CdS – Pato: “Segno il gol decisivo a Napoli”

Esiste un legame spe­ciale tra Pato e il Napoli. Contro i partenopei, infatti, il brasiliano ha debuttato nel campionato italiano e ha segnato il suo primo gol (13 gennaio 2008). Il 28 ottobre 2010, invece, al San Paolo si rese prota­gonista di una fuga in stile Camp Nou per firmare il raddoppio mi­lanista, poi cancellato dalla rimon­ta finale degli azzurri. Lo scorso 28 febbraio, infine, il “Papero” in­cenerì De Sanctis nel 3-0 di San Siro, in una delle gare-chiave per lo scudetto. Tanti motivi, insom­ma, per ripetere un’altra prodezza anche domenica sera al San Paolo.

«Il Napoli è una squadra che sta facendo bene, lo ha dimostrato an­che in Champions, ma ciò non to­glie che noi andremo là per vince­re – ha garantito Pato a Milan Channel -. E’ vero che il campio­nato è lungo e che mancano anco­ra tante partite. Ma ogni punto, al­la fine, rischia di essere importan­te. Ecco perché farò di tutto per conquistare il successo e sarei fe­lice anche di segnare il gol decisi­vo ».

EMOZIONE UNICA – Una prodezza fondamentale e preziosa, il ragaz­zo di Pato Branco l’ha firmata an­che martedì sera al Campo Nou.

«E’ nato tutto da un’idea di Abbia­ti e dal suo rinvio. Io sono stato bravo a non sprecare l’occasione di segnare un gol tanto bello quan­to importante». Una rete per gran­di platee, come la doppietta che il brasiliano aveva realizzato in casa del Real Madrid, al Santiago Ber­nabeu.

«L’emozione che mi ha re­galato il gol al Barcellona, però, resta unica. E’ la mia prodezza più importante in Europa e una delle più importanti nel­la mia carriera. Meglio della dop­pietta nel derby? Assolutamente sì.Stavolta ho segna­to alla squadra più forte del mondo, nella competizione più prestigiosa del mondo. Loro giocano in maniera splendida, ma anche in modo di­verso rispetto a noi. E’ impressio­nante quante volte si passino il pallone. Occorre tanto tanto lavo­ro per raggiungere il loro livello, ma alla fine conta il risultato e noi in casa loro non abbiamo perso».

TUTTO PREVISTO – Già, ma quel punto è arrivato grazie allo stacco imperiale di Thiago Silva, che nel recupero ha cancellato una scon­fitta che sembrava già scritta. E il siparietto finale, con annesso bal­letto, tra i due brasiliani è stato gu­stosissimo.

«Lo stavamo prepa­rando da un po’ – rivela il “Pape­ro” -. Prima della gara sono anda­to in camera di Thiago e gli ho det­to: “Stasera voglio segnare, così poi festeggiamo insieme”. E lui mi ha risposto: “Sì, sì e magari faccio gol pure io”. Beh, alla fine è anda­ta esattamente così. I miei obietti­vi per quest’anno sono vincere cam­pionato e Cham­pions, giocare tan­to e segnare il più possibile».

INFERMERIA PIENA – Il Milan si presen­terà al San Paolo in piena emergenza. A meno di cla­morosi recuperi, oltre a Ibrahimo­vic e Ambrosini, anche Gattuso, Boateng e Robinho non saranno a disposizione. Il primo resterà a ri­poso fino a che non avrà risolto i problemi al nervo ottico. Il secon­do ha manifestato ottimismo ma i margini sono ridottissimi, mentre per il terzo c’è una lievissima spe­ranza per un posto in panchina.

La Redazione

A.S.

Fonte: Corriere dello Sport

Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.