Fedele: “Deferimento del Napoli? Atto dovuto, Paolo è tranquillo”

Nel corso della trasmissione Si Gonfia la Rete in onda su Radio CRC è intervenuto Enrico Fedele agente Fifa nonchè procuratore di Paolo Cannavaro e Gianluca Grava ed ha rilasciato alcune dichiarazioni. Ecco quanto evidenziato da IamNaples.it:

“Lo stato d’animo di Paolo dopo il deferimento? Tranquillo, perché è una prassi. Quando esiste una “confessione” di qualcuno che ha tentato un illecito la giustizia sportiva procede così per prassi, poi ci sarà il dibattimento. Ora sono arrivate le carte e poi ci saranno gli ulteriori sviluppi, non capisco la preoccupazione. Nel caso della vicenda Conte ci sono più confessioni, con qualche secondo che ha patteggiato, non faccio l’avvocato ma le cose sono ben diverse. Ripeto, del deferimento non sono affatto preoccupato. Se ci sono rischi? Sul Napoli non so, non sono avvocato, ma se un tesserato fa un illecito è ovvio che la società venga deferita, è un po’ come un’analisi medica. Se il Napoli può pagare? La responsabilità oggettiva è un caposaldo migliorato e ancora da migliorare, sembra antidiluviano che un calciatore possa rovinare una società, ora col dibattimento si vedrà se c’è un coinvolgimento della società. io la metterei così: chi delinque non gioca più a pallone e gli darei anche una multa pecuniaria! Se l’immagine di Paolo Cannavaro ne esce sporcata? Può essere infastidito ma nulla di più ma se Gianello millanta e dice “hanno respinto con sdegno” la dicitura con sdegno illustra le persone di Cannavaro e anche di Grava ed a quest’ultimi fa ancora più onore. Ripeto, queste persone dovrebbero essere falciate anche nel portafoglio!”

La Redazione

M.V.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google