Il Comune di Taurano ad Hamsik: “Sei uno di noi”

Il Comune di Taurano ad Hamsik: “Sei uno di noi”

E chi lo avrebbe detto che gli avrebbero concesso pure la cittadinanza onoraria? E invece succede, nel pomeriggio a Taurano, in Irpinia, dove aspettano Marek Hamsik a braccia aperte per dimostrargli la simpatia e la riconoscenza di quanto fatto in queste sue sei stagioni partenopee, con oltre duecento partite alle spalle. L’hanno voluto, l’hanno cercato, l’hanno sedotto e anche toccato nei sentimenti, perché neanche Marek Hamsik si sarebbe aspettato d’arrivare a tanto, di cogliere nel segno e ovunque, non solo a Napoli: Taurano è pronta e conta i minuti che separano da una giornata vibrante.

IL CLOU – Marek Hamsik è dunque uno di loro, uno di Taurano, provincia di Avellino, mille e seicento abitanti e la sala Consiliare allestita per il Consiglio comunale di stasera, nel corso del quale verrà conferita al centrocampista slovacco la cittadinanza onorara. E’ festa grande ed è stata organizzata nei minimi particolari, con un elenco di convocati di assoluto rilievo e il desiderio di omaggiare Hamsik con gli onori del caso: a Taurano confluiranno infatti una delegazione ufficiale della Repubblica Slovacca (e per l’occasione dovrebbero muoversi l’Ambasciatore in Italia, Maria Krasnohorska e il Console onorario a Napoli, Franco Serao Giratti), ma stasera (appuntamento alle diciannove) per stare al fianco di Marek Hamsik arriverà anche il padre del centrocampista, Richard.
DAL CAMPO AL COMUNE – Taurano è mobilitata e aspetta il «principe azzurro», idolo non solo di quella Napoli che ha recentemente difeso dagli attacchi e dalle offese con frasi eloquenti ( «giù le mani dalla mia città» ) ma anche di una grande fetta della Campania che sostiene la squadra di Mazzarri da sempre.

Hamsik si concederà, ovviamente, prima ai doveri dell’allenamento, poi si sposterà con la famiglia per raccogliere l’abbraccio di una comunità di poco meno di duemila abitanti che è in fermento.

IL RINGRAZIAMENTO – Marek Hamsik ha provveduto a sottolineare sulla pagina del proprio sito l’Evento odierno, ringraziando in anticipo il comune di Taurano, annunciando la notizia nella home page in lingua slovacca. Il suo periodo napoletano, così denso di soddisfazioni a carattere sportivo, non contemplava – quasi sicuramente – anche riconoscimenti umani e personali e la decisione un po’ l’ha stupito e lo ha assai gratificato.
INTERROGATIVO – Poi ci sono le notizie che arrivano dallo spogliatoio del Dnipro Arena, al termine di un 3-1 ucraino che socchiude (quasi) le porte dell’Europa e che induce, una volta di più, a pensare al campionato, alla prossima sfida con il Chievo, alle esigenze di formazione. Dalla disfatta contro la Dnipro Mazzarri rientra con un dubbio che terrà (ulteriormente) viva la vigilia della gara di domenica sera contro gli uomini di Corini: un affaticamento non rappresenta pericolo consistente, ma meglio andarci con cautela, evitare rischi (soprattutto per il freddo) e rimandare la decisione al sabato. Behramni ha capito che non era il caso di giocare a quelle temperature, ieri sera, ed è rimasto fuori dal maTch. Ma è venerdì e già qualcosa si potrà sapere dalla seduta di allenamento che consiste (innanzitutto) nelle ripetute tattiche: Behrami avvertirà da solo le risposte del proprio fisico e deciderà, di concerto con lo staff medico, la soluzione giusta per dopodomani.
Fonte: Corriere dello Sport
La Redazione
A.S.


La redazione di IamNaples.it

Calcio Napoli e altre news

[themoneytizer id=19885-23]
[themoneytizer id=19885-19]


SCARICA ORA LA NOSTRA APP!

app iamnaples apple

app iamnaples google