Gianni Di Marzio: “Meglio una zona mista per evitare i gol sui calci da fermo”

Il pareggio con il Catania avrebbe potuto fare meno rumore se non ci fossero state le due trasferte  consecutive con Juventus e Lazio. I prossimi incontri saranno impegnativi e determinanti. Sono  convinto che il Napoli ha il veleno giusto in corpo per battere la Signora. Anche per la legge dei  grandi numeri potrebbe consentire agli azzurri di assicurarsi l’intera posto in palio. Lo scontro  diretto con la Lazio il sabato di Pasqua ha un senso se fai risultato a Torino. Sono convinto che i capitolini faranno bene in casa del Parma. Al limite sarebbe importante pure un pareggio nel caso in  cui gli uomini di Reja venissero fermati dai ducali. Se la Juve gioca come nel secondo tempo con  l’Inter, il Napoli non ha molti problemi a vincere. Conte ha tre difensori muscolari per cui Hamsik,  Cavani e Lavezzi, se stanno bene, possono andare a nozze. Purtroppo tutto si riduce sugli  esterni.  Avremmo la possibilità di sfondare più a destra mentre dall’altra parte si deve stare attenti attenti a  Caceres. Se Maggio ce la dovesse fare potrebbe essere una grande cosa perché De Ceglie non ha il  suo passo. Con Zuniga cambierebbero gli scenari. Per quanto mi riguarda, in fase di non possesso palla, un attaccante partenopeo, nella circolazione bassa della Juve, deve andare a marcare Pirlo per  costringere i difensori a far partire l’azione. Ritornando alla partita con il Catania, non ci si può  spaventare se sono arrivate delle critiche. Se si vince 2-0 e pareggi con due gol di calci da fermo  devi anche accettare le bacchettate. L’avversario bisogna marcarlo, è un fatto scontato. Le  condizioni in fase arretrate sono tre: o si marca a zona, o a zona mista o a uomo. Nella prima rischi,  nella seconda hai molte chance per evitare di subire reti, nella terza è pericoloso perché si fanno i  blocchi e l’uomo che si libera può fare male. Io sono per la normalità, chi non fa la seconda ipotesi  sbaglia. Qualcuno se lo potrà pure permettere perché ha dei grandi calciatori. Allora, se sai che  Spolli è il più alto, così come Chiellini domenica prossima, devi scegliere un elemento che si avvicini alle loro altezze. Non va mai dimenticata la marcatura sul primo palo e poi gli abbinamenti devono essere studiati a priori. Se poi non sai marcare nascono i problemi. Se oggi uno non dichiara  che propone un calcio propositivo non viene accettato dalla stampa e dai presidenti di club. Bisogna  lavorare molto sulla difesa. Non è una vergogna. Bisogna allenare i propri uomini ai raddoppi, alle  scalate, alle diagonali. Per ciò che mi riguarda io ho avuto la migliore difesa della serie B per venti  anni. Ho ancora un record di 0-0 in trasferta. Sono uno specialista, io mi concentravo molto sul pacchetto arretrato e ottenevo dei risultati, altrimenti gli altri avrebbero fatto meglio. È anche una  questione di centimetri ma anche che il portiere deve uscire nella sua area. Se Terry salta da solo  evidentemente c’è qualcuno che non l’ha tenuto a bada. Se si va a notare la partita col Catania, il  signor Spolli è saltato su due piedi. Lo vogliamo marcare a questo o no?. Ci sono delle situazioni in  campo dove si deve decidere la marcatura. Se scena Spolli per esempio ci deve essere il più alto a  prenderlo. Sono contento per Fernandez. L’argentino ha sempre giocato centrale. Se gioca a tre  laterale va in difficoltà. Non è Thuram, è tempista, rapido, agonistico ma non ha i piedi classici sudamericani e né la tecnica da centrocampista. Fa le cose semplici, salta di testa e va bene così.

Fonte: Il Roma

La Redazione

M.V.


Tufano
Vesux
Pizzalo Pozzuoli
Antonio Marciano

Messaggio politico elettorale

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2018 IamNaples Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.