 da allungare al 2017), garanzie tecniche sulla squadra e sul programma tecnico futuro. La conclusione: conferma sicura di Edinson per questo campionato con il discorso di una possibile cessione che si potrebbe prospettare eventualmente solo a partire dalla prossima stagione. Una situazione simile a quella di Lavezzi, magari un mezzo impegno. Se Cavani lo desiderasse, di fronte a una richiesta di un top club, potrebbe essere liberato (ovviamente se l’offerta fosse ritenuta idonea dalla società azzurra). Discorsi futuri, quello che conta è l’immediato: Cavani resta ed è pronto a dare il massimo per il Napoli.
Un incontro lungo, al quale a un certo punto ha partecipato anche in prima persona Cavani. De Laurentiis ha confermato la sua intenzione di blindare il Matador e di non volerlo cedere se non in presenza di un’offerta folle che non c’è. L’interessamento dei club inglesi quello sì, il City innanzitutto e poi il Chelsea, ma nessuna vera trattativa. Tutti discorsi eventualmente da prendere in considerazione in futuro. Cavani è del Napoli e resta a Napoli e si sta lavorando sul prolungamento di un altro anno. Il manager Triulzi ha fatto presente le esigenze e le richieste del Matador, che ha segnato 66 gol in due anni, e ha una grande ambizione di vittoria, quindi si è parlato anche di garanzie tecniche. E su questo c’è piena convergenza perchè quella che è la voglia di vincere di Cavani è esattamente la stessa di De Laurentiis e della società e di Mazzarri, tecnico che da questo punto di vista rappresenta una garanzia. Sulle cifre c’è ancora da lavorare, i manager hanno chiesto un aumento sostanzioso, in base a quella che è la caratura attuale del Matador, cioè un top player internazionale. De Laurentiis ha ribadito quello che è il tetto ingaggi del Napoli e la linea societaria e ricordato l’aumento già accordato al Matador che è il più pagato del gruppo azzurro.
Un’intesa tra quella che è la richiesta economica del Matador e quelle che sono le esigenze della società si troverà anche se in merito agli aumenti il presidente ha ribadito con fermezza il principio della società. Si studia sulla formula, sui bonus per migliorare l’ingaggio di Cavani e si studia sull’allungamento di un altro anno, come è stato fatto per Hamsik e per gli altri campioni.
L’ennesima conferma della permanenza di Cavani gradita a Mazzarri e alla piazza: Edi sarà il leader del Napoli che comincia la stagione a Palermo, per l’uruguaiano il ritorno al «Barbera», dove ha segnato sia l’anno scorso che due anni fa. Sogna il tris.

Fonte: Il Mattino

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news



SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google