Chiellini: “Il nostro mister ricorda Capello per compattezza e organizzazione”

Chiellini: “Il nostro mister ricorda Capello per compattezza e organizzazione”

Lo scudetto e la Coppa Italia da provare a vincere quest’anno, certo. Ma anche la sensazione di fare parte di un gruppo che possa guardare avanti con grande fiducia. Giorgio Chiellini, rispondendo alle domande dei tifosi su Juventus Channel, azzarda un paragone con la Signora di Capello. Niente meno. «La somiglianza che posso trovare è nel carattere della squadra – ha spiegato -. Credo che questo gruppo sia all’inizio di un grande progetto. La squadra di Capello era già matura e con campioni affermati a livello internazionale: noi abbiamo tutto per arrivare a quei livelli, a patto di continuare a crescere». Musica per le orecchie di chi tifa bianconero: «Il segreto che ci ha permesso di arivare imbattuti a questo punto della stagione è la compattezza che siamo riusciti a mantenere in ogni momento dell’anno, indipendentemente dal fatto che le cose ci andassero bene o meno». Merito di tutti i giocatori e anche di Conte. Soprattutto di Conte: «E’ un allenatore molto meticoloso, in allenamento proviamo le cose mille volte. Credo che il mister abbia anche dimostrato molta malleabilità, a seconda della condizione della squadra: le sue idee sono state adattate in base a quelle che erano le caratteristiche dei giocatori a disposizione». Elogi su tutta la linea («ci ha trasmesso in primis il suo dna vincente, ma è sopratutto un uomo di campo che ci ha dato grande organizzazione»), anche nella gestione del match e nella marcia di avvicinamento allo stesso: «Più ci si avvicina alla partita e più comincia a salire la tensione sia nei giocatori che nell’allenatore, il quale per di più ha la responsabilità di pensare a trenta persone e a tutte le cose che riguardano la partita vera e propria. Chi sta in panchina ha anche la sfortuna di non poterle sfogare sul campo: ogni tanto si vede che il mister vorrebbe quasi giocare. Urla tanto? Sì, è vero: nei novanta minuti batte tutti». Quanto al Milan, impeganto oggi a Catania, «io spero in Legrottaglie. E comunque per noi non cambia nulla: dobbiamo vincere il più possibile».

Fonte: Corriere dello Sport

La Redazione

A.S.


La redazione di IamNaples.it

Wincatchers
Tufano
Vesux


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google