Cerca
Close this search box.

La Repubblica sul Napoli: “Resa incondizionata degli azzurri”

La Repubblica ha commentato la gara tra Napoli e Atalanta, terminata 0-3 per i bergamaschi: “La magia del pre partita è stata cancellata di colpo dalla pessima prestazione degli azzurri, che al termine dei 90’ sono stati duramente e inevitabilmente contestati dalle curve. Il gruppo dello scudetto ha confermato di aver perso con Luciano Spalletti il suo unico leader carismatico ed è bastata la partenza nella sosta del campionato di Francesco Calzona – per gli impegni da ct di Slovacchia – per far ricomparire le streghe a Castel Volturno. Squadra impresentabile dal punto di vista atletico, tattico, agonistico. È stata una resa incondizionata. Ci aveva visto lungo Aurelio De Laurentiis, protestando per l’anticipo al sabato della partita. Era già un mezzogiorno di fuoco per l’importanza della posta in palio e le due squadre sono state accolte al Maradona da un caldo primaverile, che non ha peraltro condizionato i giocatori. Il finale di gara si è giocato nello stadio già vuoto e con i pochi irriducibili rimasti al Maradona che hanno contestato tutti. La stagione azzurra è al capolinea. Tutti in ginocchio”.

Sartoria Italiana
Vesux
Il gabbiano
Gestione Sinistri
Gestione Sinistri

I Am Naples Testata Giornalistica - aut. Tribunale di Napoli n. 33 del 30/03/2011 Editore: Francesco Cortese - Andrea Bozzo Direttore responsabile: Ciro Troise © 2021 IamNaples
Salvo accordi scritti, la collaborazione con questo blog è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita. In nessun caso si garantisce la restituzione dei materiali inviati. Del contenuto degli articoli e degli annunci pubblicitari sono legalmente responsabili i singoli autori. - Tutti i diritti riservati Vietata la riproduzione parziale o totale dei contenuti di questo portale Tutti i contenuti di IamNaples possono essere utilizzati a patto di citare sempre IamNaples.it come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.iamnaples.it oppure al link dell'articolo.