Finale “Arco di “Trento” – L’undici di Liguori proverà a battere l’Inter

Per gli azzurrini sarà un match quasi impossibile, ma non hanno nulla da perdere

Motivazioni diverse, stesso obiettivo: conquistare il trofeo più prestigioso nel panorama under 16 del calcio italiano. Da una parte l’Inter di Gatti, ormai una certezza nell’universo giovanile nerazzurro recente, che vuole ripetere il successo di un anno fa e confermare, in un periodo negativo della prima squadra di Ranieri, che a livello di ragazzi la società milanese continua a far bene.
Dall’altra il Napoli di Liguori, vera sorpresa del torneo, capace di reggere l’urto violento della favorita Atalanta in semifinale, aiutata anche dalla fortuna e desiderosa di riportare alle pendici del Vesuvio un trofeo vinto due volte ma lontane nel tempo (’92 e ’97). Questo pomeriggio, sul campo di via Pomerio ad Arco, Inter e Napoli si affronteranno nella finale del 41º Trofeo Beppe Viola (diretta RaiSport). Una sfida che vede i nerazzurri con i favori del pronostico sulla carta, e forse per questo, mentalmente, i partenopei partono invece con la mente più sgombra. L’Inter era attesa alla vigilia della manifestazione, il Napoli è stata una mezza sorpresa, fatto sta che entrambe le formazioni non avevano iniziato al meglio il torneo: scialbo pareggio per i baby di Gatti contro il Parma (poi vittoria preziosa ai rigori); addirittura una sonora sconfitta (3-0) per i partenopei di Liguori contro il Torino. La crescita delle due compagini è stata continua, tanto da eliminare nelle semifinali di domenica le uniche due squadre ad aver terminato i gironi a punteggio pieno.

PICCOLE STELLE – Del resto, il calcio non è una scienza esatta. È così dentro al campo, lo è pure fuori. Ancora di più a livello di calendari, anche giovanili: per un’amichevole della nazionale di categoria, non parteciperanno (in quanto convocati) alla finale Romano, Gaetano e Palmiero nelle fila del Napoli, Sciacca in quelle dell’Inter. Peccato. Saranno assenti anche il nerazzurro Paramatti (infortunato) e l’azzurro Mileto (squalificato). Lo spettacolo, in ogni caso, non mancherà. Piccole stelle stanno infatti crescendo e vogliono sfruttare al meglio un palcoscenico, quello del Beppe Viola, che nel passato è stato trampolino di lancio per tanti campioni del presente. Nel Napoli, Del Bono e La Gatta. Nell’Inter, la coppia d’attacco Pedrabissi-Ogunseye, ma anche il talentuoso, e finora inespresso, Tassi. Oggi sono in programma anche la finale (Brescia-Firenze) e la finalina (Torino-Jesina) del torneo femminile.
NAPOLI (4-4-2): Contini; Balestrieri, Mangiapia, Guardiglio, Russo; Finizio, Musto, La Gatta, Schiavo; Barone, Del Bono. All. Liguori.
INTER (5-3-2): Ivusic; Dalla Riva, Businaro, Bertolino, Eguelfi, Di Stefano; Gaiola, Moreo, Tassi; Pedrabissi, Ogunseye. All. Gatti.
ARBITRO: Romeo di Verona.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.
Sartoria Italiana
Vesux

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.